Etica della professione docente e pedagogia delle famiglie - PEDAGOGIE DELLE FAMIGLIE (2019/2020)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S001195
Docente
Paola Dusi
crediti
4
Settore disciplinare
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 1B dal 18-nov-2019 al 21-dic-2019.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

La rappresentazione della famiglia muta nel corso del tempo, così come le forme familiari. Lo/a studente/ssa sarà accompagnato in un percorso di conoscenza delle costellazioni familiari che abitano la società contemporanea. Il cambiamento delle forme familiari, dei ruoli e delle relazioni all’interno del sistema-famiglia nel contesto di mutate condizioni socio-culturali ed economiche influisce anche sul ruolo e sulle funzioni della scuola e dei suoi professionisti. Il corso è finalizzato all’acquisizione di competenze atte a promuovere il rapporto scuola-famiglia - che oggi costituisce uno dei nodi critici della professione docente - secondo il modello teorico della co-responsabilità e della co-educazione.

Prerequisiti
Lo/la studente/ssa, per accedere all’insegnamento, in modo proficuo, deve possedere i saperi teorico-normativi riguardanti il sistema scolastico italiano; le teorie pedagogico-educative applicate ai contesti scolastici di base; il quadro normativo ed etico relativo alla figura professionale del docente (funzioni, ruoli e competenze). Conoscere i principali metodi e tecniche della ricerca educativa.

Conoscenze e abilità da acquisire
Lo/la studente/ssa al termine del percorso dovrà essere in grado di:

Conoscenze e abilità da acquisire
I descrittore: Conoscenza e Comprensione

- Conoscere i principali quadri teorico-interpretativi delle forme familiari contemporanee.
- Conoscere la normativa concernente il rapporto scuola-famiglie nel sistema scolastico italiano.
- Acquisire consapevolezza della complessità e centralità educativa del rapporto con le famiglie a scuola.
- Possedere i principali quadri teorici interpretativi del rapporto scuola-famiglie.
-
II descrittore: Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione
- Sviluppare competenze comunicative-relazionali atte a promuovere il rapporto con le famiglie.
- Saper utilizzare i principali quadri teorici interpretativi del rapporto scuola-famiglie per analizzare le relazioni con le famiglie dei propri bambini/e e contesto scolastico di riferimento.
- Saper utilizzare procedure e strumenti per migliorare il rapporto con le famiglie.

Programma

Contenuti
L’insegnamento è suddiviso in due moduli:

I modulo: Epistemologia e fondamenti di pedagogia delle famiglie.

- Epistemologia della pedagogia della famiglia.
- Le costellazioni familiari oggi.

II modulo: La relazione scuola-famiglie.

- La relazione scuola-famiglie oggi;
- quadri teorici interpretativi del rapporto scuola-famiglie;
- normativa in vigore sul rapporto scuola-famiglie;
- competenze del docente che favoriscono la relazione scuola-famiglie.


Attività di apprendimento
previste e metodologie di insegnamento

Lezioni frontali con dispositivi di supporto (slide, sequenze cinematografiche, estratti da documenti ministeriali, testi, …); esercitazioni individuali (competenze personali) e di gruppo (analisi di casi, interviste, …).


Eventuali indicazioni
sui materiali di studio

I testi indicati sono riferiti al programma per frequentanti e non frequentanti. Per gli studenti frequentanti verranno fornite ulteriori indicazioni nel corso delle lezioni.

Testi di riferimento

1. Formenti, L. (2004). Pedagogia della Famiglia. Guerini, Milano.
2. Thompson I. et alii (2018). Teacher education and family-school partnerships in different contexts: A cross country analysis of national teacher education frameworks across a range of European countries. Journal of Education for Teaching. To link to this article: https://doi.org/10.1080/02607476.2018.1465621

3. Dusi P., (2012). La comunicazione docenti-genitori. Franco Angeli, Milano.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Paola Dusi La comunicazione docenti-genitori FrancoAngeli 2012
Laura Formenti Pedagogia della Famiglia Guerini 2004
Thompson, Ian Teacher education and family-school partnerships in different contexts: A cross country analysis of national teacher education frameworks across a range of European countries. Journal of Education for Teaching. 2018

Modalità d'esame

Modalità d’esame

La verifica degli apprendimenti prevede due modalità:

1) verifica scritta a domande strutturate e aperte concernenti i testi d’esame.

