Storia della filosofia B (p) (2018/2019)



Codice insegnamento
4S02139
Crediti
12
Coordinatore
Wanda Tommasi
Settore disciplinare
M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA
Lingua di erogazione
Italiano
L'insegnamento è organizzato come segue:
Attività Crediti Periodo Docenti Orario
Modulo 1 6 Sem. 1A Laura Anna Macor

Vai all'orario delle lezioni

Modulo 2 6 Sem. 1B Wanda Tommasi

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Oltre a fornire un quadro generale dei principali autori e scuole della filosofia moderna e contemporanea, s’intende formare all’uso della terminologia filosofica propria e insegnare l’uso critico del testo originale, per l’acquisizione di problemi e concetti filosofici centrali.

------------------------
MM: Modulo 1
------------------------
Il corso intende fornire un’introduzione alla storia della filosofia moderna e alla sua terminologia, con particolare attenzione al confronto critico con i testi più significativi così come ai problemi e ai concetti che vi emergono. I risultati di apprendimento attesi sono: - Conoscenze: 1) Conoscenza e capacità di comprensione dei contesti filosofici della modernità (contesti storico-culturali, tradizioni filosofiche); 2) Conoscenza e capacità di comprensione delle teorie dei maggiori autori della storia della filosofia moderna; 3) Conoscenza e capacità di comprensione del lessico filosofico sviluppato in età moderna. - Abilità: 1) Applicazione delle conoscenze e della capacità di comprensione acquisite alla lettura critica e al commento dei testi filosofici, possibilmente in originale o comunque con riferimenti all’originale, testimoniata dall’acquisizione di un lessico appropriato e dalla capacità di individuare problemi interpretativi e proporre possibili soluzioni; 2) Sviluppo di autonomia di giudizio e capacità di ragionamento indipendente; 3) Acquisizione di abilità comunicative nelle seguenti attività: partecipare a discussioni guidate, esporre le proprie idee e difenderle con argomenti, ed eventualmente presentare brevi elaborati/relazioni; 4) Sviluppo di capacità di apprendimento autonomo attraverso una metodologia appropriata di studio e interpretazione sia di testi che di contesti.
------------------------
MM: Modulo 2
------------------------
Il corso si propone di introdurre gli studenti alla storia della filosofia dell’Ottocento e del Novecento. Al termine del corso lo studente dovrà in essere in grado di dimostrare capacità di apprendere e di avere conoscenza e capacità di comprensione degli autori e dei testi trattati.Oltre a fornire un quadro generale dei principali autori e scuole della filosofia contemporanea, s’intende formare all’uso della terminologia filosofica propria e insegnare l’uso critico del testo originale, per l’acquisizione di problemi e concetti filosofici centrali.

