Ricerca storica e servizi educativi (2017/2018)

Codice insegnamento
4S003371
Docente
Mario Gecchele
Coordinatore
Mario Gecchele
crediti
9
Settore disciplinare
M-PED/02 - STORIA DELLA PEDAGOGIA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. IA, Sem. IB

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Conoscenza e capacità di comprensione
Al termine del corso gli studenti dovrammo:
-Conoscere l’evoluzione del pensiero pedagogico, soprattutto del Novecento.
-Conoscere la considerazione del bambino a livello culturale, sociale e politico nel corso del Novecento.
-Conoscere l’attenzione e l’evoluzione che la società in ogni tempo ha rivolto verso i diversi e i marginali, sia negli studi che nelle realizzazione di servizi e istituti educativi appositi rivolti alla persona (case di riposo, istituti assistenziali ed educativi, ecc.).
-Conoscere i diversi modelli e le fasi di ricerca scientifica, soprattutto in campo storico, utilizzati nel corso del tempo.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate.
Al termine del corso gli studenti dovranno:
-Essere capaci di comprendere testi di carattere storico-pedagogico, di collocarli nel contesto culturale e di compararli.
-Essere capaci di cogliere e di comparare le diverse considerazioni dell’infanzia e del bambino nel corso del Novecento, tenendo conto delle diverse società sia dal punto di vista strutturale che politico.
-Essere capaci di cogliere l’evoluzione del pensiero pedagogico verso i diversi, per evidenziarne le permanenze e le assenze nel mondo attuale, facendo emergere linee di continuità.
-Essere capaci di senso storico e di approccio scientifico nella lettura del presente e nella contestualizzazione dei fatti; di collocare storicamente i vari servizi educativi;
di sviluppare abilità di ricerca, di interpretazione e di narrazione delle idee, dei fatti che riguardano l’educativo; di capire come il presente, anche nel campo dei servizi socio-educativi, sia sviluppo e frutto di un cammino che ha le radici nelle società passate.
-Essere capaci di senso storico, cioè di sentirsi coinvolti in un processo che inizia nel passato e prosegue nel futuro, a cui ogni persona può apportare il suo contributo.

Autonomia di giudizio
Al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare:
-capacità di superare alcuni pregiudizi e preconcetti del presente e del passato.
-di possedere un approccio scientifico nella ricerca storico-educativa.
-capacità di analizzare criticamente i vari servizi educativi, affermatisi nel corso della storia, e di coglierne gli aspetti positivi validi anche nel presente.
-Di essere capaci di superare le posizioni di chi ha usato per molto tempo la storia, volgendola per convenienza funzionalmente alla difesa o al progresso di un popolo, di uno Stato, di un’ideologia o di una civiltà.

Abilità comunicative
Al termine del corso gli studenti dovranno:
-saper utilizzare correttamente termini/concetti riferentesi all’educativo nella loro evoluzione storica.
-saper comporre relazioni in modo corretto dal punto di vista della ricerca storica.
-saper documentare quanto prodotto in modo preciso e pertinente.

Capacità di apprendere
Al termine del corso gli studenti dovranno:
-Essere capaci di affrontare individualmente ricerche di carattere storico.
-Essere capaci di individuare, nei vari modelli culturali ed educativi presenti nel corso della storia, riflessioni, metodi, esempi validi per la loro attività.
-Avere una predisposizione positiva a “mettersi in gioco” continuamente confrontandosi con pensieri, riflessioni, apporti di studiosi di diversa provenienza culturale.

Programma

Programma del corso
Storia e storia della pedagogia. Il metodo dello storico. La storiografia in educazione.
Teorie, metodi, fonti, modelli.
Contenuti attuali della ricerca in storia della pedagogia. L’evoluzione della pedagogia speciale e della considerazione del diverso.
Il bambino e l’infanzia nel Novecento.

Testi di riferimento
M. Gecchele, S. Polenghi, P. Dal Toso, Il Novecento: il secolo del bambino?, Junior, Parma, 2017.
M. Gecchele, La diversità. Un approccio storico, Dispensa 2017-2018, presso Libreria Qui Edit.
Invito alla ricerca storica in educazione, Dispensa, 2016-2017, presso Libreria Qui Edit.
A.S. Rugiu, Breve storia dell’educazione artigiana, Carocci, Roma, 2008.

Modalità d'esame

Modalità di valutazione
-Gli apprendimenti verranno valutati attraverso una prova scritta, con domande aperte e spazio predeterminato per le risposte.
-Non ci sarà differenza nel modo di valutare fra frequentanti e non frequentanti, ma si terrà conto dell’apporto di ognuno nel corso delle lezioni in seminari, relazioni ed eventuali laboratori.
-Verranno valutati in particolare: la conoscenza dei principali contenuti trattati nel corso; la correttezza grammaticale e l’argomentazione logica; la capacità di sintesi e di cogliere gli elementi fondamentali; la capacità di rielaborazione personale tenendo conto degli apporti anche di altri corsi e/o conoscenze personali.

Note
Il corso è aperto a tutti gli iscritti. Saranno attivati seminari fra i presenti. Eventuali indicazioni sui materiali di studio verranno date nel corso delle lezioni, alcune delle quali saranno pubblicate sinteticamente in slides nel sito personale del docente.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018