Filosofia della religione (2020/2021)

Codice insegnamento
4S007320
Docente
Carlo Chiurco
Coordinatore
Carlo Chiurco
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1B dal 9-nov-2020 al 9-gen-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Poche attività come la religione, e in generale il rapporto dell’uomo al sacro, sono più potenti ed efficaci nel generare senso, sulla base del quale, inoltre, sono poi capaci di permeare di sé la totalità dell’esperienza umana. Al termine del corso, la/lo studente avrà approfondito la sua conoscenza della tradizione filosofica occidentale (in alcuni casi, anche extra-europea) nelle sue principali linee concettuali, in particolare il dibattito filosofico contemporaneo sul sacro. Avrà inoltre acquisito la capacità di comprensione dei testi filosofici e di avvicinarli con un approccio ermeneutico appropriato; di usare in modo appropriato una terminologia filosofica; di formulare giudizi autonomi sulla genesi, la natura ed il senso delle questioni affrontate durante i corsi; di confrontare aspetti peculiari del pensiero del passato con temi e/o autori dei nostri giorni; di comunicare argomenti filosofici a specialisti e non specialisti. Le conoscenze e competenze acquisite, infine, si riveleranno utili per proseguire gli studi in ambito magistrale.

Programma

ANNIENTAMENTO. GENESI E FORTUNA DI UN’IDEA
Ogni essere vivente è potenzialmente immortale, dotato com’è della capacità di replicarsi all’infinito, sostituendo le cellule morte con cellule vive sempre nuove. Ma in ogni essere vivente questo meccanismo a un certo punto si inceppa, sì che sembra che il destino essenziale di ogni cosa viva sia quello di annientarsi. Gli uomini sono sempre vissuti e sono sempre morti, ma la morte ai loro occhi è sempre stata solo un passaggio. Quando però i Greci scoprono che il senso dell’essere è di opporsi infinitamente al nulla, scoprono anche un nuovo senso della morte, non più come passaggio ma come annientamento. È sul senso greco dell’essere che Platone fonda la sua repubblica e Agostino costruisce la propria teologia, per la quale Dio crea tutto l’essere dal nulla. Oggi che Dio è morto, la tecnica si propone come capacità di manipolare indefinitamente tutte le cose. Tra questi due estremi è ricompresa la storia dell’Occidente: Dio è il primo tecnico, e la tecnica è l’ultimo dio. A meno che non tutto sia stato già pensato intorno al senso dell’essere, nel qual caso la partita sull’annientamento come destino di ogni cosa sarebbe ancora aperta.

METODI DIDATTICI

Le lezioni verranno effettuate in presenza fisica e/o virtuale coi mezzi forniti dall’ateneo (nel caso si protragga l’attuale stato di emergenza). Esse prevedono la lettura e la discussione di opere o brani appartenenti a diverse epoche e autori, anche con l’utilizzo di slide e/o la proiezione di opere cinematografiche, al fine di far apprendere allo studente sia i concetti e i temi che verranno trattati a lezione, sia un approccio criticamente fondato dal punto vista storico ed ermeneutico ai testi del corso.
Non è previsto un diverso percorso di studio per gli studenti non frequentanti, ma è possibile per tutti gli studenti personalizzare il programma di studi concordandolo col docente.
Oltre allo studio dei testi, è obbligatorio l’ascolto dei file audio delle lezioni caricati sulla piattaforma e-learning di ateneo.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Alex Garland Annientamento (film) 2018
Emanuele Severino Essenza del nichilismo Adelphi 1991 Il capitolo "La terra e l'essenza dell'uomo". Va bene qualunque edizione purché Adelphi (quindi non la prima: Paideia, Brescia 1972).
F. Nietzsche La gaia scienza Adelphi 1993 Aforismi scelti. Va bene qualsiasi edizione, purché Adelphi.
Platone La Repubblica (Edizione 16) Laterza 2007 88-420-4544-6 Libro V. Va bene qualunque altra edizione.
Severino, Emanuele Oltre il linguaggio Adelphi 1992
Martin Heidegger Sentieri interrotti 1987 Il capitolo "La sentenza di Nietzsche: 'Dio è morto' ". Va bene qualsiasi edizione (1987, 1994, ecc.).

Modalità d'esame

Il corso prevede una prova finale orale sugli argomenti trattati nel corso, volta ad accertare la conoscenza intorno agli stessi. Tale prova potrà venire effettuata in presenza fisica e/o virtuale (nel caso si protragga l’attuale stato di emergenza) con gli strumenti messi a disposizione dall’ateneo.