Didattica e progettazione educativa (2019/2020)

Codice insegnamento
4S02393
Docente
Donato De Silvestri
Coordinatore
Donato De Silvestri
crediti
9
Settore disciplinare
M-PED/03 - DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Acquisire le conoscenze di base che sono proprie della progettazione didattica in contesto educativo, avendo come destinatari soggetti di ogni età, dalla prima infanzia alla vecchiaia. Conoscere gli elementi di base che caratterizzano la didattica e la progettazione educativa così come espresso dalla ricerca scientifica e come indicato nei documenti di riferimento della UE e della politica educativa nazionale. Conoscere gli approcci possibili alla progettazione educativa e comprendere il significato delle principali teorie che riguardano la progettazione educativa. A partire dalla conoscenza di cosa sia un progetto educativo, apprendere come si progetta nei diversi contesti in cui l’educatore è chiamato ad agire. Dalla consapevolezza di quale il ruolo e il valore fondamentale della sua capacità progettuale, apprendere come si elaborano progetti educativi perché siano in grado di partecipare a gare e a bandi pubblici, nel contesto locale, nazionale e in quello europeo.

Programma

Temi e contenuti

Didattica:

• Cosa significa fare didattica
• Come si impara
• Quale didattica e come
• Tecniche e approcci: la didattica laboratoriale, l’animazione e l’animazione teatrale, il gioco, la didattica inclusiva, individualizzazione e personalizzazione, il setting educativo, tecnologie didattiche innovative
• L’educatore ed il suo ruolo nell’azione didattica
• La didattica al nido d'infanzia
• L’educativa di strada
• La didattica extrascolastica e la sua relazione con la scuola

Progettazione educativa:

• Gli approcci
• Il Project Cycle Management e le fasi di un progetto, dall’analisi dei bisogni alla valutazione nelle sue diverse coniugazioni
• Il project team
• Tecniche di rilevazione, rappresentazione, analisi, validazione dei dati
• La responsabilità e la delega
• Gli stakeholder ed il territorio
• La documentazione e la comunicazione
• la gestione delle relazioni interpersonali e di gruppo

Modalità didattiche

L’approccio è finalizzato a determinare una partecipazione attiva degli studenti in ogni fase del corso, dalla riprogettazione dello stesso in base ai loro bisogni formativi (analisi iniziale con l’uso di questionari e discussione in aula), all’impegno diretto tramite attività di studio, ricerca, elaborazione di materiali, individuale e in gruppo:

• Proposta di materiali stimolo (articoli, filmati, esperienze, testimonianze), discussione e riflessione in grande gruppo ed in piccoli gruppi.
• Giochi di ruolo, analisi di studi di caso e loro analisi critica
• Ampio ricorso alle TIC ed alla multimedialità
• Integrazione aula in presenza con aula virtuale online
• Simulazione di progettazione in gruppo
• Lezioni teoriche interattive e flipped classroom.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
De Rossi Marina Didattica deell'animazione Carrocci 2018
Terlizzi, Tania Didattica del nido d'infanzia (Edizione 1) Junior 2010 9788884345073
Messetti Giuseppina Didattica e progettazione (Edizione 1) quiedit 2015 9788864643687
Maccario Daniela L'educazione difficile (Edizione 1) Carocci 2009 9788874665884

Modalità d'esame

Testi e materiali per l’esame e sua articolazione.

Studenti frequentanti
( per rientrare tra i frequentanti gli studenti dovranno garantire la loro partecipazione all’intera durata del corso (almeno 75% delle lezioni) e svolgere le attività previste.

Gli studenti frequentanti dovranno riflettere su materiali messi a disposizione nel corso delle lezioni, nonché produrre su di essi almeno due elaborati individuali ed uno di gruppo.
Inoltre è richiesto lo studio di:
1. Messetti G. (a cura di, Didattica e progettazione, QuiEdit, Verona, 2015
2. De Rossi M., Didattica dell’animazione – contesti, metodi, tecniche, Carrocci, Roma 2018. (parti scelte)
3. Materiali di volta in volta messi a diposizione sulla piattaforma e-learning

L’esame avverrà in apposito preappello riservato, collocato subito dopo la fine dell’insegnamento e prevederà una prova scritta consistente in un test con 20 domande con risposta a scelta multipla (1 punto per ogni risposta corretta). La valutazione complessiva terrà conto per 2/3 del risultato del test e per 1/3 delle prove individuali e di gruppo svolte nel corso dell’insegnamento.

Studenti non frequentanti

Gli studenti non frequentanti dovranno possedere una puntuale conoscenza dei seguenti volumi:

1. Messetti G. (a cura di, Didattica e progettazione, QuiEdit, Verona, 2015
2. De Rossi M., Didattica dell’animazione – contesti, metodi, tecniche, Carrocci, Roma 2018.
3. Terlizzi T., Didattica del nido d'infanzia, Junior, Bergamo, 2010
4. Maccario D., L’educazione difficile. La didattica nei contesti socio-culturali e assistenziali, CarocciFaber, Roma, 2009 (Contesti educativi socio-culturali)

L’esame avverrà con test scritto così articolato:
20 domande con risposta a scelta multipla sui testi:
1. Messetti G. (a cura di, Didattica e progettazione, QuiEdit, Verona, 2015
2. De Rossi M., Didattica dell’animazione – contesti, metodi, tecniche, Carrocci, Roma 2018.
Criteri di valutazione: un punto per ogni risposta corretta (punteggio max 20).

Due domande aperte su ognuno dei seguenti testi:
1. Terlizzi T., Didattica del nido d'infanzia, Junior, Bergamo, 2010
4. Maccario D., L’educazione difficile. La didattica nei contesti socio-culturali e assistenziali, CarocciFaber, Roma, 2009 (Contesti educativi socio-culturali)
Criteri di valutazione: precisa rispondenza delle risposte ai contenuti così come espressi nei testi di riferimento, eaustività, chiarezza e correttezza. (punteggio max 12)