Metodologie didattiche attive e tecnologie didattiche (2020/2021)

Codice insegnamento
4S006152
Crediti
11
Coordinatore
Roberta Silva
Settore disciplinare
M-PED/03 - DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE
Lingua di erogazione
Italiano
L'insegnamento è organizzato come segue:
Attività Crediti Periodo Docenti Orario
Lezione 8 Sem. 1A, Sem. 1B Roberta Silva

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive A [Gruppo 1] 1 Lab. 1A Claudio Girelli

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive A [Gruppo 2] 1 Lab. 1A Claudio Girelli

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive A [Gruppo 3] 1 Lab. 1A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive A [Gruppo 4] 1 Lab. 1A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive B [Gruppo 1] 1 Lab. 2A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive B [Gruppo 2] 1 Lab. 2A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive B [Gruppo 3] 1 Lab. 2A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive B [Gruppo 4] 1 Lab. 2A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive C [Gruppo 1] 1 Lab. 2A Isabella Mastroeni

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive C [Gruppo 2] 1 Lab. 2A Isabella Mastroeni

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive C [Gruppo 3] 1 Lab. 2A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Laboratorio di Metodologie didattiche attive C [Gruppo 4] 1 Lab. 2A Ancora Da Definire

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

A) Conoscenza e capacità di comprensione

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- conoscere come rendere l'insegnamento efficace;
- conoscere le architetture e le relative strategie didattiche presenti in letteratura;
- conoscere i risultati di ricerche relative all'EBE;
- conoscere le più recenti riflessioni relative all'organizzazione dell'ambiente per promuovere contesti di qualità;
- conoscere le caratteristiche dei digital native;
- conoscere come educare ad un uso consapevole delle tecnologie;
- conoscere come poter promuovere la socio-costruzione di saperi;
- conoscere Riferimenti normativi: Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione (D.M. 254 del 16/11/2012)

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- conoscere come rendere l'insegnamento efficace;
- conoscere le architetture e le relative strategie didattiche presenti in letteratura;
- conoscere i risultati di ricerche relative all'EBE;
- conoscere le più recenti riflessioni relative all'organizzazione dell'ambiente per promuovere contesti di qualità;
- conoscere le caratteristiche dei digital native;
- conoscere come educare ad un uso consapevole delle tecnologie;
- conoscere come poter promuovere la socio-costruzione di saperi;
- conoscere Riferimenti normativi: Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione (D.M. 254 del 16/11/2012).

B) Conoscenza e capacità di comprensione applicata

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- essere in grado di analizzare il contesto sezione/scuola per identificarne i bisogni educativi, formativi, istruttivi;
- saper progettare proposte educativo-didattiche efficaci rispetto ai traguardi di competenza selezionati;
-sapere utilizzare gli strumenti tecnologici per promuovere una scuola del "non uno non una di meno";
- saper utilizzare criticamente ed efficacemente quanto appreso dalla letteratura per contribuire a far sì che la scuola sia un nodo fondamentale della società educante.

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- essere in grado di analizzare il contesto aula/classe/scuola per identificarne i bisogni educativi, formativi, istruttivi;
- saper progettare proposte educativo-didattiche efficaci rispetto ai traguardi di competenza selezionati;
-sapere utilizzare gli strumenti tecnologici per promuovere una scuola del "non uno non una di meno";
- saper utilizzare criticamente ed efficacemente quanto appreso dalla letteratura per contribuire a far sì che la scuola sia un nodo fondamentale della società educante.

C) Autonomia di giudizio

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- co-costruire rubriche di valutazione utili a processi di auto-valutazione ed etero-valutazione;
- riflettere criticamente sui propri punti di debolezza ipotizzando interventi di miglioramento.

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- co-costruire rubriche di valutazione utili a processi di auto-valutazione ed etero-valutazione;
- riflettere criticamente sui propri punti di debolezza ipotizzando interventi di miglioramento.

D) Abilità comunicative

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- utilizzare consapevolmente il linguaggio specifico appreso;
- comunicare in modo preciso con i compagni/e del corso;
- utilizzare il linguaggio appreso anche in contesti di laboratorio e/o tirocinio,
- sapere utilizzare il linguaggio disciplinare per la progettazione e documentazione delle proposte didattiche.

SCUOLA PRIMARIA:Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- utilizzare consapevolmente il linguaggio specifico appreso;
- comunicare in modo preciso con i compagni/e del corso;
- utilizzare il linguaggio appreso anche in contesti di laboratorio e/o tirocinio;
- sapere utilizzare il linguaggio disciplinare per la progettazione e documentazione delle proposte didattiche.

E) Capacità di apprendere

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- avere consapevolezza dell'importanza di essere docenti riflessivi;
- riconoscere il valore del life long learning;
- sentirsi parte del sistema scuola caratterizzato da flessibilità e nuovi bisogni.

SCUOLA PRIMARIA:Al termine del corso gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di:
- avere consapevolezza dell'importanza di essere docenti riflessivi;
- riconoscere il valore del life long learning;
- sentirsi parte del sistema scuola caratterizzato da flessibilità e nuovi bisogni.

Programma

Il programma d'esame sarà incentrato su alcuni articoli scientifici che saranno definiti durante le lezioni.

Modalità d'esame

Come output del lavoro di gruppo che verrà svolto in aula, a ogni gruppo verrà chiesto di produrre un elaborato scritto.

A ogni studente verrà inoltre chiesto di contribuire con una produzione individuale.

Alla valutazione finale di ogni studente concorrerà: a) la valutazione dell’elaborato relativa al lavoro di gruppo; b) la valutazione del lavoro individuale; c) il feedback finale raccolto attraverso verifica scritta.