Theory and practice of education

Paola Dal Toso
Professore associato
Daniele Loro
Professore associato
Competenze
Argomento Persone Descrizione
Educazione religiosa con particolare riferimento al vissuto giovanile Paola Dal Toso
È difficile leggere e interpretare il mondo giovanile odierno così complesso e variegato, che ad uno sguardo superficiale può apparire appiattito sulle dimensioni dell’effimero e del banale. Le indagini attestano che è sempre più crescente il numero di chi si dichiara non credente, pur avendo seguito il catechismo e frequentato la parrocchia o l’oratorio. Sembra che abbiano una modesta, se non scarsa conoscenza dei contenuti di fede, tanto che si potrebbe dedurre che la religione non abbia più nulla da dire loro. Eppure, altre ricerche evidenziano che le giovani generazioni sono alla ricerca del senso della propria esistenza, covano un desiderio di assoluto: nel loro orizzonte Dio non è assente. Il fatto che non siano praticanti non significa che non siano comunque alla ricerca di un rapporto autentico con Dio, anche se in modo confuso. In questa situazione piuttosto inedita, quale il compito dell’educatore? Quali possibili azioni?
L’ermeneutica come metodologia educativa e pedagogica Daniele Loro
Per saper educare non è sufficiente osservare e descrivere con cura un evento educativo; non è nemmeno possibile passare direttamente e meccanicamente dalla osservazione alla progettazione e poi all’azione. Di mezzo vi è il momento essenziale dell’educatore (o del pedagogista) che comprende il significato di ciò che osserva e poi lo “traduce” in azione intenzionale, cioè in un progetto. Dall’efficacia del progetto si può aver la conferma la validità e il valore della “comprensione” e della sua “interpretazione”.La presente attività di ricerca si colloca all’interno della seguente linea di ricerca, attivata in Dipartimento: “Radici e culture della contemporaneità: teorie pedagogiche”.

Attività

Strutture