Psicologia dello sviluppo (2004/2005)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00717
Docente
Manuela Lavelli
crediti
8
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-PSI/04 - PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 2 dal 21-feb-2005 al 4-giu-2005.

Orario lezioni

Sem. 2

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di:
a) Fornire le conoscenze di base relative ai processi di sviluppo che interessano l’arco di vita dell’essere umano, e alle principali posizioni teoriche che interpretano tali processi.
b) Favorire la riflessione sullo sviluppo come insieme di processi psichici dipendenti dall’interazione tra fattori biologici ed ambientali (maturazione neurobiologica, stimolazioni ambientali, esperienze relazionali nei diversi contesti ecologici: famiglia, istituzioni educative, gruppo dei pari, cultura e sistemi simbolici di riferimento).
c) Favorire la discussione sull’applicazione dei risultati della ricerca psicologica in campo educativo.

Programma

Parte istituzionale
I processi che caratterizzano le diverse fasi e i diversi domini dello sviluppo saranno presentati alla luce delle principali prospettive teoriche e dei relativi paradigmi di ricerca. Un’attenzione particolare verrà focalizzata sulla relazione tra processi socio-affettivi e processi cognitivi.
- Questioni-chiave della psicologia dello sviluppo.
- Metodi di indagine in psicologia dello sviluppo.
- Periodo pre- e post-natale: Continuità dello sviluppo. Competenze percettive e relazionali del neonato: confronto fra neuroscienze e prospettive interazioniste.
- Prima infanzia: Sviluppo senso-motorio e conoscenza del mondo fisico: confronto fra teoria piagetiana e posizioni neoinnatiste. Regolazione di attenzione e affetti nelle prime interazioni adulto-lattante, e origine della cognizione sociale. Sviluppo dell’espressività emozionale. Formazione del legame di attaccamento e sviluppo cognitivo. Acquisizione della competenza comunicativa, sviluppo del linguaggio e formazione dei concetti: rapporto fra linguaggio e processi cognitivi in Vygotskij e Piaget.
- Età prescolare: Stili educativi e sviluppo dell’autonomia e dell’autoregolazione. Sviluppo della competenza sociale nell’interazione coi pari. Pensiero egocentrico piagetiano e ricerche sulla teoria della mente.
- Età scolare: Sviluppo del pensiero operatorio e delle capacità metacognitive. Sviluppo della comprensione degli altri e relazioni amicali. Dinamiche relazionali e aggressività nel gruppo dei pari: il fenomeno del bullismo.
- Preadolescenza e adolescenza: Cambiamenti psico-fisiologici e modificazione del rapporto con gli adulti e con i pari. Sviluppo cognitivo: confronto fra teoria piagetiana e teorie delle intelligenze multiple. Adolescenza come secondo processo di individuazione: compiti evolutivi dell’adolescente. Ruolo del gruppo dei pari nell’adolescenza.
- Età adulta e invecchiamento: Sviluppo della generatività. Attaccamento nella vita adulta e trasmissione intergenerazionale dell’attaccamento. Cicli di vita familiare. Processi cognitivi e memoria nell’età adulta e senile.
Parte monografica
Sarà approfondita la dimensione dello sviluppo della comunicazione e del linguaggio, con particolare attenzione alla questione della continuità-discontinuità fra comunicazione prelinguistica e linguaggio, attraverso il confronto tra le principali posizioni teoriche e le relative evidenze empiriche oggi disponibili.

Modalità d'esame

L’esame consisterà in una prova scritta costituita da 6 domande a risposta aperta (tempo 2 h). I frequentanti avranno la possibilità di scegliere se sostenere l’esame sotto forma di prova scritta o colloquio orale; nel caso del colloquio orale le disponibilità di appello saranno 3, distribuite nei mesi di giugno, luglio e settembre.

Materiale didattico

Documenti