“Famiglia, disabilità e immigrazione: quali mediazioni?”

Data inizio
1 settembre 2013
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Culture e Civiltà
Responsabili (o referenti locali)
Landuzzi Maria Gabriella

La ricerca intende focalizzare ciò che era alla base dello studio iniziale dello scorso anno, ovvero quello di analizzare e comprendere l’impatto sulle famiglie immigrate della presenza di una disabilità di un loro membro.
L’ipotesi parte dalla considerazione che la famiglia immigrata, al suo interno e in relazione al territorio, fronteggi tale situazione gestendo un duplice/triplice ruolo di mediazione.
Il progetto, che si muove con la finalità di indagare la specificità delle relazioni famiglia immigrata disabilità e territorio, si pone due ordini di obiettivi:
- da un lato intende perseguire un obiettivo conoscitivo, relativamente ad un fenomeno ancora poco considerato eppure in aumento;
- dall’altro mira ad uno sviluppo operativo dei contenuti affrontati, da conseguire attraverso la individuazione di buone prassi e alla costruzione di strumenti utili per ulteriori analisi e per l’individuazione di possibili azioni di miglioramento delle condizioni delle famiglie stesse.
Dal punto di vista metodologico, il percorso di ricerca qualitativa si articolerà in una serie di fasi:
- Analisi della letteratura di riferimento
- Analisi di sfondo
- Delimitazione del campo empirico di ricerca
- Ricerca quantitativa (realizzazione di focus group , interviste semi-strutturate)
- Analisi dei dati raccolti
Successivamente si prevede una fase di disseminazione delle risultanze.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Attività

Strutture