Sociologia e servizio sociale (2019/2020)

Codice insegnamento
4S007412
Crediti
9
Coordinatore
Cristina Lonardi
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
PROGETTAZIONE INTERISTITUZIONALE 3 SPS/07-SOCIOLOGIA GENERALE Vedi pagina del modulo Vedi pagina del modulo
RICERCA E VALUTAZIONE SUI SERVIZI 3 SPS/07-SOCIOLOGIA GENERALE Sem. 2B Cristina Lonardi
PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE DEI SERVIZI 3 SPS/07-SOCIOLOGIA GENERALE Vedi pagina del modulo Vedi pagina del modulo

Obiettivi formativi

CONOSCENZA E COMPRENSIONE
- conoscenze per progettazione, organizzazione e valutazione di interventi nell'ambito di politiche sociali
- conoscenze di co-progettazione e negoziazione con diversi attori e nell'ambito del sistema degli accredita-menti di eccellenza.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
- padronanza nell'uso di strumenti di raccolta dati e informazioni;
- capacità di progettazione socio-economica.

OBIETTIVI SPECIFICI La riforma dell'assistenza vede nella programmazione strumento fondamentale per il governo delle politi-che sociali/socio-sanitarie territoriali. Il corso, quindi, avrà più obiettivi: fornire conoscenze in merito alle metodologie di raccolta e analisi delle problematiche della complessità (uso di indicatori per la programmazione e la valutazione anche entro i sistemi di accreditamento di eccellenza); ai metodi e le tecniche di progettazione socio-economica che possono sostenere l'innovazione negli interventi sociali; alle modalità attraverso le quali la progettazione diventa una competenza centrale avanzata del servizio sociale professionale (funzioni di coordinamento della rete, case management, tecniche di reporting, tecniche di fundraising). Attraverso la costruzione di un protocollo di un progetto su un tema di intervento sociale, l’insegnamento si propone di fornire le basi concettuali della valutazione di progetti di intervento o di organizzazioni di servizi complessi.

Programma

MM: PROGETTAZIONE INTERISTITUZIONALE MM: LEZIONI La riforma dell'assistenza vede nella programmazione lo strumento fondamentale per il governo delle politiche sociali e socio-sanitarie territoriali. Nell’ultimo decennio, il lavoro degli assistenti sociali è stato investito da vari fattori di complessità. Essi costituiranno i contenuti delle lezioni: - la trasformazione dei sistemi di welfare, caratterizzati dalla compresenza di reti di attori (pubblici e privati) orientati da valori e interessi talvolta in conflitto fra loro; - la multidimensionalità dei problemi sociali che vedono nei piani e nei progetti strumenti d'integrazione delle politiche per il benessere (rapporti con il privato sociale, integrazione fra sociale e sanitario, welfare aziendale, municipale e comunitario, etc); - la comparsa di problematiche di particolare urgenza sociale (es. migrazioni, disastri ambientali, trasformazioni della famiglia e nuove di marginalità, nuove forme di dipendenza, etc.), estranee ai codici delle politiche tradizionali. MM: ESERCITAZIONI I nuovi scenari di complessità analizzati durante le lezioni esigono dei ripensamenti nella formazione avanzata dell'assistente sociale. Essi costituiranno i contenuti delle esercitazioni. In particolare, si farà riferimento: - alle metodologie di lettura delle problematiche della complessità (uso di indicatori per la programmazione e la valutazione); - ai metodi e le tecniche di progettazione che possono sostenere l'innovazione negli interventi sociali (logiche di rete; valutazione di impatto; co-costruzione di senso tra stakeholders); - le modalità attraverso le quali la progettazione diventa una competenza centrale avanzata del servizio sociale professionale (funzioni di coordinamento della rete, case management, tecniche di reporting, tecniche di fundraising). ------------------------ MM: RICERCA E VALUTAZIONE SUI SERVIZI Il programma del modulo avrà come oggetto principale gli indicatori da utilizzare nella valutazione di progetti di intervento o di organizzazioni di servizi complessi, coerentemente con i contenuti degli altri due moduli. Nello specifico, gli argomenti trattati saranno: la valutazione ex post (tempi, obiettivi, metodi, tecniche) e suo posizionamento rispetto alla linea temporale della valutazione complessiva di un progetto/programma; la valutazione di impatto e suo posizionamento rispetto alla linea temporale della valutazione complessiva di un progetto/programma (impatto lordo e netto); indicatori oggettivi e soggettivi, statistici/non statistici, complessi; concetti complessi e indicatori; indicatori e indici; tecniche e strumenti di misurazione per la valutazione ex post e di impatto; analisi di protocolli di valutazione: punti di forza, punti di debolezza, errori, utilizzo delle tecniche di ricerca sociale, scelta degli indicatori. Oltre ai testi segnalati, altri materiali di studio saranno forniti dalla docente e/o saranno date indicazioni su come e dove recuperare gli strumenti e i documenti più aggiornati rispetto agli indicatori presentati e utilizzati durante le lezioni. ------------------------ MM: PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE DEI SERVIZI MM: LEZIONI 1a) La valutazione e il controllo. Il controllo in un sistema di attività professionali finalizzate fini-obiettivi, input-risorse, output-risultati L’ambiente e le influenze esterne Fini e obiettivi Le informazioni e gli indicatori Tipi di indicatori sullo stato del sistema: efficienza & efficacia 1b) Tipi di controllo e tipi di valutazione Valutazione ex-post: controllo sul raggiungimento degli obiettivi Valutazione in itinere: controllo sulle attività (qualità) Valutazione ex-ante: controllo sulla congruenza del progetto Valutazione di processo, valutazione di risultato Valutazione formativa, valutazione sommativa Valutazione hard/soft 1c) la valutazione e altre forme di controllo negli ambienti organizzativi valutazione e audit Il monitoraggio Il benchmarking - le tecniche cost-analitiche 2a) La valutazione come forma di controllo nel campo dei servizi sociali forme di controllo tradizionali Valutazione dei servizio sociale, la valutazione del servizio sociale professionale Definizioni di valutazione La nascita della tradizione della tradizione americana La tradizione della valutazione come controllo della qualità La valutazione costruzionista 2b) Il disegno della valutazione Modelli sperimentali La valutazione differenziale La valutazione 3a) La valutazione ex ante: modelli di valutazione scopi della valutazione ex-ante Analisi costi benefici/costi-efficacia Analisi di impatto sociale Analisi SWOT Analisi multicriterio e Analisi cross-impact 3b) strumenti e tecniche dell’analisi ex ante Delphi e NGT Focus group Modalità informatizzate 3c) Indicazioni per il protocollo-esercitazione 4a) La valutazione in itinere Standard e obiettivi 4b) l’analisi della qualità Accreditamento e certificazione ISO 2000-2001 Leggi regionali sull’accreditamento nei servizi sociali 4c) il sistema delle informazioni sul processo Indicatori Dislocazione degli indicatori nel tempo e nello spazio. MM: ESERCITAZIONI Tutto il bagaglio teorico verrà tradotto in pratica attraverso le ore dedicate alle esercitazioni. Le ore di esercitazione in oggetto, verranno in particolare dedicate specificamente al raggiungimento dell'obiettivo b) e concorrerà, in sinergia con la parte teorica del modulo e con i docenti degli altri moduli alla realizzazione degli obiettivi c) e d). Inoltre, gli studenti saranno organizzati individualmente o in gruppi, ciascuno dei quali si occuperà di un progetto su un tema di intervento sociale a loro scelta.

