Ermeneutica e pratiche linguistiche (2018/2019)

Codice insegnamento
4S007337
Docente
Chiara Zamboni
Coordinatore
Chiara Zamboni
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 2A dal 18-feb-2019 al 30-mar-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L'insegnamento si propone di favorire una pratica di lettura ermeneutica dei testi filosofici, attraverso un lavoro diretto in aula da parte delle studentesse e degli studenti. Richiede dunque sia un loro impegno in prima persona sia il confronto con altre interpretazioni espresse nel lavoro comune guidato dalla docente.

Programma

Il programma dell'insegnamento si articola nei seguenti argomenti:
. Alcune linee generali della tradizione ermeneutica nella storia della filosofia.
. Messa a fuoco del testo proposto alla lettura ermeneutica, cioè Jacques Lacan, "Il seminario. Libro III. Le psicosi 1955-56", cap. I-XV, cap. XX-XXI, cap. XXIII.
. Riferimenti a Daniel P. Schreber, "Memorie di un malato di nervi", Lettera aperta, Introduzione, cap. I-IX.
. Introduzione al pensiero di Jacques Lacan: Antonio DI Ciaccia, Massimo Recalcati, "Jacques Lacan". Si consiglia di leggere tale introduzione prima dell'inizio delle lezioni.
. Pratica di lettura ermeneutica in aula del testo di Lacan indicato.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Jacques Lacan Il seminario. Libro III. Le psicosi 1955-56 Einaudi 2010
Antonio Di Ciaccia, Massimo Recalcati Jacques Lacan Bruno Mondadori 2000
Daniel P. Schreber Memorie di un malato di nervi Adelphi 1991

Modalità d'esame

Per i frequentanti viene data una valutazione sulla capacità espressa nel lavoro ermeneutico in aula.
Per i non frequentanti viene proposto l'esame orale, con l'obbligo di venire a parlare al ricevimento studenti tenuto dalla docente.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018