Corsi di laurea magistrale

Offerta formativa attuale

Laurea magistrale in Psicologia per la formazione
Il corso si propone di sviluppare le conoscenze e le competenze avanzate del sapere psicologico applicate in particolare agli ambiti della formazione e dello sviluppo professionale delle persone in contesti organizzativi.
Il/la laureato/a sarà in grado di disporre di strumenti avanzati e critici di analisi dei contesti organizzativi, utili a supportare riflessioni competenti e creative spendibili sia nei contesti applicativi che in quelli di ricerca.
Le competenze saranno raggiunte in un percorso in cui i saperi di ambito psicologico, fondanti la figura professionale formata, sono integrati da saperi di ambito pedagogico e metodologico-didattico relativi all'apprendimento in età adulta. Il corso riserva una forte attenzione agli aspetti metodologici, nell'integrazione di approcci qualitativi e quantitativi, e ha cura di sviluppare una prospettiva umanistica.
Il corso prevede anche attività di laboratorio e di pratica supervisionata utili ad integrare le conoscenze disciplinari con competenze maggiormente professionalizzanti.
La presenza di accordi con università straniere per la collaborazione in ambito didattico permette di sviluppare parte della propria formazione in contesti universitari internazionali (periodi di studio, tirocinio, tesi di laurea).
Il/la laureato/a magistrale in Psicologia per la formazione potrà esercitare funzioni di elevata responsabilità sia nella creazione di ambienti formativi, sia nella progettazione, realizzazione e valutazione di interventi volti alla formazione delle persone nelle organizzazioni, all'orientamento professionale, allo sviluppo di competenze.
Possibili sbocchi lavorativi sono: Psicologi della formazione; Psicologi del lavoro e delle organizzazioni; Psicologi per l'orientamento scolastico-professionale; Specialisti in risorse umane; Specialisti dei servizi al lavoro e dell'organizzazione del lavoro; Docenti della formazione e dell'aggiornamento professionale; Esperti della progettazione formativa; Formatori e sviluppatori di competenze.
Per l'ammissione è richiesto il possesso di 90 crediti formativi universitari (CFU) nei settori M-PSI, M-PED, M-FIL, SPS, di cui almeno 80 nei settori M-PSI. Qualora il/la candidato/a possieda una laurea triennale con un punteggio inferiore a 100/110 è prevista una prova di accertamento delle conoscenze di base in ambito psicologico. È richiesta la conoscenza di una lingua straniera tra quelle riconosciute della comunità europea, certificata o con un esame nei settori scientifici disciplinari L-LIN o con un attestato di competenza linguistica B1 o equivalente.
 

Per informazioni complete su obiettivi, attività, servizi, risorse e risultati della formazione è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).

---------------------------------------------------------------------------------
Per richieste di informazioni e chiarimenti sulla laurea magistrale in Psicologia per la formazione è attivo lo SPORTELLO INFORMATIVO

Laurea magistrale in Scienze filosofiche
Il corso offre una preparazione avanzata nei diversi settori in cui si articola il pensiero filosofico (teoretico, etico, storico, estetico, politico), con particolare attenzione a nuclei tematici forti, in primis, quello della “cura”.
Il laureato sarà in grado di sviluppare autonome capacità di ricerca, diffusione delle conoscenze, elaborazione di metodologie e tecniche analitiche, con specifiche e solide competenze di livello superiore in ogni settore culturale e professionale legato a produzione, circolazione e analisi di testi.
Tali competenze saranno raggiunte mediante la conoscenza di tutte le parti della filosofia nel suo svolgimento storico e la capacità di comprensione di testi filosofici nella loro articolazione, di storia delle fonti, di ricezione immediata e a lungo termine.
La didattica è svolta con un occhio di riguardo per le attività seminariali, andando oltre il modello di lezione frontale, così da fornire il massimo stimolo critico agli studenti. Il percorso formativo, oltre a incentivare le esperienze di studio all'estero, prevede un innovativo tirocinio obbligatorio, vòlto a potenziare l'inserimento nel mondo del lavoro.
In continuità con l'offerta formativa della laurea triennale in Filosofia e in collaborazione con i Centri di Ricerca del Dipartimento, il corso mira a formare figure professionali altamente competenti e specializzate nei settori quali insegnamento, formazione, ricerca e gestione delle risorse umane. Mediante un percorso formativo peculiare e innovativo imperniato sul nucleo tematico della “cura”, punta a fornire un'ulteriore e originale professionalizzazione.
Il corso si inserisce inoltre come medio tra la formazione di base erogata nel corso di laurea triennale e l'avvio alla ricerca vera e propria costituito dal Dottorato in Scienze umane e da Master di II livello.
Possibili sbocchi lavorativi, oltre al tradizionale ambito dell'insegnamento, sono la gestione delle risorse umane, l'organizzazione e la gestione di eventi, l'editoria, il giornalismo e la comunicazione pubblicitaria, nonché la collaborazione con organizzazioni che si occupano della cura in diversi ambiti sociali.
È richiesto il possesso di 60 CFU in SSD del gruppo filosofico (M-FIL/01-02-03-04-05-06-07-08), politico (SPS/01 Filosofia politica) o IUS/20 (Filosofia del diritto).
Nel regolamento didattico del corso sono indicati contenuti e modalità di verifica della preparazione personale.
 

