Teorie psicologiche e applicazioni educative - ELEMENTI DI PSICOLOGIA DEI GRUPPI (2018/2019)

Codice insegnamento
4S008360
Docente
Sabrina Berlanda
crediti
4
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Periodo didattico dal 3-mag-2019 al 31-gen-2020.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento mira a presentare alcune aree di interesse e teorie della Psicologia Sociale, che possono aiutare a comprendere e a riflettere su alcuni processi che sostengono e regolano la costruzione della relazione che l’educatore instaura con l’utente e con i suoi colleghi.
Gli obiettivi formativi dell’insegnamento sono:
- sviluppare le conoscenze rispetto ad una delle principali teorie psico-sociali relative ai comportamenti degli individui nel contesto educativo (Teoria dell’attaccamento);
- applicare i concetti teorici all’interpretazione del comportamento proprio e altrui nella relazione educativa e nella relazione con altri educatori e/o altri professionisti.

Programma

I principali argomenti previsti dall’insegnamento saranno:
- la relazione educatore/utente alla luce della teoria dell’attaccamento
- il gruppo di utenti: struttura, aspetti psico-sociali e legami di attaccamento
- gli aspetti affettivi della relazione educatore/utente
- l’appartenenza al gruppo professionale: la percezione e la richiesta di supporto
- la soddisfazione lavorativa dell’educatore
- l’autoefficacia professionale dell’educatore

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Pedrazza, M., Berlanda, S., de Cordova, F., & Fraizzoli, M. “I cambiamenti dell’ambiente di lavoro degli educatori nella società contemporanea” 2018 - Articolo del quale la docente fornirà la versione in italiano Pedrazza, M., Berlanda, S., de Cordova, F., Fraizzoli, M. (2018). The changing educators’ work environment in contemporary society, Frontiers in Psychology, 9, 2186.
Pedrazza, M., & Berlanda, S. I professionisti nei servizi per i minori. Comunicazione, innovazione e buone prassi Erickson University and Research 2016 - Capitolo 3 “Servizio minori: team disperso?” (pp. 59-77) oppure - Capitolo 4 “La comunicazione nel Servizio minori: flusso e focus della comunicazione” (pp. 79-113) oppure - Capitolo 5 “Profili dei professionisti nel Servizio minori: comunicazione, preoccupazione e autoefficacia” Trento, (pp. 115-145)

Modalità d'esame

Gli studenti verranno esaminati sulla base di una:
verifica delle capacità di comprensione delle teorie illustrate; verifica delle conoscenze utili all’applicazione di tali competenze in contesto educativo; verifica della capacità di applicazione appropriata dei contenuti e degli elementi metodologici appresi.
L’esame avrà luogo in forma orale con la seguente modalità di valutazione:
Ogni quesito verrà valutato con un voto in trentesimi, il voto finale dell’esame sarà la media delle valutazioni parziali. La valutazione terrà conto di quattro dimensioni: conoscenza dei contenuti teorici (25%); capacità di applicazione appropriata degli stessi in ambito educativo (25%); conoscenza delle metodologie e strumenti adeguati (25%); capacità di rielaborazione critica dei contenuti studiati (25%).