Istituzioni di filosofia (2020/2021)

Codice insegnamento
4S007313
Crediti
12
Coordinatore
Gianluca Solla
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
MODULO I 6 M-FIL/01-FILOSOFIA TEORETICA Sem. 1A Gianluca Solla
MODULO II 6 M-FIL/01-FILOSOFIA TEORETICA Sem. 1B Guido Cusinato

Obiettivi formativi

Il corso di Istituzioni di Filosofia si pone l'obiettivo di fornire alla/o studente le conoscenze di base per introdurla/o allo studio delle principali linee teoriche della filosofia teoretica occidentale.
Al termine del corso, la/lo studente sarà in grado: di comprendere i testi in programma, al fine di affinare le proprie capacità di analisi, contestualizzazione e interpretazione; di rielaborare criticamente i temi affrontati nel corso, al fine di essere in grado di formulare giudizi autonomi su questioni specifiche; di usare in modo appropriato una terminologia filosofica di base; di argomentare correttamente sulle questioni fondamentali della filosofia teoretica occidentale; di comunicare in modo corretto tematiche filosofiche. MODULO 1
Il modulo intende far conoscere alla/o studente i principi che, nel corso della tradizione filosofica occidentale, hanno guidato o guidano le forme dell'esperienza umana, concentrandosi in particolare sulla conoscenza delle riflessioni concernenti l'origine e la struttura dei concetti filosofici. Tale obiettivo sarà raggiunto valorizzando la conoscenza dei punti di convergenza della filosofia teoretica con altre discipline, tanto umanistiche (letteratura, arti figurative, cinema, teatro), quanto scientifiche (psicologia, biologia, etc.).
Lo/la studente acquisirà la conoscenza di un lessico specifico e degli strumenti concettuali e metodologici principali della ricerca, necessari per orientarsi all’interno delle questioni affrontate dalla filosofia teoretica nella contemporaneità. Acquisirà inoltre la capacità di formulare in autonomia giudizi critici sulle questioni specifiche affrontate nel modulo, e di servirsi in modo appropriato degli strumenti di ricerca (bibliografici e multimediali) forniti. MODULO 2
Il modulo si propone di fornire i fondamenti concettuali, metodologici e culturali per promuovere un’indagine sul significato della filosofia come esercizio di trasformazione maieutica. Tale obiettivo verrà raggiunto anche valorizzando la conoscenza dei punti di convergenza della filosofia teoretica con alcune altre discipline (in particolare l'antropologia, la sociologia e la teologia).

Le studentesse e gli studenti acquisiranno la conoscenza di un lessico specifico e degli strumenti concettuali e metodologici necessari a orientarsi all’interno delle questioni affrontate dalla filosofia teoretica. Svilupperanno inoltre la capacità di formulare in autonomia giudizi critici sulle questioni trattate nel modulo, e di servirsi in modo appropriato degli strumenti di ricerca (bibliografici e multimediali) forniti.

