Estetica (p) (2018/2019)

Codice insegnamento
4S01184
Docente
Markus Georg Ophaelders
Coordinatore
Markus Georg Ophaelders
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-FIL/04 - ESTETICA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2A dal 18-feb-2019 al 30-mar-2019.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi


L'insegnamento si propone di fornire i fondamenti concettuali, metodologici e culturali per analizzare ed interpretare le problematiche estetiche in senso stretto (percezione sensibile e conoscenza) e le opere d'arte in senso più ampio. L'insegnamento mira a far comprendere le logiche e le strutture concettuali, sviluppando la capacità di usare un linguaggio preciso e adeguato; inoltre è teso a far acquisire allo studente le competenze per confrontarsi con la percezione sensibile e con il mondo artistico in modo da poter formare autonomamente un giudizio critico e poterlo esprimere in un linguaggio adeguato.

Programma

Mitologia della Ragione: Kant e gli inizi dell’idealismo tedesco. Percezione estetica e pensiero logico nella storia della filosofia

1. La prima parte del corso presenta una riflessione sui diversi rapporti tra mimesis e ratio focalizzando su alcuni passaggi storici fondamentali (Platone, Aristotele, Cartesio, razionalismo, empirismo, Baumgarten).
2. Successivamente, e attraverso una lettura analitica della Critica del giudizio, vengono approfonditi i concetti cardine dell’estetica di Kant, quali per esempio il bello, il sublime e il genio.
3. Vengono poi problematizzate, anche alla luce dei nessi tra arte, filosofia morale ed etica, le principali concezioni estetiche postkantiane in ambito tedesco: l’estetica di Hegel in rapporto con alcune figure romantiche come Hölderlin, Novalis e Schlegel.
4. Infine verrà letto e commentato Il più antico programma di sistema dell’idealismo tedesco.

Non sono ritenute necessarie particolari conoscenze e abilità pregresse.

Bibliografia:

1) M. Ophälders, Filosofia arte estetica, Mimesis, Milano 2008
2) I. Kant, Critica del giudizio, Introduzione e Parte I (§§ 1-60) (Edizione a cura di A. Gragiulo, Laterza)
3) E. Cassirer, Vita e dottrina di Immanuel Kant, La Nuova Italia 1997 (capitoli II.v, III, IV, V e VI)
4) Hegel (?), Schelling (?), Hölderlin (?), Il più antico programma di sistema dell’idealismo tedesco, a cura di L. Amoroso, ETS, Pisa 2007

I non frequentanti preparano il testo di Cassirer per intero.


MODALITA' DIDATTICHE

Le modalità didattiche adottate non sono distinte tra studenti frequentanti e non-frequentanti. Esse consistono in lezioni frontali dedicate alla trasmissione dei concetti e delle strutture di pensiero e riflessione fondamentali e dei rispettivi strumenti applicativi utili ad implementare le nozioni teoretiche nella direzione di una autonomia di giudizio critico.
Durante tutto l'anno accademico, inoltre, il docente tiene un regolare Ricevimento individuale negli orari indicati sulla sua pagina (senza necessità di fissare uno specifico appuntamento). Si raccomanda, tuttavia, di consultare gli avvisi per essere informati di eventuali cambiamenti. Gli studenti frequentanti riceveranno alla prima lezione il calendario completo delle lezioni con le date e gli argomenti trattati durante le lezioni. Vengono inoltre fornite le informazioni sugli orari e le aule.
Il corso sarà affiancato da un laboratorio durante il quale verranno discusse e approfondite le tematiche trattate durante le lezioni frontali.
Il contenuto dei libri e delle lezioni è aderente al programma.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Immanuel Kant Critica del giudizio Laterza 2015 9788842075493 Introduzione e Parte I (§§ 1-60)
Markus Ophaelders Filosofia arte estetica Mimesis 2008 9788884837585
Hegel (?), Schelling (?), Hölderlin (?) Il più antico programma di sistema dell’idealismo tedesco ETS 2007 9788846718860
Ernst Cassirer Vita e dottrina di Immanuel Kant La Nuova Italia 1997 9788822128492

Modalità d'esame

L'accertamento dei risultati di apprendimento prevede una prova orale, durante la quale verranno sviluppate le questioni trattate durante il corso e studiate sui testi. L'esame è teso ad accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità di applicare i concetti e le metodologie logiche alle diverse problematiche proposte.

Tale prova orale unica verte sull'intero programma e consiste in un colloquio diviso in due parti - una con il docente e una con uno dei suoi collaboratori - ed è teso a verificare:
- la profondità e l'ampiezza delle conoscenze maturate;
- la proprietà di linguaggio;
- l'abilità di collegare in forma sistematica le conoscenze;
- la capacità analitica e argomentativa.

Il voto è espresso in 30esimi.

Gli studenti ERASMUS sono pregati di prendere contatto con il docente all'inizio dei corsi per concordare insieme le modalità didattiche e le prove di accertamento.


Opinione studenti frequentanti - 2017/2018