Organizzazione dei servizi (2018/2019)

Codice insegnamento
4S01511
Docente
Giorgio Gosetti
Coordinatore
Giorgio Gosetti
crediti
9
Settore disciplinare
SPS/09 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 2A, Sem. 2B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Obiettivi dell’insegnamento sono:

(1) la conoscenza degli elementi basilari costitutivi delle organizzazioni, e in particolare di quelle contraddistinte da elevata complessità e appartenenti all’area dei servizi sociali e sanitari;

(2) la conoscenza delle principali teorie organizzative utili per l’analisi e la comprensione delle caratteristiche distintive delle organizzazioni;

(3) la conoscenza dei principali metodi e strumenti di analisi organizzativa, che consentono di leggere l’organizzazione nei suoi processi organizzativi e operativi interni e nelle relazioni con il contesto di riferimento;

(4) la capacità di contestualizzare l'intervento di servizio sociale e il lavoro dell'assistente sociale nelle dinamiche organizzative, con particolare riferimento ai modelli organizzativi a rete caratterizzati da elevata complessità;

(5) la capacità di interpretare i cambiamenti in atto nel mondo delle organizzazioni e del lavoro che stanno generando vecchi e nuovi bisogni sociali.

L'insegnamento prevede anche un’attività di applicazione dei metodi e strumenti di analisi delle organizzazioni, che permetta agli/alle studenti di simulare un’analisi organizzativa a partire dall’individuazione di un problema organizzativo concreto fino all’individuazione di soluzioni organizzative e all’analisi della loro praticabilità.

Programma

Il corso si articola in tre parti, strettamente connesse fra loro, che sviluppano trasversalmente gli obiettivi formativi.

La prima parte affronta gli aspetti introduttivi alla comprensione delle organizzazioni e dei modelli organizzativi, sviluppando concetti quali struttura, cultura, processo, integrazione, rete, potere e autorità, facendo riferimento in particolare anche a strumenti e metodologie dell'analisi organizzativa (variabili organizzative, analisi dei processi, ecc.).

La seconda parte è dedicata all'approfondimento delle caratteristiche organizzative che stanno assumendo i servizi sociali e sanitari in Italia, con particolare riferimento alle relazioni interorganizzative e all’integrazione fra servizi. Si pone quindi attenzione sia alle caratteristiche organizzative complessive dei servizi sociali e dei servizi sanitari e alle tendenze di cambiamento in atto al loro interno, sia alle specificità che contraddistinguono le diverse aree di intervento (servizi per anziani, per minori e famiglie, per la salute mentale, ecc.). Particolare attenzione è posta ai processi organizzativi che sviluppano integrazione fra diversi nodi delle reti, in quanto attivatori di risorse.

La terza parte approfondisce i principali cambiamenti che stanno caratterizzando il mondo del lavoro, alla base delle nuove modalità di organizzazione del lavoro e dell'insorgenza di vecchi e nuovi bisogni sociali.

I contenuti della prima e della seconda parte saranno oggetto anche di un'attività di simulazione di analisi organizzativa, che gli studenti sosterranno in piccoli gruppi, guidati dal docente. Il lavoro di gruppo è obbligatorio al fine di sostenere l'esame finale e i prodotti dei lavori di gruppo saranno discussi in aula.

I testi di base consigliati, sui quali verterà la prova finale d’esame, relativi rispettivamente alle tre parti sono:
G. Gosetti, M. La Rosa, Sociologia dei servizi. Elementi di organizzazione e programmazione, FrancoAngeli, Milano, 2006.
F. Franzoni, M. Anconelli, La rete dei servizi alla persona. Dalla normativa all’organizzazione, Carocci, Roma, 2011.
G. Gosetti (a cura di), Lavoro e lavori. Strumenti per comprendere il cambiamento, FrancoAngeli, Milano, 2011.

Nel corso delle lezioni il docente fornirà materiali integrativi, soprattutto in riferimento a dati e risultanze di ricerche sociologiche necessari a interpretare i fenomeni in atto.

Per quel che riguarda le modalità didattiche l’insegnamento prevede lezioni fontali, integrate da discussione di casi, visione di materiali documentali, approfondimenti tematici (con presentazione e discussione di dati e risultanze derivanti da percorsi di ricerca, ecc.), confronti con testimoni significativi.

Nel corso delle lezioni sarà lasciato adeguato spazio alle domande, per discutere collettivamente eventuali dubbi e curiosità, mentre si rinvia all’orario di ricevimento individuale per chiarimenti specifici.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
F. Franzoni, M. Anconelli La rete dei servizi alla persona. Dalla normativa all’organizzazione Carocci 2011
G. Gosetti (a cura di) Lavoro e lavori. Strumenti per comprendere il cambiamento FrancoAngeli 2011
G. Gosetti, M. La Rosa Sociologia dei servizi. Elementi di organizzazione e programmazione (Edizione 1) FrancoAngeli 2006

Modalità d'esame

L’esame si svolge in forma orale, con voto in trentesimi, e prevede la verifica delle conoscenze e l'accertamento delle capacità dello studente previste dagli obiettivi formativi.

Non sono previsti accertamenti intermedi, ma una valutazione con un punteggio da 1 (=insufficiente) a 5 (=eccellente) del lavoro di gruppo, valutazione che costituisce la base di partenza dell'esame orale individuale.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018