Metodologia della ricerca psicologica (2011/2012)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S02437
Docente
Margherita Pasini
Coordinatore
Margherita Pasini
crediti
9
Settore disciplinare
M-PSI/03 - PSICOMETRIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Sem. 1A
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 11.50 - 13.30 lezione Aula T.1 dal 10-ott-2011  al 11-ott-2011
martedì 17.20 - 19.00 lezione Aula 2.3 dal 18-ott-2011  al 18-ott-2011
martedì 17.20 - 19.00 lezione Aula 2.3 dal 8-nov-2011  al 8-nov-2011
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula T.1  
giovedì 11.50 - 13.30 lezione Aula T.1  
Sem. 1B
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 11.50 - 13.30 lezione Aula T.1  
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula T.1  
giovedì 14.00 - 15.40 lezione Aula T.2  

Obiettivi formativi

Scopi del corso sono:

- sviluppare una serie di concetti fondamentali e conoscenze critiche sul processo di ricerca in psicologia, con una particolare attenzione alla metodologia della ricerca e alle tecniche quantitative e qualitative;
- sviluppare delle abilità che permettano di esaminare e valutare criticamente le ricerche in ambito psicologico, in particolare quelle connesse alla psicologia delle organizzazioni;
- mettere in grado di impostare un lavoro di ricerca personale.

Programma

Dalle teorie alle ipotesi: la nascita di una ricerca; il modello sperimentale; i disegni sperimentali e il controllo; strategie alternative ai metodi sperimentali; la validità di una ricerca in psicologia; la raccolta dei dati; il problema della misurazione in psicologia e del testing psicologico; l'analisi dei dati; dal laboratorio al campo, dal quantitativo al qualitativo; comunicare i risultati; la ricerca in psicologia dello organizzazioni,

Testi per l’esame
1. Di Nuovo S., Hichy Z. (2007) Metodologia della ricerca psicosociale, Il Mulino, Bologna.
2. Lucidi, F., Alivernini, F., Pedon, A. (2008) Metodologia della ricerca qualitativa (capitoli: 1, 2, 3, 5, 6.

Specificamente per il colloquio orale sarà necessario scegliere una delle seguenti proposte (vedi articoli allegati):

Proposta 1. Possibili distorsioni nelle indagini a risposte aperte
Poncheri, R., Lindberg, J. T., Thompson, L. F., & Surface, E. A. (2008). A comment on employee surveys: Negativity bias in open-ended responses. Organizational Research Methods,11, 614-630.

Proposta 2. Un programma basato sul teatro per gli adolescenti immigrati.
Rousseau C; Benoit M; Gauthier M; Lacroix L; Alain N; Rojas MV; Moran A; Bourassa D. (2007), Classroom Drama Therapy Program for Immigrant and Refugee Adolescents: A Pilot Study, Clinical Child Psychology and Psychiatry, 12, 451-465.

Proposta 3. Sicurezza sul lavoro: Clima organizzativo e Giustizia organizzativa
Probst, T.M. (2004). Safety and insecurity: Exploring the moderating effect of organizational safety climate. Journal of Occupational Health Psychology, 9, 3–10.

Proposta 4. Giustizia organizzativa e stress: il ruolo dei colleghi e dell'autonomia
Rousseau, V., Salek, S., Aubé, C. et Morin, E.M. (2009). Distributive justice, procedural justice, and psychological distress: The moderating effect of coworker support and work autonomy. Journal of Occupational Health Psychology, 14, 305-317.

Modalità d'esame

L’esame consisterà in una parte scritta con domande chiuse con risposte a scelta multipla e in una successiva parte orale, alla quale sono ammessi solo coloro che avranno superato lo scritto.

La parte scritta sarà sui testi:
- Di Nuovo S., Hichy Z. (2007) Metodologia della ricerca psicosociale, Il Mulino, Bologna.
- Lucidi, F., Alivernini, F., Pedon, A. (2008) Metodologia della ricerca qualitativa (capitoli: 1, 2, 3, 5, 6)

La parte orale riguarderà il contributo scelto dallo studente. Gli articoli sono disponibili in allegato.

Materiale didattico

Documenti