Filosofia morale (2012/2013)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S00765
Docente
Carlo Chiurco
Coordinatore
Carlo Chiurco
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/03 - FILOSOFIA MORALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. IIB dal 22-apr-2013 al 9-giu-2013.

Orario lezioni

Sem. IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 11.00 - 13.30 lezione Aula Zorzi B  
mercoledì 11.00 - 13.30 lezione Aula Zorzi B  

Obiettivi formativi

La filosofia morale indaga sui principi che, nel corso della storia, hanno guidato o guidano (o meglio, dovrebbero guidare) le azioni umane, siano esse atti individuali o scelte compiute da un’intera società. Attraverso l’analisi dei più importanti problemi etici, con particolare riferimento a tematiche attuali, gli studenti dovranno acquisire un buon livello di consapevolezza critica riguardo ai principali temi dell’etica e ad alcuni dei più importanti problemi morali del nostro tempo.

Programma

La seduzione e il suo potere

La seduzione è una delle forze fondamentali dietro la nostra società. L’economia, per fare un esempio, si regge sulla pubblicità, che in fondo però non è niente altro che seduzione operata nei confronti dei consumatori. Per non parlare della politica, dove la crisi del modello democratico rappresentativo si è tradotta in una fortissima personalizzazione (non si votano più i partiti, ma i leader, «le persone», come si sente dire ovunque) che, se associata a un forte potere mediatico, porta addirittura a modelli di autoritarismo morbido. Ma la seduzione è anche qualcosa che intacca da vicino le nostre vite personali, i rapporti umani: fenomeni come i social network o le chat line, oggi fondamentali per socializzare e conoscere persone, sarebbero inconcepibili se dietro non fosse all’opera un fortissimo meccanismo seduttivo, quello della vetrina dove mettersi in mostra. Per non parlare della corsa a partecipare ai reality show, che ha reso ancora più vera la celebre profezia di Warhol: «Un giorno tutti nel mondo saranno famosi per quindici minuti». La seduzione sembra essere un fenomeno puramente moderno: nasce col soggettivismo, che si forma appunto a partire dal 1600. E proprio l’età moderna ci dà i due più grandi esempi di seduttori: Casanova e Don Giovanni. Vedremo come proprio la modernità abbia trasformato questo fenomeno, che ha radici naturali, distorcendolo totalmente, e rendendolo la negazione pura e semplice dell’etica.

Materiali per l’esame:
- Guy Debord, "La società dello spettacolo", Dalai 2008, solo il primo capitolo (in internet si trovano anche e-book scaricabili);
- Jean Baudrillard, "Della seduzione", Studio Editoriale 1997, solo il primo capitolo.
- Søren Kierkegaard, "Diario del seduttore", va bene qualunque edizione in commercio;
- Lorenzo Bernini, «Not in My Name. Il corpo osceno del tiranno e la catastrofe della virilità», in Carlo Chiurco (ed.), "Filosofia di Berlusconi. L’Essere e il Nulla nell’Italia del Cavaliere", ombre corte, Verona 2011, pp. 15-51.
- Wolfang Amadé Mozart, "Don Giovanni" (parti proiettate e commentate a lezione).
- File audio delle lezioni reperibili sul sito di e-learning di Ateneo.
- Dispensa del corso disponibile presso Qui Edit.

Modalità d'esame

Prova orale.