Servizi educativi e problematiche socio-culturali - MEDIAZIONE CULTURALE NEI SERVIZI EDUCATIVI (2020/2021)

Codice insegnamento
4S008151
Docente
Rosanna Cima
crediti
5
Settore disciplinare
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1B dal 9-nov-2020 al 9-gen-2021.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione Modulo1: Mediazione culturale nei servizi educativi 1. Conoscere e comprendere i principali modelli di incontro con l’altro, maturati al sorgere della “Età moderna” in relazione alla conquista di continenti e allo strutturarsi di un “noi europeo”. 2. Conoscere i contenuti delle principali teorie delle “pedagogie del Sud” del mondo e comprendere il loro valore universale. 3. Conoscere e comprendere l’approccio della pedagogia dell’incontro. 4. Conoscere e comprendere le principali teorie che orientano la mediazione culturale nei servizi educativi. Modulo 2: Laboratorio di mediazione culturale nei servizi educativi 1. Conoscere i metodi che caratterizzano la mediazione culturale nei servizi educativi e comprendere la circolarità tra teoria-metodo-pratica. Capacità di applicare conoscenza e comprensione Modulo1: Mediazione culturale nei servizi educativi 1. Essere in grado di situare il proprio sapere pedagogico per interagire in modo costruttivo con i modelli educativi provenienti da altre lingue, religioni e realtà portate dalla migrazione. 2. Saper utilizzare le teorie e i metodi della mediazione culturale per costruire contesti educativi che realizzino una pedagogia dell’incontro. 3. Saper leggere i pericoli di razzializzazione all’interno dei discorsi/progettazioni educative ed essere in grado di riformularne le azioni. Modulo 2: Laboratorio di mediazione culturale nei servizi educativi 1. Esercitarsi nell’applicare le teorie della pedagogia dell’incontro e i metodi della mediazione culturale nell’accompagnamento educativo di persone e di famiglie.

Programma

L’insegnamento tratta il tema della pedagogia dell’incontro nei differenti spazi del lavoro educativo di comunità.
Quali conoscenze per educare il proprio sguardo all’in-contro? Come costruire microcomunità nel territorio e nei servizi educativi?
Studieremo il pensiero de(s)coloniale e la pratica della mediazione culturale a partire dall’opera Chinua Achebe, scrittore nigeriano e da esperienze di ricerca educativa ed etnografica. Analizzeremo esperienze concrete provenienti dai servizi educativi territoriali per comprendere i processi di pensiero della mediazione culturale e della pedagogia dell’incontro.
Le competenze che svilupperemo sono:
1. essere in grado di situare il sapere pedagogico e interagire con i modelli educativi provenienti da altre lingue, religioni e realtà portate dalle migrazioni.
2. saper costruire contesti educativi che realizzino una pedagogia dell’incontro.
3. Saper leggere i pericoli di razzializzazione all’interno dei discorsi/progettazioni educative ed essere in grado di riformularne le azioni.

TESTI DI RIFERIMENTO:
1 – Cima Rosanna, Attraverso lo sguardo per una pedagogia dell’incontro, Carocci 2019.
2 - Taliani Simona, Non esistono culture innocenti. Gli antropologi, le famiglie spossessate e i bambini adottabili, in L’Uomo, 2014, n. 2, pp. 45-65.
UNO A SCELTA TRA:
Chinua Achebe, Il crollo (titolo originale: Things Fall Apart, 1958)
Chinua Achebe, Ormai a disagio (titolo originale: Things Fall Apart, 1960)
Chinua Achebe, La freccia di Dio (titolo originale: Arrow of God, 1964)
(sono accettate ogni edizione, anche tra le più datate)

MODALITÀ DIDATTICHE
Il percorso formativo si svolge in forma attiva, riflessiva e compositiva.
La didattica richiede la presenza, nel caso in cui non fosse possibile si effettueranno incontri in streaming; all’esposizione critica di alcune parti del testo 1 seguono esercizi di lettura critica ed esposizione di testi riflessivi in piccoli gruppi.
Si sperimenterà, durante l’insegnamento, la scrittura del diario come strumento di riflessione e analisi del proprio percorso personale. Parti di esso verranno condivise con la docente e le/gli studenti.
I tre libri di Achebe verranno commentati durante le lezioni attraverso lavori di gruppo, schede tematiche ed esposizioni in modo che gli studenti possano conoscere la trilogia completa.
Per le studentesse e gli studenti non frequentanti verranno proposti 2 collegamenti in streaming in orari serali e in fine settimana (verranno fornite le date ad inizio corso, attraverso la piattaforma moodle).




Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Cima Rosanna Attraverso lo sguardo. Per una pedagogia dell'incontro Carocci 2019 9788843078059
Chinua Achebe Il crollo   a scelta
Chinua Achebe La freccia di Dio   a scelta
Taliani Simona Non esistono culture innocenti. Gli antropologi, le famiglie spossessate e i bambini adottabili 2014
Chinua Achebe Ormai a disagio   a scelta

Modalità d'esame

MODALITÀ D’ESAME
L’esame si svolgerà in forma orale. Inoltre:
- ogni studente 7 giorni prima dell’esame dovrà inviare alla docente per mail (rosanna.cima@univr.it) il proprio diario del corso.
In moodle verranno inserite le indicazioni per la costruzione del diario

Modalità di valutazione.

La valutazione della prova è basata sulla scala 0-30.
I criteri per la valutazione della prova orale sono:
- rielaborazione personale dei contenuti nel rapporto tra teoria e pratica;
- padronanza del linguaggio specifico della disciplina;
- capacità argomentativa.

Gli studenti ERASMUS sono pregati di prendere contatto con la docente all’inizio dei corsi per concordare insieme testi e prove di accertamento.
rosanna.cima@univr.it