Antropologia dell'educazione (2005/2006)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00769
Docente
Gabriel Maria Sala
crediti
4
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
SEM. II A, SEM. II B

Orario lezioni

SEM. II A
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 17.00 - 18.00 lezione Aula 1.6  
giovedì 18.00 - 19.00 lezione Aula 1.6  
venerdì 17.00 - 18.00 lezione Aula 1.6  
SEM. II B
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 18.00 - 19.00 lezione Aula 1.6  
giovedì 18.00 - 19.00 lezione Aula 1.6  
venerdì 18.00 - 19.00 lezione Aula 1.6  

Obiettivi formativi

Modulo A
Nel quadro delle scienze dell’educazione il corso proporrà un confronto con modelli educativi, forme di conoscenza e di trasmissione del sapere in società differenti.
Modulo B
Utilizzando metodologie e tecniche di ricerca differenti, si analizzerà la complessità dei rapporti tra il rito e il culto delle immagini, prendendo in considerazione le pratiche del gioco, del travestimento e del teatro in differenti culture.
I partecipanti al corso, sia del Modulo A sia del Modulo B, saranno invitati ad interrogarsi sulle particolarità del gioco sia in educazione, sia nelle forme d’iniziazione di culture occidentali e non occidentali, tenendo conto sia dei saperi tradizionali e moderni, sia dei vissuti personali.

Programma

IL GIOCO E LA MASCHERA
Modulo A
1) Modelli di gioco e forme di esperienza
a) La passione per il gioco: voglia di giocare e perdita della capacità di giocare
b) Il caso e la necessità: fortuna e azzardo
2) Il gioco delle parti
c) Travestimenti, sdoppiamenti e maschere
d) Gnosi, Cabala, tarocchi e personaggi shakesperiani
Modulo B
1) Giochi indiziali
e) Forme di conoscenza e divinazione
f) I segni del destino: Mesopotamia, Grecia e Cina
2) Nostalgia e voci degli altri mondi
g) Maschere e Dei, sogni e teatri
h) Tra i guaritori nell'Africa subsahariana e gli sciamani della Mongolia

Modalità d'esame

La valutazione avverrà durante tutta la durata del corso e si attuerà attraverso una sperimentazione programmata di:
- autovalutazione della performance e dei lavori individuali e di gruppo
- individuazione di strumenti qualitativi di valutazione e valutazione degli apprendimenti, delle letture, del modello didattico e dell'organizzazione stessa del corso
- valutazione aperta del saggio finale.
Non è possibile sostenere le prove d’esame del Modulo B senza aver sostenuto precedentemente quelle del Modulo A.