Storia della filosofia (2018/2019)

Codice insegnamento
4S00761
Docente
Laura Anna Macor
Coordinatore
Laura Anna Macor
crediti
9
Settore disciplinare
M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 2A, Sem. 2B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Conoscere e comprendere le indispensabili nozioni di base che consentano di inquadrare e di comprendere criticamente le problematiche odierne delle scienze storiche e sociali. Accostare il pensiero dei classici al fine di mostrare la linea di sviluppo e di approfondimento dei fondamentali nuclei speculativi propri della riflessione filosofica occidentale, pur nel mutare delle condizioni storiche. Utilizzare le conoscenze acquisite per comprendere più a fondo il tema della dialettica tra cittadinanza attiva e dipendenza politica dalla patria, studiato dapprima in Platone e poi nell'ambito della filosofia classica tedesca. Sviluppare la capacità di lettura e di comprensione dei testi filosofici, alimentando negli studenti il desiderio di dialogare con alcuni tra i protagonisti della storia del pensiero filosofico, affinando nel contempo l'attitudine a mettere in relazione le conoscenze acquisite con la propria esperienza personale.

Programma

Contenuto del corso: Cittadinanza attiva e dipendenza politica dalla patria. Sofocle, Platone e Kant.

Il corso si articola in due moduli, pari per carico di lavoro e peso in sede di verifica finale:

1) Parte istituzionale: il corso mira a offrire un’introduzione generale alle maggiori scuole, figure e teorie del pensiero occidentale con una speciale attenzione a questioni di metodo (canone, tradizione, interdisciplinarietà), terminologia e interpretazione testuale. L’arco cronologico coperto dal corso va dai Presocratici a Freud (per l’indicazione nel dettaglio delle scuole e degli autori previsti cfr. i capitoli del manuale indicati al punto 1) dei “Testi di riferimento”);

2) Parte monografica: il corso intende affrontare il tema della dialettica tra cittadinanza attiva e dipendenza politica dalla patria nel pensiero antico e nel pensiero moderno, con particolare attenzione all’illuminismo, sia nella sua dimensione europea che in quella più specificatamente locale (tedesca), e ai suoi sviluppi teorici a ridosso della Rivoluzione Francese (filosofia classica tedesca). Verranno inoltre approfondite alcune coppie antinomiche, possibili chiavi concettuali alternative a quella “cittadinanza attiva-dipendenza politica dalla patria”, quali “obbedienza-disobbedienza”, “patriottismo-cosmopolitismo” e “uomo-cittadino”.

I due moduli non saranno oggetto di due parti separate del corso, ma saranno approfonditi in un’alternanza tematica fondata su un criterio di ordine cronologico.



Metodi didattici:
Il corso alternerà lezioni frontali a discussioni guidate dalla docente al fine di permettere agli studenti di acquisire sia conoscenze base relative alla storia della filosofia che abilità di ragionamento ed esposizione. La pluralità di vie didattiche è pensata in funzione dello studente, a cui verrà fornito uno spettro quanto più ampio possibile di opportunità di apprendimento.



Testi di riferimento (obbligatori):

1) U. Curi, Il coraggio di pensare, vol. 1 (Dagli arcaici al Medioevo), Loescher, Torino 2018, Sezione 1-Sezione 6, Sezione 8, Sezione 10; vol. 2A (Dal pensiero umanistico a Leibniz), Loescher, Torino 2018, Sezione 1-Sezione 3 (capp. 1-3), Sezione 4 (capp. 2, 4-5), Sezione 5 (capp. 2-4); vol. 2B (Dai libertini a Hegel), Loescher, Torino 2018, Sezione 6 (capp. 2-4), Sezione 7-Sezione 9; vol. 3A (Dalla critica del pensiero dialettico alla filosofia analitica), Loescher, Torino 2018, Sezione 1-Sezione 3 (capp. 2-6) (è possibile eventualmente concordare con la docente un altro manuale);

2) Materiale didattico fornito a lezione e/o caricato online attraverso la piattaforma e-learning;*

3) Sofocle, Antigone, a cura di D. Susanetti, Carocci, Roma 2012 (o altra edizione);

4) Uno a scelta fra: Platone, Apologia di Socrate, a cura di G. Reale, Bompiani, Milano 2000 (o altra edizione), oppure Platone, Critone, a cura di G. Reale, Bompiani, Milano 2000 (o altra edizione);**

5) I. Kant, Risposta alla domanda: che cos’è l’illuminismo?, a cura di M. Bensi, Postfazione di A. M. Iacono, ETS, Pisa 2013, oppure in I. Kant, Scritti sul criticismo, a cura di G. De Flaviis, Laterza, Roma-Bari 1991, pp. 5-12, oppure in Che cos’è l’illuminismo? I testi e la genealogia del concetto, Introduzione e cura di A. Tagliapietra, Traduzioni di S. Manzoni ed E. Tetamo, Mondadori, Milano 2010 (20001), pp. 16-41.

*Valido solo per gli studenti frequentanti.
**Gli studenti non frequentanti dovranno portare entrambi i testi indicati.



Materiale didattico:
Materiale didattico aggiuntivo, parte integrante del programma obbligatorio d’esame (solo per gli studenti frequentanti), sarà fornito a lezione e/o caricato online attraverso la piattaforma e-learning.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Sofocle Antigone Carocci 2012
Platone Apologia di Socrate ( a c. di G. Reale) Milano Bompiani 2000
A. Tagliapietra (a cura di) Che cos'è l'illuminismo? I testi e la genealogia del concetto Bruno Mondadori 2010 pp. 16-41.
Platone Critone Bompiani 2000
U. Curi Il coraggio di pensare Loescher 2018 voll. 1, 2A, 2B, 3A.

Modalità d'esame

Esame orale.

L’esame avrà lo scopo di accertare il raggiungimento degli obiettivi formativi relativi sia alla parte istituzione che alla parte monografica e sarà di conseguenza articolato in due momenti: 1) Parte istituzionale: lo studente dovrà dimostrare il possesso di nozioni chiave, la capacità di esporle in maniera organica e di utilizzare una terminologia appropriata; 2) Parte monografica: lo studente dovrà dimostrare la comprensione del significato della dialettica “cittadinanza attiva-dipendenza politica dalla patria” e delle alternative concettuali “obbedienza-disobbedienza”, “patriottismo-cosmopolitismo”, “uomo-cittadino”, sulla scorta dei casi studiati; dovrà inoltre leggere e commentare uno (o più) passi tratti dai testi in programma e dovrà dimostrare l’acquisizione di un metodo solido di analisi e interpretazione.

Ogni parte dell’esame concorre in ugual misura, quindi per 1/2, alla determinazione del voto finale.

Gli studenti non frequentanti dovranno portare, al posto del materiale didattico indicato al punto 2) dei “Testi di riferimento”, entrambi i Dialoghi di Platone indicati al punto 4) dei “Testi di riferimento”. Gli studenti, sia frequentanti che non frequentanti, sono pregati di mettersi in contatto con la docente per eventuali suggerimenti per letture integrative.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018