Gruppi di ricerca

Azione di Ricerca Interdisciplinare di Dipartimento - EMOZIONI (ARIdip – EMOZIONI)

Oggetto dell’indagine del gruppo di ricerca è l’esperienza affettiva lungo tre direttive, intrecciate sul piano individuale e sociale: il rapporto emozione-cura, la condivisione emotiva (emotional sharing) e la regolazione emotiva (emotions regulation). La ricerca sarà sviluppata grazie alla collaborazione dei membri delle aree filosofica (con sviluppo del tema nel pensiero antico e medioevale, in John Locke, in Hannah Arendt e nel dibattito fenomenologico contemporaneo), psicologica (emotion regulation nell'accudimento), pedagogica (emotional labor) e sociologica (lavoro di cura ed emozioni).

Referenti
Luigina Mortari

Maria Cecilia Barbetta
Ricercatore
Carlo Chiurco
Ricercatore
Paola Di Nicola
Professore ordinario
Luigina Mortari
Professore ordinario
Davide Poggi
Professore associato
Lorenzo Vitale
Cultore della materia
Francesco Benoni
Dottorando
Guido Cusinato
Professore associato
Anna Maria Meneghini
Ricercatore
Linda Napolitano
Professore ordinario
Federica Valbusa
Ricercatore a tempo determinato
Debora Viviani
Professore a contratto (Dipartimento Culture e Civiltà)
Argomento Area di ricerca
Epistemologia della ricerca qualitativa Metodi di ricerca nelle scienze umane
Education  -  Theory and practice of education
Fenomenologia delle emozioni ed emotional sharing Teorie e pratiche della cura
Philosophy  -  METAPHYSICS AND ONTOLOGY
Filosofia della cura Teorie e pratiche della cura
Education  -  Theory and practice of education
Filosofia dell’esistenza Teorie e pratiche della cura
Education  -  Theory and practice of education
Le emozioni nel soggetto contemporaneo Teorie e pratiche della cura
History of philosophy  -  HISTORY OF PHILOSOPHY: GENERAL HISTORY
Metodologia della ricerca qualitativa Società inclusive e pratiche di cittadinanza
Education  -  Theory and practice of education
Psicologia delle emozioni e della motivazione nei processi di apprendimento Formazione e organizzazioni
Psychology  -  Psychology, Educational
Psicologia delle emozioni e delle motivazioni Formazione e organizzazioni
Psychology  -  Psychology, Educational
Radici e culture della contemporaneità Radici e culture della contemporaneità
History of philosophy  -  HISTORY OF PHILOSOPHY: GENERAL HISTORY
Romanticismo tedesco Radici e culture della contemporaneità
History of philosophy  -  HISTORY OF PHILOSOPHY: GENERAL HISTORY
Storia delle idee: Storia della filosofia medievale - Pittura e filosofia Radici e culture della contemporaneità
Philosophy  -  PHILOSOPHY OF ART
Teoria dell'educazione affettiva Società inclusive e pratiche di cittadinanza
Education  -  Theory and practice of education
Nome Descrizione
Centro di ricerca "FormaMentis" Il centro di ricerca "FormaMentis" si propone come polo di ricerca avanzata sulla fenomenologia delle relazioni di cura, sui processi di formazione (PaideiaBildung) nelle diverse discipline e culture e sulla filosofia come esercizio di trasformazione. Obiettivo del centro è quello di promuovere una riflessione non riduzionistica sulla condizione umana  in una prospettiva interdisciplinare.  
 
 
 
 
Centro di ricerca ASKLEPIOS - Filosofia, cura, trasformazione E’ costituito presso il Dipartimento di  Scienze umane (già Dipartimento di Filosofia, Pedagogia e Psicologia) dell’Università degli Studi di Verona il Centro di ricerca “Asklepios.  Filosofia, cura, trasformazione”.
Obiettivo del Centro è quello d’indagare, approfondire, confrontare autori, testi, indirizzi di pensiero che si occupano di cura filosoficamente fondata e orientata (epimeleia heautou, cura sui, fenomenologia della cura) (dallo ‘Statuto’, art. 1 e 2, cfr. “Documenti disponibili”)
 

Fondatori: Carlo Chiurco, Guido Cusinato, Mario Lombardo, Linda Napolitano
 
Direttivo e Comitato Scientifico (approvato nell’Assemblea del 15.11.2016):
Carlo Chiurco, Marco Dalla Valle, Fabio De Nardi, Mario Lombardo, Linda Napolitano


 
Centro "Ricerche di Gnoseologia e Metafisica"

Il riferimento prioritario del Centro "Ricerche di Gnoseologia e Metafisica" è al metodo critico della “gnoseologia pura elementare” o “filosofia dell’esperienza immediata, elementare, integrale” di Giuseppe Zamboni (1875-1950), ma si allarga sul versante contemporaneo anche alle discipline fenomenologiche e psicologiche, mentre non trascura il complesso dibattito che sul problema della conoscenza si è venuto sviluppando lungo il pensiero moderno, da Descartes e ancor prima, fino a Kant e all’Ottocento.

Il Centro si pone come polo interdisciplinare di ricerca avanzata e privilegia le problematiche di natura ontologica e gnoseologica, coniugando l’indagine teoretica con quella storico- filosofica (storia dei concetti e dei problemi, nonché studio del lessico filosofico) e quella psicologica.

Tra le sue priorità:

1) affermare l’imprescindibilità dell’approccio critico-sperimentale allo studio della realtà, nelle sue differenti manifestazioni (estendendo le proprie indagini anche agli enti di relazione e all’ontologia sociale);

2) riaffermare la centralità della persona umana come nucleo sperimentale di ogni possibile discorso ontologico in senso forte;

3) promuovere approfondimenti nel campo del problema della conoscenza e della metafisica, anche inserendosi nel più vasto campo del dibattito internazionale su queste tematiche, in collaborazione con analoghi centri di ricerca a livello europeo e internazionale.
 

Il Centro si propone di organizzare seminari, convegni, giornate di studio sulle tematiche di suo interesse e si prefigge di istituire relazioni per la condivisione di informazioni, database, ecc. sia con altri centri di ricerca, sia con enti pubblici e associazioni private, operanti sul territorio nazionale e internazionale, anche attraverso la creazione di un sito web dedicato, rivolto all’edizione critica di testi e alla pubblicazione di ricerche specifiche che rientrino nel quadro più generale delle proprie iniziative.



I collaboratori di cui il Centro si avvarrà non sono stabiliti in senso assoluto, potendo eventualmente includere i dottorandi i cui ambiti di studio e ricerca siano affini a quelli del Centro.

Attività

Strutture