Epistemologia e filosofie femminili (2020/2021)

Codice insegnamento
4S008184
Docente
Antonietta De Vita
Coordinatore
Antonietta De Vita
crediti
9
Settore disciplinare
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 2A, Sem. 2B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione 1. Conoscere, pensare, leggere e interpretare le situazioni educative in una prospettiva di genere, alla luce dei significanti: "differenza"", "differenze". 2. Conoscere le principali teorie femministe e dei gender studies, e i principali nuclei tematici sull’educazione di genere. 3. Saper applicare gli apprendimenti acquisiti, sperimentandoli in concrete progettualità educative e pedagogiche nei diversi contesti. Capacità di applicare conoscenza e comprensione 1.Sapere applicare gli apprendimenti acquisiti, sperimentandoli in concrete progettualità educative e pedagogiche. 2. Sapere applicare le diverse prospettive teoriche nella comprensione delle varie emergenze e situazioni educative. 3. Sapere applicare la prospettiva di genere ai differenti oggetti educativi e pedagogici.

Programma

Il corso intende affrontare i principali contributi dei percorsi delle donne e delle elaborazioni dei femminismi nella costruzione dei saperi e in particolar modo dei saperi pedagogici.
La pratica educativa, sebbene sia un territorio tradizionalmente femminile e femminilizzato, necessita una continua rielaborazione delle premesse epistemologiche sulle quali è fondata. Infatti i sistemi culturali, linguistici e simbolici risentono ancora della loro costruzione storica segnata da un universale neutro-maschile.
Negli ultimi cinquanta anni un intenso lavorio inaugurato dai movimenti femministi di varie parti del mondo ha cercato di disvelare questa falsa neutralità e di superare antiche dicotomie quali natura/cultura, pubblico/privato, produzione/riproduzione, ragione/emozione, oggettivo/soggettivo. Si sono create in questa prospettiva molte conoscenze e un simbolico capace di esprimere la differenza femminile e le differenze portate da tutte le soggettività, oltre la discriminazione, come capacità di far emergere autodeterminazione e saperi più liberi dal sessismo.
L’obiettivo del corso è accrescere le competenze pedagogiche in relazione ai seguenti temi:
Epistemologie femministe: i principali contributi teorici
Nominare il mondo al femminile: autocoscienza e partire da sé
La lingua non è mai neutra: i saperi e la lingua sono sessuati
L’educazione di genere: tra stereotipi e libere soggettività
Saperi pedagogici e saperi femminili
I percorsi del maschile in educazione
Il lato oscuro delle relazioni femminili: il bullismo tra ragazze
Distopie e utopie femministe: conflitto tra i sessi e civiltà delle relazioni

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Burgio Giuseppe (cur.) Comprendere il bullismo femminile Franco Angeli 2018
Irene Biemmi Educazione sessista. Stereotipi di genere nei libri delle elementari Rosenberg&Sellier 2017
Adriana Cavarero, Franco Restaino Le filosofie femministe Bruno Mondadori 2002
Maria Luisa Boccia Le parole e i corpi. Scritti femministi Ediesse 2018
Carla Lonzi Sputiamo su Hegel e altri scritti Scritti di Rivolta Femminile 1974

Modalità d'esame

Per le/gli studenti frequentanti l'esame consiste in una esercitazione intermedia e in un saggio scritto con esposizione orale a fine corso.
Per le/gli studenti non frequentanti l'esame è in forma orale sull'intera bibliografia.