Legislazione e amministrazione dei servizi sociali (2020/2021)

Codice insegnamento
4S02351
Docente
Sergio Moro
Coordinatore
Sergio Moro
crediti
6
Settore disciplinare
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Obiettivi generali Conoscenza e comprensione - conoscenza e comprensione delle norme che regolano il funzionamento delle organizzazioni di servizio sociale - conoscenza e comprensione degli strumenti giuridici e di intervento che i servizi mettono a disposizione dell'assistente sociale. Capacità di applicare conoscenza e comprensione - integrare la propria azione professionale con le finalità del servizio di appartenenza; - mettere a frutto tutte le potenzialità insite negli strumenti giuridici forniti dal plesso istituzionale - riconoscere e rispettare i limiti posti dal diritto alla sua azione professionale - stendere le relazioni di servizio sociale, i progetti d’intervento e la reportistica richiesta dalla propria istituzione di appartenenza. Obiettivi specifici Il corso si propone l’obiettivo di fornire agli studenti le nozioni fondamentali per conoscere, comprendere, analizzare criticamente le disposizioni normative (costituzionali, legislative, regolamentari) recanti disciplina dei servizi sociali e, di conseguenza, individuare i limiti previsti dal diritto all’azione professionale dell’assistente sociale. In particolare, il corso trasmette le conoscenze giuridiche di base in ordine alla struttura ed al funzionamento delle (pubbliche) organizzazioni di servizio sociale; ai compiti ed alle funzioni dell’assistente sociale (ad esempio, la redazione di un progetto di intervento o di una relazione sociale) nonché agli strumenti giuridici da utilizzare nell’esercizio di detti compiti e funzioni, alla relazione tra l’assistente sociale e l’istituzione di appartenenza.

Programma

I. Le fonti del diritto dei servizi sociali.
II. Il sistema integrato di interventi e servizi sociali nella Costituzione e nella l. n. 328/2000.
III. (Le categorie d)i soggetti titolari del diritto all’assistenza sociale.
IV. Le prestazioni oggetto del diritto all’assistenza sociale.
V. Le pubbliche amministrazioni e i soggetti privati erogatori delle prestazioni socio-assistenziali
V.1 Assetto istituzionale ed organizzazione del sistema integrato di servizi sociali
VI. Le professioni sociali.
VI.1. L’assistente sociale.
VI.2. La tutela della riservatezza nel servizio sociale.
VII. Legislazione di settore: cenni

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
R. BIN, D. DONATI, G. PITRUZZELLA, LINEAMENTI DI DIRITTO PUBBLICO PER I SERVIZI SOCIALI (Edizione 3) G. Giappichelli editore 2019 9788892129924 Si precisa che il testo: è consigliato agli studenti FREQUENTANTI e NON FREQUENTANTI ammessi a sostenere l’esame ai sensi dell’art. 24, commi 4 e 5 del regolamento didattico del corso di laurea (ad esempio erasmus “in uscita”), è da studiare limitatamente al paragrafo IX del capitolo XIII; non è alternativo, ma è complementare all’altro testo consigliato agli studenti frequentanti.
S. A. FREGO LUPPI - E. CODINI - A. FOSSATI MANUALE DI DIRITTO DEI SERVIZI SOCIALI G. Giappichelli editore 2019 Si precisa che il testo: è consigliato agli studenti FREQUENTANTI, è da studiare limitatamente ai capitoli I – IV – VI della parte prima nonché ai capitoli VI – VIII – IX della parte terza; non è alternativo, ma complementare all’altro testo consigliato agli studenti frequentanti.
SILVIA A. FREGO LUPPI - ENNIO CODINI - ALBERTO FOSSATI MANUALE DI DIRITTO DEI SERVIZI SOCIALI G. GIAPPICHELLI EDITORE 2017

Modalità d'esame

L’esame consiste in un colloquio diretto a verificare la conoscenza della disciplina dei servizi sociali ed, in particolare, dei compiti e delle funzioni dell’assistente sociale sociale nonché la capacità di collegare in forma sistematica le conoscenze acquisite e di ragionare su questioni giuridiche inerenti i servizi sociali ed, in specie, i limiti all’azione dell’assistente sociale.

Studenti ERASMUS c.d. in entrata (i.e. iscritti a corsi di studio di Università dell'Unione Europea non aventi sede in Italia)
Gli studenti ERASMUS di cui sopra sono invitati a prendere contatto con il docente verbalizzante, all’inizio del corso, per l’assegnazione di uno specifico argomento da approfondire mediante la redazione di un elaborato scritto. Tale elaborato sarà oggetto di discussione orale nelle sessioni di esame previste dal calendario accademico.