2) Elaborazione di una microricerca di gruppo (anche in formato video) avente per oggetto il rapporto scuola/famiglia. Tale micro-ricerca consiste in un report scritto attraverso il quale lo/a/e – gli studente/ssa/esse/i analizza/no i dati raccolti attraverso la somministrazione di interviste semistrutturate ai genitori riconosciuti quali testimoni privilegiati di tale rapporto. L’elaborazione della traccia per la somministrazione delle interviste sarà oggetto di attività nel corso delle lezioni.
La micro-ricerca dovrà analizzare i dati raccolti e commentarli con il supporto delle conoscenze teoriche presentate a lezione, e dei testi d’esame (in particolare, si valuterà la padronanza del testo ‘La comunicazione docenti-genitori’) e altri testi individuati ad hoc.
Il lavoro va inviato in formato file alla docente almeno 10 giorni prima della data d’esame e stampato su carta e consegnato il giorno in cui si sosterrà la prova.
Esso è composto da:
- una copertina (riportante: nome e cognome studenti, matricola, corso di laurea, titolo del lavoro, email e telefono);
- abstract ovvero breve sunto del lavoro;
- introduzione;
- analisi dei dati raccolti attraverso la somministrazione di interviste
- riflessioni conclusive;
- bibliografia;
- appendice: trascrizione integrale delle interviste.

Il testo deve essere suddiviso in paragrafi; sostenuto scientificamente da note a piè di pagina e accompagnato da bibliografia finale.
La micro-ricerca deve mostrare chiaramente che c'è stato apprendimento, attraverso la citazione dei testi indicati in bibliografia, altri testi individuati nel corso del lavoro di ricerca e la presenza di una rielaborazione personale–riflessiva riguardante sia le lezioni sia la bibliografia, sia la ricerca effettuata.


Criteri di valutazione

La valutazione dell’esame avrà luogo in trentesimi.
- La prova scritta sarà valutata attribuendo max 20/30;
- il report verrà valutato attribuendo max 10/30;
- il voto finale è frutto della somma aritmetica tra le due prove.

I criteri per la valutazione della prova scritta riguarderanno i seguenti livelli di performance:

- congruenza, articolazione, significatività dei contenuti teorici acquisiti;
- rielaborazione personale dei contenuti nel rapporto tra teoria e pratica;
- padronanza del linguaggio specifico della disciplina;
- correttezza sintattico-grammaticale.

I criteri per la valutazione del report di ricerca saranno i seguenti:

- la modalità di conduzione delle interviste;
- la rigorosità del lavoro di analisi dei dati raccolti;
- la capacità di stabilire connessioni tra i dati raccolti e i nuclei tematici fondativi trattati sia nei testi sia a lezione,
- la rielaborazione personale dei contenuti basata sulle connessioni stabilite tra teoria e dati raccolti.


IN RELAZIONE ALLA SITUAZIONE CONSEGUENTE ALL'EMERGENZA CORONAVIRUS LE MODALITA' D'ESAME SOPRA RIPORTATE VENGONO MODIFICATE PER LA SESSIONE ESTIVA 2020, IN ACCORDO CON LE INDICAZIONI DI ATENEO COME DI SEGUITO SPECIFICATO:

LA PARTE SCRITTA DELLA PROVA DI ACCERTAMENTO E' SOSTITUITA CON UNA PROVA ORALE. LA DATA INDICATA PER GLI ESAMI DELLA SESSIONE ESTIVA A CUI UNO STUDENTE SCEGLIE DI ISCRIVERSI, CORRISPONDE AL GIORNO IN CUI SI FARA' L'APPELLO, SI CALENDARIZZERANNO I COLLOQUI ORALI SULLA BASE DEL NUMERO DEGLI ISCRITTI, E AVRANNO INIZIO GLI STESSI.