Programma

------------------------
MM: MODULO I
------------------------
Crisi, critica, clinica L’esperienza del pensiero filosofico viene spesso associata alla critica, cioè alla facoltà del giudizio di dividere, di separare. Eppure diversi segni sembrano oggi indicare che questa capacità così consustanziale alla filosofia sia giunta a un punto di crisi o di ripensamento. Il corso intende analizzare e discutere le implicazioni dell’esercizio critico nell’epoca contemporanea e riformularla nei termini di una clinica filosofica. Bibliografia: 1. Immanuel Kant, Risposta alla domanda: Che cos’è l’Illuminismo?, Mimesis, Milano-Udine 2021. 2. Michel Foucault, Che cos’è l’Illuminismo? (contenuta come postfazione del libro al punto 1). 3. Gilles Deleuze, L'immanenza: una vita, in "aut-aut", nr. 271-272, 1996, pp. 4-7. 4. Gilles Deleuze – Felix Guattari, Che cos’è la filosofia?, Einaudi, Torino 1996. Altri materiali facoltativi: – Michel Foucault, Illuminismo e critica, Donzelli, Roma 1997. – Michel Foucault, Prefazione all'edizione americana di L'Anti-Edipo (disponibile all'indirizzo: https://www.dcuci.univr.it/documenti/OccorrenzaIns/matdid/matdid574214.pdf) – Giorgio Agamben, L'immanenza assoluta, in Id., La potenza del pensiero, Neri Pozza, Vicenza 2005, pp. 377-404. Per gli studenti frequentanti, la didattica sarà incentrata sulle lezioni frontali che procederanno in forma di commento, rielaborazione, prolungamento e discussione dei testi esaminati. Sarà parte integrante della didattica frontale lo studio individuale dei testi in bibliografia. È previsto un servizio di ricevimento individuale negli orari indicati sulla pagina web del docente. Ogni modifica al calendario delle lezioni e del ricevimento sarà comunicata sulla pagina web di ciascun docente. Agli studenti saranno forniti in aula gli specifici riferimenti delle parti bibliografiche di cui tener conto ai fini dell'esame. L’eventuale ulteriore materiale didattico, anche per i non frequentanti, sarà segnalato entro la fine del corso e, ove possibile, reso disponibile sulla piattaforma online dell’insegnamento. Gli studenti non frequentanti possono contattare il docente per discutere a ricevimento di dubbi e questioni concernenti la loro preparazione all'esame.
------------------------
MM: MODULO II
------------------------
Titolo del corso: La forza dell'esemplarità e la filosofia come esecizio di trasformazione Il corso si propone di riprendere e sviluppare una filosofia intesa come esercizio di trasformazione a partire dalla tradizione maieutica di Socrate con paticolare attenzione alla funzione svolta dall'esemplarità altrui nel processo di formazione della singolarità. 1. Nella prima parte del corso si partirà dall'analisi di Hadot sulla filosofia antica per mettere a fuoco la distinzione fra filosofia e discorso filosofico e il concetto di relazione di cura. Testi di riferimento: P. Hadot , Esercizi spirituali e filosofia antica; Che cos'è la filosofia antica? 2. Nella seconda parte si svilupperà il concetto di una filosofia intesa come esercizio di trasformazione basata sull'esemplarità e le pratiche di emotional sharing Testo di riferimento: M. Scheler, Pagine scelte (PDF); G. Cusinato, Perigoge. Teoria della singolarità e filosofia come esercizio di trasformazione. Metodi didattici: Lezioni seminariali, esposizioni e discussioni di tesine, approfondimenti sui temi in programma. In relazione alla situazione derivante dall'emergenza covid-19 le lezioni potranno tenersi, in accordo con le indicazioni di ateneo, anche in modalità telematica. Si raccomanda di procurarsi i testi d'esame prima dell'inizio delle lezioni.

Modalità d'esame

------------------------
MM: MODULO I
------------------------
Esame orale. Per superare l’esame gli studenti dovranno dimostrare di: - possedere una profonda conoscenza delle principali tematiche specifiche elaborate durante il corso; - saper sviluppare una riflessione autonoma espressa in linguaggio pertinente e accurato, circa le implicazioni teoretiche di tali tematiche. L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede per tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, il superamento di una prova orale, che verterà sugli argomenti più specifici del programma. La valutazione finale è espressa in trentesimi.
------------------------
MM: MODULO II
------------------------
I prossimi appelli d'esame sono fissati per il 18 Gennaio e il 9 Febbraio 2020, all'inizio verranno sentite/i chi è in presenza, una volta conclusi gli esami in presenza si proseguirà con quelli via ZOOM, per questi potrebbe essere necessario proseguire nei giorni successivi. Chi desidera sostituire l'esame orale con la discussione di una tesina è invece invitato a fissare un appuntamento direttamente con il docente al momento della consegna della tesina.
Le lezioni videoregistrate, presenti sulla piattaforma Moodle, fanno parte integrante del programma da portare all'esame.
Per superare l’esame le studentesse e gli studenti dovranno dimostrare di:
 1) possedere una approfondita conoscenza delle principali tematiche specifiche elaborate durante il corso; 2) saper sviluppare una riflessione critica, espressa in linguaggio pertinente e accurato, circa le implicazioni teoretiche di tali tematiche. L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede il superamento di una prova orale volta a verificare il livello di conoscenza dei testi in programma.
In alternativa, è possibile concepire l'esame orale come una discussione di una tesina scritta. In tal caso la tesina, di circa 20.000 battute, va concordata con il docente e consegnata via mail per lo meno 7 giorni prima della discussione. Il file, in formato Word, dovrà essere denominato con il proprio COGNOME e NOME. La tesina va pensata come una schedatura ragionata delle parti dei testi in programma che hanno suscitato maggiore interesse. La parte conclusiva della tesina va dedicata a una breve riflessione personale di un paio di cartelle.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Gilles Deleuze Félix Guattari Che cos'è la filosofia? Einaudi 2002
I. Kant, M. Foucault Che cos'è l'Illuminismo? Mimesis 2012
Michel Foucault Introduzione alla vita non-fascista NET Editor 2012
Pierre Hadot Che cos'è la filosofia antica? (in alternativa a Esercizi spirituali) Torino Einaudi 1998
Pierre Hadot Esercizi spirituali e filosofia antica (solo le seguenti pp.: 1-119; 155-196) Einaudi 2005
Max Scheler Pagine scelte (Testo facoltativo) Disponibile Pdf nella cartella Moodle 1980
Guido Cusinato Periagoge. Teoria della singolarità e filosofia come esercizio di trasformazione (Edizione 2) QuiEdit 2017