Antropologia culturale [Cognomi M-Z] (2007/2008)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00742
Docente
Anna Maria Paini
crediti
8
Settore disciplinare
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. II A, Sem. II B

Orario lezioni

Sem. II A
Giorno Ora Tipo Luogo Note
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula T.5  
giovedì 15.40 - 17.20 lezione Aula T.5  
venerdì 10.10 - 11.50 lezione Aula T.5  
Sem. II B
Giorno Ora Tipo Luogo Note
mercoledì 14.00 - 15.40 lezione Aula 2.3  
giovedì 14.00 - 15.40 lezione Aula 2.3  
venerdì 10.10 - 11.50 lezione Aula T.5  

Obiettivi formativi

Attraverso diverse modalità didattiche (lezioni frontali, laboratorio di interviste etnografiche, incontri con esperti, filmati) il corso si propone di introdurre gli/le studenti alla conoscenza critica di concetti-chiave, metodi, strumenti e dei dibattiti scaturiti nell’ambito dei contesti teorici ed etnografici più recenti.

Programma

La prima parte del corso affronterà alcune tematiche di studio e metodologiche dell’antropologia contestualizzandole nella storia della disciplina e alla luce del dibattito antropologico contemporaneo. Nella seconda parte del corso casi etnografici relativi all’Oceania verranno utilizzati per approfondire alcuni di questi temi (quali gli usi del passato nel presente; le istituzioni politiche consuetudinarie e contemporanee; le reti sociali).

Testi per l’esame:
M. Herzfeld, 2006, Antropologia. Pratica e teoria nella cultura e nella società, Firenze, Seid (i capitoli 1,3,4,5,6,7,8,9,e 10).
A. Barnard, 2002, Storia del pensiero antropologico, Bologna, il Mulino
(pp. 43-54; 85-107; 163-234).
A. Paini, 2007, Il filo e l’aquilone. I confini della differenza in una società kanak della Nuova Caledonia, Torino, Le Nuove Muse.
D. Pilkington, 1996, Rabbit-Proof Fence, trad. it. Barriera per conigli, Varese, Giano Editore (in alternativa S. Morgan, 1987 My Place, trad. it, 1999, La mia Australia, Milano, Bompiani).

Modalità d'esame

L’esame si svolgerà in forma orale.
Si valuteranno le relazioni scritte e orali svolte dai/dalle frequentanti.
Sono considerati frequentanti coloro che partecipano a metà delle ore di lezione.