Psicologia dello sviluppo (2016/2017)

Codice insegnamento
4S00717
Docente
Daniela Raccanello
Coordinatore
Daniela Raccanello
crediti
6
Settore disciplinare
M-PSI/04 - PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. IA (31.10.16 sosp.lezioni), Sem. IB

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si propone di offrire alcuni strumenti concettuali e metodologici di base per la conoscenza e la comprensione dei processi psicologici che caratterizzano situazioni di rischio psicosociale in età evolutiva, secondo la prospettiva della psicologia dello sviluppo.
In particolare, i risultati di apprendimento attesi sono i seguenti:
1) Conoscenza e comprensione del concetto di rischio psicosociale in età evolutiva e dei costrutti ad esso correlati, alla luce dei principali approcci teorici proposti in letteratura e di alcune metodologie che ne permettono la valutazione.
2) Conoscenza e comprensione di alcuni processi dello sviluppo psicologico di base che caratterizzano l’infanzia e l’adolescenza, relativi al dominio cognitivo, sociale ed emotivo.
3) Conoscenza e comprensione di processi psicologici, cornici di riferimento teoriche e modalità di intervento in relazione a situazioni di rischio psicosociale nell’infanzia (es., bambini con genitori affetti da psicopatologia, maltrattati e abusati, appartenenti a gruppi minoritari, con genitori separati o divorziati, adottati e in affido, ecc.) e nell’adolescenza (es., adolescenti appartenenti a gruppi minoritari, con comportamenti antisociali e devianti, con uso di sostanze, di fronte a una società complessa, ecc.).
4) Capacità di individuare, nelle situazioni di rischio psicosociale trattate, fattori di rischio e di protezione che possono giocare un ruolo nel far diminuire la vulnerabilità e favorire la resilienza psicologica durante lo sviluppo.

Programma

Il programma è suddiviso in tre parti:
(A) Rischio psicosociale in età evolutiva.
Costrutti di base: adattamento, fattori di rischio e fattori di protezione; stress ed eventi traumatici; vulnerabilità e resilienza psicologica.
Definizioni, modelli teorici, ruolo di fattori individuali e ambientali, strumenti di valutazione.
(B) Rischio psicosociale nell’infanzia.
Processi di sviluppo psicologico nell’infanzia: sviluppo nel dominio cognitivo, sociale ed emotivo.
Situazioni di rischio psicosociale nell’infanzia: bambini con genitori affetti da psicopatologia, maltrattati e abusati, appartenenti a gruppi minoritari, con genitori separati o divorziati, adottati e in affido, ecc.
Bambini maltrattati e abusati: definizione e caratteristiche della violenza verso i bambini; conseguenze traumatiche della violenza a breve e lungo termine in termini di sviluppo psicologico.
Bambini adottati e in affido: definizione e caratteristiche del legame adottivo; conseguenze in termini di sviluppo psicologico.
(C) Rischio psicosociale nell’adolescenza.
Processi di sviluppo psicologico nell’adolescenza: sviluppo nel dominio cognitivo, sociale ed emotivo.
Situazioni di rischio psicosociale nell’adolescenza: adolescenti appartenenti a gruppi minoritari, con comportamenti antisociali e devianti, con uso di sostanze, di fronte a una società complessa, ecc.
Adolescenti appartenenti a gruppi minoritari: minori stranieri non accompagnati, processo di emigrazione, conflitti intergenerazionali, scuola come agenzia di integrazione.
Adolescenti con comportamenti antisociali e devianti: definizione di antisocialità e devianza, spiegazioni, interventi.
Adolescenti con uso di sostanze: definizione di dipendenza, fattori di rischio e protezione, prevenzione e trattamento, nuove dipendenze.
Adolescenti di fronte a una società complessa: percorsi scolastici e lavorativi come fattori di rischio e protezione.

Testi per l’esame:
Di Blasio, P. (2000). Psicologia del bambino maltrattato. Bologna: Il Mulino.
Inguglia, C., & Lo Coco, A. (2013). Resilienza e vulnerabilità psicologica nel corso dello sviluppo. Bologna: Il Mulino. Capitoli: Introduzione, 1, 2, 3, 4.
Speltini, G. (2016). L’età giovanile. Disagio e risorse psicosociali. Bologna: Il Mulino. Capitoli: Introduzione, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova scritta costituita da domande aperte (durata: un’ora; formato delle domande: dieci definizioni e quattro domande aperte), con eventuale integrazione orale (su richiesta dello studente e/o del docente).

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017