Psicologia del lavoro (2007/2008)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00774
Docente
Cristina Maria Rappagliosi
crediti
4
Settore disciplinare
M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. I B dal 12-nov-2007 al 20-dic-2007.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il corso di Psicologia del Lavoro intende fornire agli studenti la conoscenza dei fenomeni principali che caratterizzano il comportamento umano nelle strutture produttive nei sistemi sociali organizzati. Per questo motivo nel corso verranno presi in considerazione quei fenomeni psicologici e psicosociali che caratterizzano il rapporto dell'individuo con le strutture produttive, col lavoro meccanizzato ed organizzato. Una particolare attenzione verrà rivolta alla comprensione dei diversi fenomeni conseguenti ai cambiamenti in atto all’esterno e all’interno delle organizzazioni ed alle loro conseguenze sulle condotte lavorative.

Programma

A. Nascita ed evoluzione della Psicologia del Lavoro.
B. Aspetti psicologici e psicosociali collegati al lavoro.
C. Psicologia del lavoro: la psicologia del lavoro oggi; lavoro e problemi psicologici ad esso connessi; reclutamento, selezione, addestramento, formazione; nuove competenze, ruoli lavorativi, valutazione e sviluppo del personale (Assessment Center, ecc.); gestione del personale e stili di leadership nei nuovi contesti organizzativi; analisi del lavoro nelle organizzazioni; qualità della vita e salute negli ambienti lavorativi (stress, burnout, mobbing, coping, aspetti ergonomici, ecc.); gruppi di lavoro, clima organizzativo e gestione dei conflitti; motivazione al lavoro; nuove tecnologie e lavoro; qualità di un prodotto/servizio; la Customer Satisfaction; psicologia sociale della sottoccupazione e della disoccupazione; l'ergonomia.

Testi per l’esame:

Testo generale obbligatorio per lo scritto (triennalisti e quadriennalisti)
Novara, Sarchielli (1996), Fondamenti di Psicologia del lavoro, Il Mulino, Bologna

Testi di approfondimento per l’orale (triennalisti e quadriennalisti)
Uno a scelta tra i seguenti:
F. Avallone, A. Paplomatas (2005), Salute organizzativa. Raffaello Cortina Editore, Milano.
A. Battistelli (a cura di) (2001), I giovani e la scelta imprenditoriale, Guerini Studio, Milano.
L. Borgogni (a cura di) (1998), Valutazione e motivazione delle risorse umane nelle organizzazioni. Franco Angeli, Milano.
A. D’Amato, V. Majer (2005) Il vantaggio del clima. Raffaello Cortina Editore, Milano.
M. Depolo (a cura di) (2003), Mobbing: quando la prevenzione è intervento. Aspetti giuridici e psicosociali del fenomeno. Franco Angeli, Milano.
G. Favretto (2005) (a cura di) Le forme del mobbing. Cause e conseguenze di dinamiche organizzative, Raffaello Cortina Editore, Milano.
G. Favretto (2002), Il cliente nella sanità. I risultati di un percorso di ricerca, FrancoAngeli, Milano.
G. Favretto (1994), Lo stress nelle organizzazioni, Il Mulino, Bologna.
G. Favretto, A. Comucci Tajoli (1988), Insegnare oggi: Soddisfazione o stress?, Franco Angeli, Milano.
G. Favretto, C.M. Rappagliosi (1997), Dirigenza Scolastica. Problemi, Stress, Soluzioni, Armando Editore, Roma.
C. Rappagliosi (2003), Scuola e qualità: la customer satisfaction, FrancoAngeli, Milano.
A. Pedon, R. Maeran (2002), Psicologia e mondo del lavoro. Temi introduttivi alla psicologia del lavoro. Led, Milano.

Modalità d'esame

L’esame è costituito di 2 parti: una prova scritta (30 domande di tipo multiple choice) e una prova orale (per i testi di riferimento vedasi l’elenco sopra indicato).