Pedagogia sociale e della vita adulta (2016/2017)

Codice insegnamento
4S003176
Docente
Rosanna Cima
Coordinatore
Rosanna Cima
crediti
6
Settore disciplinare
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. IIB dal 24-apr-2017 al 10-giu-2017.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

1) Offrire ai futuri assistenti sociali un approccio pedagogico alle dinamiche della vita adulta e ai differenti ruoli delle adulte e degli adulti;
2) apprendere ad individuare nelle adulte e negli adulti gli aspetti che favoriscono il loro empowerment sia che si trovino in situazioni di agio che di disagio.

L’insegnamento è centrato sulla seguente domanda: “come accompagnare le adulte e gli adulti che si rivolgono al servizio sociale?”

Prima tappa --> conoscere:
- i passaggi vitali che segnano il divenire adulte e adulti (excursus storico)
- la categoria “adulto” e “adulta” posta in relazione ad alcuni modelli culturali
- le implicazioni critiche del divenire adulte e adulti (cura di sé, cura dei figli, cura dei genitori anziani, cura della comunità)
Seconda tappa --> nella pratica
- i saperi dell’esperienza per orientare il lavoro dell’assistente sociale
- il colloquio pedagogico con le adulte e gli adulti: la maieutica partecipativa

Programma


Durante le lezioni saranno affrontati indicativamente i seguenti temi:
- Il concetto di età e le sue trasformazioni;
- Donne e uomini nel processo di divenire adulte e adulti: cambiamenti, passaggi, destrutturazioni e ricomposizioni;
- Prendersi cura di sé e dell’altro come caratteristica della vita adulta;
- Percorsi di accompagnamento educativo con adulte e adulti (la pratica narrativa in età adulta e anziana);
- La dimensione del gruppo nel lavoro sociale con le adulte e gli adulti (comunità linguistiche, religiose, generazionali, geografiche).

n. 3 testi obbligatori:
1 - Daniele Loro, Lavorare con gli adulti. Aspetti pedagogici nella professione dell'assistente sociale. Dispensa 2015-2016 (la dispensa è disponibile presso la Cartoleria Ateneo, Lungadige Porta Vittoria, 37. www.ateneovr.it).
2 - Danilo Dolci, Conversazioni contadine, Il Saggiatore, Milano 2014.
3 - Uno a scelta tra:
- Rosanna Cima, Pratiche narrative per una pedagogia dell’invecchiare, Franco Angeli, Milano 2012.
- Silvia Aru, Matteo Putilli, Forme, Spazi e tempi della marginalità. Un itinerario concettuale, Società geografica italiana, Roma 2014, disponibile su: https://www.academia.edu/10194822/Numero_monografico_Forme_spazi_e_tempi_della_marginalit%C3%A0_Bollettino_della_Societ%C3%A0_Geografica_Italiana_XVI_2014_n._1
- Luigina Mortari, Apprendere dall’esperienza. Il pensare riflessivo nella formazione, Carocci, Roma 2003.
- Rosanna Cima, Culture della cura. Mediazione culturale ed etnoclinica in ambito educativo, sociale, sanitario, PresentArsì, Castiglione d/Stiv. 2014.

Organizzazione didattica
Le lezioni sono strutturate in modo che vi sia, accanto all'apporto teorico da parte della docente, un ragionamento condiviso con gli studenti e le studentesse in modo da costruire un sapere a partire dalle interazioni tra teoria, saperi situati degli studenti e sapere pedagogico relativo alle pratiche operative.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Danilo Dolci Conversazioni contadine il Saggiatore 2014
Daniele Loro Lavorare con gli adulti. Aspetti pedagogici nella professione dell'assistente sociale dispensa  
Cima Rosanna Pratiche Narrative per una pedagogia dell'invecchiare Franco Angeli 2012

Modalità d'esame

L’esame avverrà nella forma orale con domande dirette a sondare l’approfondimento ragionato delle teorie presenti nei testi di studio.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017