Legami Possibili. Ricerche e strumenti di intervento con le famiglie LGBT+

  Thursday, May 4, 2017
Aule T10 e T11, Polo Santa Marta
Via Cantarane 24, Verona

Sono sempre più numerosi e visibili, in Italia, i bambini e le bambine che nascono e crescono all’interno di contesti familiari non fondati su una coppia eterosessuale. Alcuni di essi vivono in famiglie ricostituite dove il genitore convive con un partner dello stesso sesso, altri sono nati all’interno di coppie omosessuali che hanno condiviso un progetto di genitorialità.
La ricerca internazionale ha da tempo evidenziato che questi bambini non presentano differenze rispetto ai loro coetanei sul piano di un adeguato sviluppo psicologico e sociale, e che gli unici elementi di rischio per il loro benessere e la loro crescita sono connessi alla stigmatizzazione di cui possono essere fatti oggetto per l’appartenenza a una forma familiare non riconosciuta e in alcuni casi non accettata dai contesti sociali di riferimento.
In Italia, il recente ddl Cirinnà sulle unioni civili ha consentito il riconoscimento della coppia omosessuale ma non quello del legame genitoriale tra entrambi i genitori e i bambini, che risultano quindi legalmente figli del solo genitore biologico.
 
Che cosa significa accogliere e accompagnare questi bambini e i loro genitori all’interno di luoghi cruciali per il loro benessere e sviluppo (come i servizi sanitari, i nidi, le scuole, gli uffici pubblici…)? Quali sono le sfide che queste nuove forme di convivenza familiare portano nei servizi? Quali sono le competenze chiave per lavorare in modo inclusivo ed efficace con le coppie non eterosessuali e i loro figli?
A partire dalla presentazione dei risultati di tre ricerche, la giornata “Legami Possibili” si propone di identificare possibili risposte a queste domande; inoltre, grazie a tre workshop tematici che saranno svolti nel pomeriggio, intende approfondire il tema della promozione di contesti inclusivi e positivi per le famiglie a partire dalla pratica professionale di educatori, insegnanti, personale sanitario, assistenti sociali.
 
Le tre ricerche i cui risultati saranno presentati al mattino sono:
 
Contiamoci, indagine del Centro Risorse LGBT nell’ambito del progetto finanziato da ILGA Europe, che fornisce il primo censimento delle famiglie LGBTQI in Italia.
 
Family Lives, ricerca interdisciplinare effettuata da Federica de Cordova, Chiara Sità e Giulia Selmi del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Verona in collaborazione con Susan Holloway dell’Università di Berkeley (USA), sulla costruzione dell’identità genitoriale nelle coppie dello stesso sesso.
 
Intimate, progetto coordinato da Ana Cristina Santos dell’Università di Coimbra e finanziato nell’ambito del prestigioso programma europeo ERC sulle forme di convivenza nell’Europa mediterranea che ha approfondito le “micropolitiche della genitorialità” all’interno di coppie same-sex in Italia.

Il convegno è a partecipazione gratuita, ma è richiesta la registrazione 
 
Per info: 
legamipossibili@gmail.com
 

Attachments



Organisation

Department facilities