Psicologia della formazione (2019/2020)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S00736
Docente
Riccardo Sartori
Coordinatore
Riccardo Sartori
crediti
9
Settore disciplinare
M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti i concetti fondamentali per poter “fare formazione” in aula.
Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di:
1. Delineare una distinzione tra i concetti di “formazione” e “addestramento”;
2. Stabilire delle connessioni tra i concetti di “formazione” e “apprendimento”;
3. Distinguere e connettere tra di loro i concetti di “formazione”, “educazione” e “insegnamento”;
4. Definire il ruolo del formatore: Insegnante? Educatore? Animatore? Terapeuta?;
5. Definire le competenze del formatore;
6. Spiegare e analizzare il processo di formazione delineato in:
6a. La committenza;
6b. L’analisi dei bisogni formativi;
6c. L’intervento di formazione;
6d. I metodi dell’intervento formativo, che sono:
- La lezione frontale;
- La discussione di gruppo;
- La simulazione;
- Il role-play;
- L’esercitazione.
6e. La valutazione degli esiti formativi (mediante colloqui, interviste o questionari)
7. Analizzare i contesti della formazione.
Gli obiettivi formativi del corso sono quindi i seguenti (declinati secondo i Descrittori di Dublino):
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): Conoscere e capire quali sono i costrutti psicologici particolarmente connessi con le attività formative;
Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding): Conoscere e capire come applicare le conoscenze suddette alle attività formative;
Autonomia di giudizio (making judgements): Saper valutare quali costrutti chiamare in causa per la spiegazione e il trattamento dei fenomeni formativi;
Abilità comunicative (communication skills): Saper comunicare la materia col linguaggio specialistico che la caratterizza;
Capacità di apprendere (learning skills): Saper dare vita a percorsi autonomi di apprendimento e approfondimento dei temi affrontati durante il corso.

Programma

Il corso tratta i seguenti temi:

1. L'approccio psicologico alla formazione (con le relative caratteristiche e i relativi metodi formativi):
- il modello psicodinamico (formarsi è prendere coscienza di sé);
- il modello cognitivo-comportamentale (formarsi è addestrarsi, allenarsi e modellarsi attraverso l'esperienza);
- il modello psico-sociale (formarsi è saper stare con gli altri e collaborare modulando il proprio comportamento).

2. Le fasi storiche della psicologia della formazione (con i relativi metodi formativi):
- Fase diagnostico-attitudinale;
- Fase caratterologico-affettiva;
- Fase clinico-dinamica;
- Fase economico-sociale;
- Fase educativa;
- Fase dello sviluppo vocazionale;
- Fase centrata sulla persona o maturativo-personale.

METODI DIDATTICI
Gli incontri in aula prevedono l'utilizzo di lezioni frontali (con slide), discussioni di gruppo ed esercitazioni, al fine di far apprendere allo studente quali sono le caratteristiche psicologiche della formazione, come si fa formazione in aula e quali sono i contesti che favoriscono o, al contrario, inibiscono i processi di apprendimento di cui la formazione si occupa.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Sartori R. & Gatti M. Game-based learning. Il ruolo del gioco nella progettazione di percorsi formativi (Edizione 1) LED, Milano 2013 978-88-7916-651-5
Riccardo Sartori, Cristina Maria Rappagliosi Orientamento, formazione e lavoro. Dalla psicologia alle organizzazioni LED 2012
Bellotto M. Pensieri su la formazione psico-sociale. Dal 1984 al 2015 (Edizione 1) Verona, Thesy 2015

Modalità d'esame

CARATTERISTICHE DELL'ESAME
L’esame consiste in una prova scritta con alcune domande aperte e alcune domande chiuse tratte dai testi di studio. Le domande aperte sono sempre presenti e richiedono allo studente di applicare ad un caso reale di formazione concetti, teorie e modelli appresi durante lo studio dei testi. Le domande chiuse, invece, non sono una costante (dipende dalla strutturazione dello scritto che cambia di volta in volta). Durante le lezioni vengono presentati degli esempi di esami scritti.