Educazione comparata (2004/2005)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00748
Docente
Gabriel Maria Sala
crediti
4
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-PED/02 - STORIA DELLA PEDAGOGIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 2 dal 21-feb-2005 al 4-giu-2005.

Orario lezioni

Sem. 2

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

Dalla fine degli anni ottanta anche il nostro paese è stato investito dal grande flusso migratorio verso l’Europa. Le trasformazioni sociali generate hanno provocato a volte integrazioni sociali ed economiche, a volte matrimoni misti, soggetti creoli e culture meticce, a volte conflitti religiosi o interetnici, a volte disadattamento e marginalità sociale, culturale e scolastica. La complessità dell’interazione con individui, famiglie e gruppi differenti per lingue, etnie e culture ha messo educatori, terapeuti ed operatori sociali di fronte a difficoltà sia tecniche e metodologiche, che teoriche: le logiche con cui intendere e valutare rischi, eziologie, prevenzioni e cure richiedono saperi, forme di conoscenza e di operatività completamente differenti.

Programma

Il corso si propone di comprendere attraverso quali azioni e quali figure intermediarie sia possibile:
a) il riconoscimento dei modelli culturali reciproci
b) l’individuazione di dispositivi che riescano ad attivare processi di mediazione tra persone, gruppi e comunità di culture differenti
c) l’attivazione di processi di trasformazione e cambiamento, necessari alla soluzione dei conflitti e al raggiungimento di un accordo tra le parti stesse.
Modulo A
In questo primo modulo il corso sarà così articolato:
1) Metodi comparativi e forme di conoscenza:
- Teorie e metodi nella ricerca, nella clinica e nella formazione
- Ordine, disordine e concezioni del mondo
2) Stare in mezzo alle culture
- Confini e transiti, rifugiati e migranti
- Miti e riti tra Mediterraneo, Africa nera e nord est asiatico
Modulo B
In questo secondo modulo il corso esaminerà concrete pratiche di intervento e di mediazione culturale. In particolare.
- Interpreti e mediatori
- Babele: lingue, traduzioni, malintesi e tradimenti
- Dispositivi e pratiche di mediazione

Modalità d'esame

La valutazione avverrà durante tutta la durata del corso e si attuerà attraverso una sperimentazione programmata di:
- autovalutazione della performance e dei lavori individuali e di gruppo
- individuazione di strumenti qualitativi di valutazione e valutazione degli apprendimenti, delle letture, del modello didattico e dell'organizzazione stessa del corso
- Valutazione aperta del saggio finale.

Non è possibile sostenere le prove d’esame del Modulo B senza aver sostenuto precedentemente quele del Modulo A