Ermeneutica filosofica (i) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S02100
Docente
Tommaso Tuppini
Coordinatore
Tommaso Tuppini
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 1A dal 23-set-2019 al 31-ott-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’ermeneutica viene di solito intesa come la disciplina e l'arte dell’interpretazione. Questo tipo di ermeneutica nasce con l’esegesi dei testi sacri e antichi, che segue alla riscoperta della civiltà greca fatta dal Rinascimento italiano e alla libera lettura della Bibbia con la Riforma tedesca. La teoria dell’interpretazione è un’ermeneutica di stampo filologico e religioso, è uno strumento di comprensione del testo scritto e della soggettività fideistica. Invece, l’ermeneutica propriamente filosofica non ha a che fare con la testualità. L’ermeneutica filosofica nasce nel Novecento con Husserl – che definisce la fenomenologia una “ermeneutica della vita cosciente” – e con Heidegger, per il quale l’esercizio della filosofia è una “ermeneutica della fatticità”, cioè la comprensione che l’esistenza ha di se stessa. L'ermeneutica non è “interpretazione” ma “esplicitazione” e “dispiegamento” (Auslegung), è articolazione spontanea dell’essere, evento che precede il linguaggio e in cui l’essere si dispiega e si partecipa in tutti i possibili modi d’essere.
Al termine del corso gli studenti sapranno percorrere con maggiore consapevolezza e agilità i sentieri tortuosi dell'ermeneutica novecentesca e avranno una conoscenza genealogica di alcune pratiche discorsive e sociali di cui è fatta la loro esistenza quotidiana.

Programma

FORME DEL CONTAGIO: CRISTALLI, VAMPIRI, SPETTRI, STARMEN

Se metto un germe cristallino in una soluzione sovrasatura, il liquido a poco a poco cristallizza. Il vampiro trasforma le sue vittime in vampiri. L'uomo delle stelle vuole conoscere i terrestri, ma ha paura d'incontrarli perché «pensa che potrebbe far esplodere le nostre teste». Il re degli elfi rapisce nel suo reame un bambino. Due spettri voglio giocare con i fratellini di una casa dell'Essex. Gli abitanti di Numanzia, assediata dai Romani, preferiscono morire tutti suicidi piuttosto che arrendersi. Cosa hanno in comune la fisica del cristallo, Dracula, lo Starman di David Bowie, l'elfo di Goethe, i fantasmi di Henry James, i guerrieri di Bataille? Per quanto eterogenee siano queste situazioni, sono tutte forme del contagio. Qual è la struttura e il modo di funzionare di una comunicazione contagiosa?

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Johann W. Goethe Ballate edizione a scelta 1815 "Il re degli elfi", "La fidanzata di Corinto"
Maurice Merleau-Ponty Fenomenologia della percezione Bompiani 2005 pp. 35-44, 283-322
Roger Caillois Il mito e l'uomo Bollati-Boringhieri 1998 pp. 23-67
Jean-Luc Nancy La comunità inoperosa Cronopio 1992 Prima parte: "La comunità inoperosa"
Georges Bataille La congiura sacra Bollati-Boringhieri 2008 pp. 117-19
Georges Bataille L'esperienza interiore Dedalo 2002 pp. 144-50
Gilbert Simondon L'individuazione alla luce delle nozioni di forma e di informazione Mimesis 2011 pp. 93-134
Abel Ferrara The Addiction film 1994

Modalità d'esame

L’esame consiste in un colloquio che valuta la padronanza dei temi e dei concetti contenuti nei libri indicati in bibliografia. Le domande valutano la proprietà del linguaggio, la capacità critico-argomentativa, la capacità di rielaborare autonomamente quello che si è appreso.

Materiale didattico

Documenti