Modalità d'esame

L’esame sarà composto da:
a) una prova scritta (1-2 domande aperte) per la parte teorica per ciascu modulo;
b) un progetto/protocollo costruito dallo studente per l’esercitazione pratica secondo le indicazioni di tutti e tre i docent;

La prova scritta avrà luogo nelle stesse date e aule contemporaneamente per tutti e tre i moduli, tramite un form unico.
I protocolli della prova pratica, che lo studente recapiterà tramite e-mail, verranno valutati dal docente del modulo per la parte specifica e, successivamente, in modo collegiale per l’intero lavoro.
Il voto complessivo di ciascun modulo sarà costituito dalla media fra il voto dello scritto e quello ottenuto sul protocollo della prova pratica; la media ponderata in trentesimi dei voti ottenuti sui tre moduli verrà verbalizzata sul libretto elettronico come voto complessivo dell’insegnamento.
Prova scritta dei tre moduli e valutazione dei tre protocolli dovranno essere superati dallo studente entro la stessa sessione di esami. Nel caso lo studente non ottenesse una valutazione sufficiente in uno dei tre moduli, dovrà rifare la prova scritta di tutti e tre all’appello successivo della stessa sessione, o in un’altra sessione.
I tre protocolli della prova pratica dovranno essere fatti pervenire ai docenti durante (e non oltre) la scadenza della sessione all’interno della quale lo studente sosterrà la prova scritta.
Gli studenti che sosterranno la prova scritta nella prima sessione di questo AA (giugno 2020) potranno consegnare e fare valutare i propri protocolli anche (ma non oltre) la sessione autunnale mantenendo valido il voto conseguito nella sessione estiva. Nel caso ciò non avvenisse, alla prima sessione utile (in questo caso gennaio/febbraio 2021), lo studente dovrà rifare la prova scritta.


In relazione alla situazione derivante dall’emergenza Coronavirus le modalità d’esame sopra riportate vengono modificate per la sessione estiva 2020, in accordo con le indicazioni di ateneo, come di seguito specificato: ESAME ORALE IN MODALITÀ TELEMATICA IN SOSTITUZIONE DELL'ESAME SCRITTO.
Resta invariato quanto indicato per il progetto-protocollo.
Ulteriori dettagli sull’organizzazione dell’esame che verranno pubblicati sulla pagina avvisi del corso di studi.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Bezzi C., Cannavò L., Palumbo M. Costruire e usare indicatori nella ricerca sociale e nella valutazione Franco Angeli 2010 Saranno segnalati i capitoli da prendere in considerazione durante la prima lezione del corso.
Bezzi C. “Gli indicatori in valutazione” [cap.5], in Cos’è la valutazione Franco Angeli 2007