Sociologia della salute e degli stili di vita (2008/2009)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S01029
Docente
Luca Mori
crediti
6
Settore disciplinare
SPS/10 - SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. II B dal 15-apr-2009 al 1-giu-2009.

Orario lezioni

Sem. II B
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 15.40 - 17.20 lezione Aula Artigliere  
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula T.5  
giovedì 11.50 - 13.30 lezione Aula T.5 dal 22-apr-2009  al 1-giu-2009

Obiettivi formativi

Nelle società moderne, l’identità individuale, lungi dall’essere un attributo ascrittivo,
si presenta come un progetto, una decisione o, se vogliamo, come una strategia del soggetto, impegnato riflessivamente nella costruzione della propria biografia. Il lavoro, la carriera, i consumi materiali e culturali, i rapporti affettivi, l’appartenenza religiosa, la cura della propria salute costituiscono tutti ambiti di scelta in cui si forma quel che il senso comune chiama “stile di vita”. Ciò rappresenta forse la radice culturale più profonda della modernità, che fa appunto dell’individuo, della sua autonomia, dignità e assoluta unicità il valore indiscutibile su cui costruire l’ordine sociale. Partendo allora dalle analisi di alcuni autori classici (in particolare A. de Tocqueville, É. Durkheim, M. Weber), il corso si propone di articolare, da un punto di vista sociologico, una riflessione critica tesa ad illustrare la genealogia e soprattutto gli esiti patologici (in termini sia sociali che psicologici) della cultura individualista.

Programma

Il programma si divide in tre parti. Nella prima, di stampo teorico, tenendo come fulcro delle lezioni il concetto di ruolo, verranno esaminati i processi di differenziazione sociale e le loro conseguenze in relazione alla genesi e allo sviluppo dell’individualismo. Nella seconda parte invece, d’ispirazione più empricio-narrativa, si cercherà di ricondurre alla cultura individualista fenomeni a prima vista differenti quali il ritiro dell’individuo contemporaneo dalla sfera pubblica, le preoccupazioni quasi maniacali per la cura del corpo e dell’immagine, le molteplici forme di consumismo ossessivo o la tendenza a trasformare la religione in un set di spiritualismi e credenze “tagliati su misura”. Infine, nella terza ed ultima parte, si approfondirà ulteriormente il discorso, facendo riferimento ad uno specifico fenomeno patologico quale l’utilizzo di stupefacenti.


Frequentanti:

- Seligman A., La scommessa della modernità. L’autorità, il sé e la trascendenza, Meltemi, Roma, 2002

- Bellah R., Masden R., Sullivan W. M., Swidler A., Tipton S. M., Le abitudini del cuore. Individualismo e impegno nella società complessa, Armando, Roma, 1996

- Articoli consigliati di volta in volta durante le lezioni, anche a seconda degli specifici interessi di studio dei partecipanti al corso.


Non frequentanti:

- Seligman A., La scommessa della modernintà. L’autorità, il sé e la trascendenza, Meltemi, Roma, 2002

- Bellah R., Masden R., Sullivan W. M., Swidler A., Tipton S. M., Le abitudini del cuore. Individualismo e impegno nella società complessa, Armando, Roma, 1996

- Mori L., I giovani come stranieri. Cultura giovanile e consumo di sostazne, Angeli, Milano, 2004

Modalità d'esame

Esame orale