Il pensiero orale radicato nella presenza

Data inizio
6 giugno 2003
Durata (mesi) 
36
Dipartimenti
Scienze Umane
Responsabili (o referenti locali)
Zamboni Chiara

La ricerca conclude un progetto che ha lo scopo di mettere in luce diversi piani di realtà coinvolti nel fare filosofia in presenza. Per quanto riguarda la presenza , gli studi adoperati saranno di due ambiti di ricerca. Il campo psicoanalitico è coinvolto per mostrare quello che avviene in una ontologia relazionale, di cui abbiamo esperienza nel momento in cui il soggetto non è costituito in modo identitario. Melanie Klein e Julia Kristeva mostrano come - soprattutto per la soggettività femminile - i fantasmi divengano allora metafore incarnate e la presenza prenda una forza dilagante.
Nell'ambito filosofico il nesso presenza ed essere è trattato in alcuni scritti di Martin Heidegger, Maria Zambrano e Merleau-Ponty.
L'obiettivo che la ricerca si propone è di mostrare quali forme retoriche strutturino il pensiero quando si ragiona in presenza.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Attività

Strutture