Comunicazione e mediazione interculturale (2022/2023)

Codice insegnamento
4S000599
Crediti
6
Settore disciplinare
M-PED/04 - PEDAGOGIA SPERIMENTALE

Obiettivi formativi

Obiettivi generali
Conoscenza e comprensione
Conoscenze e comprensione relative al proprio atteggiamento di ascolto;
conoscenze e comprensione relative alla gestione della relazione empatica.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
attivare tutte le sensibilità necessarie a garantire un rapporto franco e collaborativo con l’utenza nonché con le altre figure impegnate nell’intervento.

Obiettivi specifici
La finalità perseguita dall'insegnamento è quella di promuovere nelle/gli studenti una presa di consapevolezza circa la complessità della relazione d’aiuto quando l’assistente sociale è chiamato a seguire utenti con background culturali diversi dal proprio. Rappresentazioni, zone sensibili e stili comunicativi del professionista della relazione d’aiuto (l’assistente sociale) nonché il ruolo centrale svolto dalla negoziazione e dalla mediazione interculturali nella gestione dell’intervento con persone migranti/o con background migrante, costituiranno gli argomenti di fondo del percorso proposto. L’attenzione si focalizzerà, in particolare, sull'acquisizione del metodo degli incidenti critici/choc culturali – elaborato da M. Cohen Emerique – che pone al centro della riflessione il (futuro) professionista, il suo quadro di riferimento, le sue zone sensibili, il suo stile comunicativo, al fine di sostenere l’acquisizione da parte della/o studente di un approccio interculturale nell’esercizio della professione di assistente sociale.

Conoscenza e capacità di comprensione
Al termine del corso lo studente dovrà:
conoscere il costrutto di quadro di riferimento;
conoscere i principali ostacoli all’incontro, comunicazione con l’altro;
conoscere gli elementi che strutturano il metodo degli incidenti critici;
conoscere la struttura dei processi di mediazione.

Conoscenza e capacità di comprensione applicata
Al termine del corso lo studente avrà acquisito e/o sviluppato:
la capacità di riconoscere e comprendere i diversi assunti e valori che strutturano differenti frame culturali;
la capacità di riconoscere diversi stili comunicativi;
la capacità di usare il metodo degli incidenti critici quale strumento d’analisi di casi e di intervento.

Autonomia di giudizio
Al termine del corso lo studente avrà sviluppato:
la capacità di cogliere in modo critico le correlazioni esistenti tra istanze sociali e approccio comunicativo interculturale;
consapevolezza del lato nascosto della cultura e del peso che le rappresentazioni esercitano nel nostro modo di stare nel mondo e nelle relazioni;
riconoscere specificità e relatività dei propri modelli culturali e professionali di riferimento.

Abilità comunicative
Al termine del corso lo studente dovrà:
saper usare in modo consapevole la terminologia scientifica propria dell’approccio interculturale.
Aver sviluppato competenze interculturali di base, quali:
i. la consapevolezza del proprio quadro di riferimento e del proprio stile comunicativo;
ii. l’ascolto per gestire in modo più consapevole ed efficace i rapporti con gli utenti e con i colleghi;
Aver sviluppato competenze di base nell’ambito della mediazione interculturale (per es. reframing).

Capacità di apprendere
Al termine del corso lo studente avrà sviluppato:
la capacità di usare gli incidenti critici come modalità formativa personale (e d’équipe);
la capacità di reperire fonti e strumenti per sviluppare le proprie competenze interculturali;
la capacità di usare modelli di competenza interculturale per riflettere/valutare/migliorare il proprio stile comunicativo e di mediazione.