Progettazione e valutazione pedagogica (2020/2021)

Codice insegnamento
4S008174
Docenti
Giuseppina Messetti, Cristina Bertazzoni
Coordinatore
Giuseppina Messetti
crediti
9
Settore disciplinare
M-PED/03 - DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione 1. Conoscere e comprendere gli ambiti dell’attività professionale del pedagogista e i servizi, le organizzazioni e gli istituti nei quali opera questa figura professionale. 2. Conoscere e comprendere la funzione e i metodi dell’osservazione in ambito pedagogico. 3. Conoscere e comprendere i fondamenti teorici e i metodi della progettazione e della valutazione pedagogica in contesti di media complessità. 4. Conoscere e comprendere metodologie e strumenti per accedere ai finanziamenti UE Capacità di applicare conoscenza e comprensione 1. Saper utilizzare specifici metodi di osservazione in relazione ai diversi contesti in cui opera il coordinatore pedagogico e il consulente pedagogico e alle diverse attività professionali (progettazione e valutazione). 2. Progettare la rilevazione dei bisogni in diversi contesti educativi, attraverso l’utilizzo di strumenti metodologici adatti allo scopo (questionari, interviste, focus group). 3. Analizzare documenti progettuali e rapporti di valutazione di servizi e/o progetti educativi al fine di comprendere il contesto in cui opera. 4. Progettare e gestire interventi educativi di media complessità.

Programma

TEMI E CONTENUTI
Il profilo del pedagogista alla luce della recente legge che disciplina le professioni educative (ambiti di intervento e specializzazione, attività e competenze)
Il lavoro educativo di “secondo livello” nelle funzioni di coordinamento, formazione, supervisione, consulenza e ricerca
La riflessività quale tratto determinante della professionalità esperta
La funzione e i metodi dell’osservazione in ambito pedagogico
Teorie e modelli della progettazione e valutazione in ambito socio-educativo
Logiche di progettazione e di intervento
Le fasi della costruzione di un progetto educativo di media complessità: dall’analisi dei bisogni alla valutazione
Aspetti metodologici per l’analisi e la stesura di documenti progettuali e rapporti di valutazione in ambito educativo
Metodi e strumenti
L’approccio didattico è finalizzato a favorire un apprendimento dall’esperienza che prevede la partecipazione attiva delle studentesse e degli studenti e la riflessione personale sul processo dell’apprendimento. Verrà dato particolare rilevo al lavoro di gruppo e alla creazione di gruppi di lavoro.
• Lezioni teoriche interattive
• Analisi di materiale stimolo (filmati, articoli, progetti ecc.)
• Testimonianze di pedagogisti esperti
• Scritture riflessive
• Cooperative Learning
• Project Work
• Utilizzo di piattaforma e-learning

Modalità d'esame

I MODULO (3CFU) - prof.ssa G. Messetti
Per i frequentanti la bibliografia sarà definita nel corso delle prime lezioni, quindi verranno messi a disposizione materiali e indicazioni bibliografiche e sitografiche sulla piattaforma e-learning.
Gli studenti non frequentanti dovranno dimostrare di possedere una conoscenza approfondita del testo:
Mortari L., Apprendere dall’esperienza, Carocci, Roma, 2004.
Messetti G., Osservazione e riflessività, Dispensa disponibile sulla piattaforma e-learning.
MODALITA’D’ESAME: I MODULO
Per i frequentanti
Viene richiesta la stesura di un PORTFOLIO composto da una serie di prove individuali diversificate: scrittura autobiografica e relazioni riflessive su esperienze formative svolte in aula e metariflessive sul processo di apprendimento dall'esperienza.
Per i non frequentanti:
Una relazione scritta (max 2000 parole) sui testi sopra elencati che evidenzi gli aspetti applicativi (metodologici ed operativi) nel lavoro del pedagogista ed eventuali connessioni con le proprie pratiche lavorative. La relazione va inviata alla docente una settimana prima della data dell'appello d'esame.
La relazione verrà discussa e approfondita nel colloquio orale previsto per l'esame (unico per entrambi i moduli).

La relazione dovrebbe dar conto:
1. della capacità di rielaborare quanto studiato in modo da trasformare le conoscenze apprese in una riflessione che presenti tratti di originalità.
2. della capacità di applicazione pratica del sapere acquisito.
Si consiglia di presentare l’elaborato in carattere Times New Roman 11 – interlinea singola.

PROVA D’ESAME: CRITERI DI VALUTAZIONE

Correttezza e accuratezza linguistica (ortografica, sintattica, lessicale). fino a 5 punti
Presenza e pertinenza di riferimenti teorici fino a 5 punti
Qualità delle argomentazioni (congruenza, articolazione, connessione logica tra aspetti teorici e pratico-operativi) fino a 7 punti
Possibili applicazioni dei contenuti appresi negli ambiti professionali del pedagogista fino a 5 punti
Riflessività (livello di approfondimento riferito alla propria esperienza) fino a 5 punti
COLLOQUIO ORALE: Capacità espositiva di presentazione (chiarezza e precisione) fino a 5 punti
TOTALE (max 32 punti)
Il punteggio acquisito nel I modulo farà media ponderata con quello acquisito nel II modulo



II MODULO (6CFU) - prof.ssa Bertazzoni
Per i frequentanti
- Stesura di un progetto educativo di media complessità elaborato in gruppo (Project Work).
- colloquio orale nel quale verrà discusso criticamente il progetto e verranno valutate le conoscenze acquisite durante il corso. Materiali di studio e indicazioni bibliografiche saranno definiti nel corso delle prime lezioni e verranno messi a disposizione sulla piattaforma e-learning.
Per i non frequentanti
La prova d’esame prevede la produzione di elaborati scritti e un colloquio orale, precisamente:
a) un elaborato scritto che consiste nell’ideazione e stesura di un progetto educativo di media complessità a partire dalle conoscenze apprese dallo studio del testo in programma d’esame (Leone L., Prezza M., 2014) e delle indicazioni che verranno messe a disposizione sulla piattaforma e-learning

b) un colloquio orale di discussione critica sui contenuti dei testi d’esame e sul progetto educativo presentato. Le domande saranno di tipo descrittivo (per verificare l’apprendimento dei contenuti), di tipo argomentativo (per verificare la capacità di rielaborazione autonoma e riflessione autonoma) e di tipo applicativo (per verificare la capacità di applicare le conoscenze teoriche a contesti concreti e operativi)

Testi per l’esame:
- Leone L., Prezza M. (2014), Costruire e valutare i progetti nel sociale, FrancoAngeli, Milano
- Bezzi C. (2016), Cos'è la valutazione. Un'introduzione ai concetti, le parole chiave e i problemi metodologici, FrancoAngeli, Milano
- Sità C., Mortari L. (2016), Il compito impossibile? La valutazione nei Centri per bambini e famiglie come strumento di crescita professionale. Rivista Italiana Di Educazione Familiare, 10(2), 161-178* (copia dell’articolo sarà disponibile sulla piattaforma e-learning)