Per informazioni complete su obiettivi, attività, servizi, risorse e risultati della formazione è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).

► Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Laurea magistrale in Scienze pedagogiche

Il corso offre una preparazione avanzata nell'ambito delle molteplici attività educative in cui sia richiesta la presenza di un professionista, esperto in problematiche di natura pedagogica o in possesso di una specifica competenza nel coordinamento e nella gestione di servizi educativi.
Il laureato magistrale potrà operare sia in un contesto educativo in cui siano richieste competenze di consulenza pedagogica (analisi, progettazione, azione, valutazione, ricerca e formazione) sia nel contesto dell'organizzazione e del coordinamento di servizi educativi. 
Tali competenze sono raggiunte attraverso insegnamenti pedagogici con un forte carattere interdisciplinare, articolati secondo finalità di carattere metodologico, epistemologico e riflessivo.
A supporto della didattica tradizionale, il corso prevede un tirocinio obbligatorio e la presenza di alcune attività di laboratorio, a scelta, collegate a singoli insegnamenti.
Il corso prepara all'acquisizione del profilo professionale del/della pedagogista, come definito dalla Legge n. 205, 27/12/2017, Commi 594-601. Il corso forma figure professionali competenti nel campo della consulenza pedagogica e del coordinamento e della gestione di servizi che “operano nei servizi e nei presidi socio‐educativi e socio‐assistenziali, nei confronti di persone di ogni età, prioritariamente nei seguenti ambiti: educativo e formativo; scolastico; socio‐assistenziale, limitatamente agli aspetti socio‐educativi; della genitorialità e della famiglia; culturale; giudiziario; ambientale; sportivo e motorio; dell'integrazione e della cooperazione internazionale”. 
Possibili sbocchi lavorativi sono nell'ambito delle realtà pubbliche, private o del privato sociale e della libera professione. È possibile, anche, diventare insegnanti nella scuola secondaria di II grado (classe A018 – Filosofia e Scienze Umane) previo completamento del percorso di ammissione all'insegnamento.
Per accedere al corso è richiesta un'adeguata preparazione nell'ambito delle aree disciplinari caratterizzanti il percorso formativo: area pedagogica, psicologica, filosofica, sociologica. In particolare è richiesto il possesso di 60 crediti formativi universitari nei seguenti settori disciplinari qualificanti: M-PED, M-PSI, M-FIL e SPS (da SPS/07, SPS/08,SPS/09, SPS/10, SPS/11 e SPS/12), di cui almeno 9 cfu di area pedagogica. È richiesta la conoscenza di una lingua straniera con certificazione B1 o superiore, e documentate competenze informatiche. Il corso di laurea è ad accesso programmato a livello locale e prevede un test.
Il corso di studio prevede la possibilità di svolgere periodi all'estero attraverso il programma Erasmus e i progetti di tirocinio.

Per informazioni complete su obiettivi, attività, servizi, risorse e risultati della formazione è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).

Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

--------------------------------------------------------
LINEE GUIDA per gli studenti iscritti al CdS di Scienze Pedagogiche:
1) Documento informativo sulla riorganizzazione delle TESI DI LAUREA

Laurea magistrale in Servizio sociale in ambiti complessi
Il laureato magistrale sarà in grado di operare a contatto con forme di complessità che riguardano persone e famiglie nel quadro attuale di crescente vulnerabilità (violenza familiare, nuove dipendenze, nuove povertà, problematiche cumulate) e che riguardano gestione e governo dei servizi sociali e sanitari come professionista di riferimento. Le competenze saranno acquisite mediante insegnamenti di servizio sociale (avanzati) e materie giuridiche, sociologiche, psicologiche e medico-sanitarie. Alla complessità organizzativa si rivolgono materie di manageriali ed economico-aziendali, coadiuvate da conoscenze di carattere giuridico e metodologico avanzato. A supporto della didattica frontale, il corso prevede un tirocinio professionale di 250 ore seguito da tutor, svolto presso enti accreditati. Il tirocinio può essere fatto all'estero, anche come attività supportata dal programma Erasmus. Il corso di laurea, infatti, è collegato a sedi straniere attraverso programmi di mobilità internazionale. 

Il corso forma professionisti competenti nella direzione, supervisione, coordinamento di servizi sociali nonché nella consulenza su problemi sociali di elevata complessità. Il professionista potrà spendere le proprie competenze inserendosi in servizi e organizzazioni pubbliche, private, di terzo settore. Il titolo consente, previo superamento dell'esame di Stato, l'iscrizione all'albo A degli assistenti sociali. 
Possono accedere i laureati dei Corsi di studio appartenenti alla Classe L-39. I laureati di altre Classi (precedenti e successivi al D.M. 270/2004) e chi è in possesso di omologhi titoli di studio conseguiti all'estero riconosciuti idonei secondo la vigente normativa, devono possedere requisiti curriculari per un totale di 87 CFU, come qui indicato: 27 CFU in discipline di Servizio sociale (SSD Sps/07).; 60 CFU conseguiti nei SSD nelle Aree 14 (Scienze Politiche e Sociali); 13 (Scienze Economiche e Statistiche); 12 (Scienze Giuridiche); 11 (Scienze Storiche, Filosofiche, Pedagogiche e Psicologiche); 6 (Scienze Mediche). All'atto dell'iscrizione lo studente dovrà disporre del certificato B1 valido o di un esame universitario in una delle lingue ufficiali dell'Unione Europea. Una volta iscritti, chi non fosse in possesso della laurea L-39, concorderà con i docenti, su approvazione del Collegio Didattico, un piano di studi individualizzato per il tirocinio.
 

Per informazioni complete su obiettivi, attività, servizi, risorse e risultati della formazione è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).

►Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Corsi non attivi nell'anno accademico attuale

Laurea magistrale in Formazione e sviluppo delle risorse umane Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)
La componente più importante di una organizzazione sono le persone che vi lavorano. Occuparsi delle persone all'interno di una organizzazione e della loro formazione, promuovendone la motivazione, la partecipazione, la responsabilità, il benessere, è uno dei modi – forse il migliore – per promuovere lo sviluppo dell'intera organizzazione.
Il corso di Laurea Magistrale in “Formazione e sviluppo delle risorse umane”, attraverso un'inedita integrazione dei saperi di ambito pedagogico e psicologico orientati alla formazione, ha lo scopo di formare  una figura professionale capace di esercitare funzioni di elevata responsabilità sia nella creazione di ambienti formativi, sia nella progettazione, realizzazione e valutazione di interventi complessi di formazione e di sviluppo di apprendimenti, in contesti organizzativi, pubblici e privati.
L'attenzione agli aspetti metodologici, nell'integrazione di approcci qualitativi e quantitativi, e lo sviluppo di una prospettiva umanistica, sono orientati alla formazione di una figura che disponga di strumenti avanzati di analisi, per supportare riflessioni competenti e creative spendibili sia nei contesti applicativi che in quelli di ricerca.

SPORTELLO INFORMATIVO del Corso di laurea magistrale


Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali
Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.

Offerta formativa