Istituzioni di filosofia - MODULO II (2020/2021)

Codice insegnamento
4S007313
Docente
Guido Cusinato
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1B dal 9-nov-2020 al 9-gen-2021.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il modulo si propone di fornire i fondamenti concettuali, metodologici e culturali per promuovere un’indagine sul significato della filosofia come esercizio di trasformazione maieutica. Tale obiettivo verrà raggiunto anche valorizzando la conoscenza dei punti di convergenza della filosofia teoretica con alcune altre discipline (in particolare l'antropologia, la sociologia e la teologia).

Le studentese e gli studenti acquisiranno la conoscenza di un lessico specifico e degli strumenti concettuali e metodologici necessari a orientarsi all’interno delle questioni affrontate dalla filosofia teoretica. Svilupperanno inoltre la capacità di formulare in autonomia giudizi critici sulle questioni trattate nel modulo, e di servirsi in modo appropriato degli strumenti di ricerca (bibliografici e multimediali) forniti.

Programma

Titolo del corso: La forza dell'esemplarità e la filosofia come esecizio di trasformazione
Il corso si propone di riprendere e sviluppare una filosofia intesa come esercizio di trasformazione a partire dalla tradizione maieutica di Socrate con paticolare attenzione alla funzione svolta dall'esemplarità altrui nel processo di formazione della singolarità.

1. Nella prima parte del corso si partirà dall'analisi di Hadot sulla filosofia antica per mettere a fuoco la distinzione fra filosofia e discorso filosofico e il concetto di relazione di cura. Testo di riferimento: P. Hadot , Esercizi spirituali e filosofia antica.
2. Nella seconda parte si svilupperà il concetto di una filosofia intesa come esercizio di trasformazione basata sull'esemplarità e le pratiche di emotional sharing. Testo di riferimento: M. Scheler, Pagine scelte (PDF); G. Cusinato, Perigoge.

Metodi didattici:
Lezioni seminariali, esposizioni e discussioni di tesine, approfondimenti sui temi in programma.


Si raccomanda di procurarsi i testi d'esame prima dell'inizio delle lezioni. Le registrazioni delle lezioni su moodle fanno parte integrante del programma da portare all'esame.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Pierre Hadot Che cos'è la filosofia antica? (in alternativa a Esercizi spirituali) Torino Einaudi 1998
Pierre Hadot Esercizi spirituali e filosofia antica (solo le seguenti pp.: 1-119; 155-196) Einaudi 2005
Max Scheler Pagine scelte (Testo facoltativo) Disponibile Pdf nella cartella Moodle 1980
Guido Cusinato Periagoge. Teoria della singolarità e filosofia come esercizio di trasformazione (Edizione 2) QuiEdit 2017

Modalità d'esame

I prossimi appelli d'esame sono fissati per il 18 Gennaio e il 9 Febbraio 2020, all'inizio verranno sentite/i chi è in presenza, una volta conclusi gli esami in presenza si proseguirà con quelli via ZOOM, per questi potrebbe essere necessario proseguire nei giorni successivi. Chi desidera sostituire l'esame orale con la discussione di una tesina è invece invitato a fissare un appuntamento direttamente con il docente al momento della consegna della tesina.

Le lezioni videoregistrate, presenti sulla piattaforma Moodle, fanno parte integrante del programma da portare all'esame.

Per superare l’esame le studentesse e gli studenti dovranno dimostrare di:
 1) possedere una approfondita conoscenza delle principali tematiche specifiche elaborate durante il corso; 2) saper sviluppare una riflessione critica, espressa in linguaggio pertinente e accurato, circa le implicazioni teoretiche di tali tematiche. L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede il superamento di una prova orale volta a verificare il livello di conoscenza dei testi in programma.

In alternativa, è possibile concepire l'esame orale come una discussione di una tesina scritta. In tal caso la tesina, di circa 20.000 battute, va concordata con il docente e consegnata via mail per lo meno 7 giorni prima della discussione. Il file, in formato Word, dovrà essere denominato con il proprio COGNOME e NOME. La tesina va pensata come una schedatura ragionata delle parti dei testi in programma che hanno suscitato maggiore interesse. La parte conclusiva della tesina va dedicata a una breve riflessione personale di un paio di cartelle.