Programma

------------------------
MM: Modulo 1
------------------------
- Prerequisiti: Conoscenza della storia della filosofia antica e medievale. - Contenuto del corso: Immanuel Kant: idee in contesto. Il corso sarà articolato in quattro parti: 1) Introduzione alla storia della filosofia dell’età moderna (XV-XVIII sec.): percorsi trasversali (p. es. critica al principio di autorità, tolleranza religiosa, concetti fondamentali); 2) Introduzione al pensiero di Kant: corpus, terminologia e tesi principali, con una speciale attenzione per l’etica; 3) Introduzione all’illuminismo tedesco (Aufklärung): caratteristiche storico-culturali, periodizzazione, autori principali (p. es. Chr. Wolff, G. F. Meier, G. E. Lessing, M. Mendelssohn) e concetti fondamentali (illuminismo/rischiaramento: Aufklärung; pensiero autonomo: Selbstdenken; maggiore età: Mündigkeit; pregiudizio: Vorurteil; destinazione dell’uomo: Bestimmung des Menschen; universale ragione umana: allgemeine Menschenvernunft; perfettibilità: Perfektibilität/Vervollkommnung); 4) Dibattito tardo-illuministico sulla definizione della nozione stessa di Aufklärung (1784): Mendelssohn, Kant, J. G. Hamann. - Metodi didattici: Il corso alternerà lezioni frontali a discussioni guidate dalla docente al fine di permettere agli studenti di acquisire sia le conoscenze che le abilità enunciate negli obiettivi formativi. È inoltre prevista la possibilità di preparare brevi relazioni (opzionali) su temi precedentemente concordati e di presentarle in classe. La pluralità di vie didattiche è pensata in funzione dello studente, a cui verrà fornito uno spettro quanto più ampio possibile di opportunità di apprendimento. - Testi di riferimento (obbligatori): 1) G. Cambiano e M. Mori, Tempi del pensiero. Storia e antologia della filosofia, 2. Età moderna, Laterza, Roma – Bari 2012 (o altra edizione), capp. 1-15 oppure G. Belgioioso, Storia della filosofia moderna, Le Monnier-Mondadori, Firenze – Milano 2018, capp. 1-22 (o altro manuale da concordare con la docente); 2) Materiale didattico fornito a lezione e/o caricato attraverso la piattaforma e-learning; 3) I. Kant, Fondazione della metafisica dei costumi, traduzione e introduzione di F. Gonnelli, Laterza, Bari 1997 (o altra edizione), passi scelti, indicati e commentati a lezione; 4) I. Kant, Risposta alla domanda: che cos’è l’illuminismo?, a cura di M. Bensi, Postfazione di A. M. Iacono, ETS, Pisa 2013, oppure in I. Kant, Scritti sul criticismo, a cura di G. De Flaviis, Laterza, Roma-Bari 1991, pp. 5-12, oppure in Che cos’è l’illuminismo? I testi e la genealogia del concetto, Introduzione e cura di A. Tagliapietra, Traduzioni di S. Manzoni ed E. Tetamo, Mondadori, Milano 2010 (20001), pp. 16-41; 5) M. Mendelssohn, Sulla domanda: che cosa significa rischiarare?, in Che cos’è l’illuminismo? I testi e la genealogia del concetto, Introduzione e cura di A. Tagliapietra, Traduzioni di S. Manzoni ed E. Tetamo, Mondadori, Milano 2010 (20001), pp. 3-15; 6) J. G. Hamann, Lettera sulle contraddizioni dell’illuminismo, in Che cos’è l’illuminismo? I testi e la genealogia del concetto, Introduzione e cura di A. Tagliapietra, Traduzioni di S. Manzoni ed E. Tetamo, Mondadori, Milano 2010 (20001), pp. 42-57. - Materiale didattico: Materiale didattico aggiuntivo, parte integrante del programma obbligatorio d’esame, sarà fornito a lezione e/o caricato attraverso la piattaforma e-learning.
------------------------
MM: Modulo 2
------------------------
Immaginazione e critica dell’immaginazione nella filosofia del Novecento Il corso, oltre a tracciare un quadro generale della storia della filosofia dell’Ottocento e del Novecento, prenderà in considerazione alcune concezioni contemporanee dell’immaginazione e alcune critiche mosse all’immaginazione da pensatori del Novecento. In primo luogo, si analizzerà la critica mossa alla facoltà immaginativa e all’arte da Emmanuel Lévinas. In secondo luogo, si prenderanno in esame le concezioni dell’immaginazione di Simone Weil e di Iris Murdoch, nelle quali è cruciale la distinzione fra una cattiva immaginazione, egocentrica e derealizzante, e una buona immaginazione, capace di rendere conto dell’attenzione al reale nella sua complessità. Infine, si riprenderà la distinzione avanzata da Jacques Lacan, in ambito psicoanalitico, fra immaginario, simbolico e reale. In sintesi, il programma prevede. 1. La critica all’immaginazione artistica in Lévinas 2. La critica all’immaginazione in nome dell’attenzione al reale in Simone Weil 3. Il duplice volto dell’immaginazione secondo Iris Murdoch 4. La distinzione di Jacques Lacan fra immaginario, simbolico e reale. Testi di riferimento (programma d’esame) Parte generale: studiare i seguenti autori su un buon manuale a scelta dello studente: Fichte, Schelling, Hegel, Schopenhauer, Kierkegaard, Nietzsche, Wittgenstein, Husserl, Heidegger, Weil, Lévinas, Freud. Parte monografica Lévinas, Emmanuel, La realtà e la sua ombra, in Nomi propri, Marietti, Casale Monferrato 1984, pp. 174-190 Weil, Simone, Venezia salva, Adelphi, Milano 1987 Murdoch, Iris, Il fuoco e il sole. Perché Platone mise al bando gli artisti, in Esistenzialisti e mistici, Il Saggiatore, Milano 2006, pp. 381-451 Lacan, Jacques, Il simbolico, l’immaginario e il reale, in Dei nomi del Padre, Einaudi, Torino 2006, pp. 5-32

Modalità d'esame

------------------------
MM: Modulo 1
------------------------
Esame orale. L’esame avrà lo scopo di accertare il raggiungimento dei duplici obiettivi formativi del corso (conoscenza/comprensione e abilità) con una particolare attenzione alla capacità di confrontare gli autori trattati, e sarà articolato come segue: 1) delineazione di un percorso trasversale all’interno del pensiero moderno: lo studente dovrà dimostrare il possesso di dati e nozioni chiave, la capacità di esporle in maniera organica e di seguirne lo sviluppo diacronico; 2) definizione di uno o più concetti filosofici: lo studente dovrà dimostrare la capacità di formulare definizioni precise, mettendole in relazione a più autori; 3) lettura e commento di un testo filosofico fra quelli spiegati a lezione: lo studente dovrà dimostrare l’acquisizione di un metodo solido nell’analisi dei testi e nella riflessione sulle loro implicazioni teoriche. Ogni parte dell’esame concorre in ugual misura, quindi per 1/3, alla determinazione del voto finale. Gli studenti che avranno eventualmente presentato una breve relazione in classe saranno esentati dalla parte dell’esame corrispondente al tipo di lavoro già svolto, e la valutazione della relazione concorrerà per 1/3 alla determinazione del voto finale. Non sono previste differenze fra gli studenti frequentanti e non frequentanti. Gli studenti non frequentanti sono comunque pregati di mettersi in contatto con la docente per ricevere il materiale didattico integrativo fornito a lezione.
------------------------
MM: Modulo 2
------------------------
orale. L’esame avrà lo scopo di accertare la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati e di valutare le capacità di confronto fra gli autori acquisite dagli studenti. L’esame non prevede differenze fra gli studenti frequentanti e non frequentanti.

Testi di riferimento
Attività Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Modulo 1 A. Tagliapietra (a cura di) Che cos'è l'illuminismo? I testi e la genealogia del concetto Bruno Mondadori 2010 pp. 3-57.
Modulo 1 I. Kant Fondazione della metafisica dei costumi Laterza 1997
Modulo 2 Lacan Dei nomi del Padre Einaudi 2006
Modulo 2 Murdoch Esistenzialisti e mistici Il Saggiatore 2006
Modulo 2 Lévinas Nomi propri Marietti 1984
Modulo 2 Weil Venezia salva Adelphi 1987

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018