Filosofia politica e sessualita' (m) (2015/2016)

Codice insegnamento
4S003325
Docente
Lorenzo Bernini
Coordinatore
Lorenzo Bernini
crediti
6
Settore disciplinare
SPS/01 - FILOSOFIA POLITICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. IA dal 28-set-2015 al 8-nov-2015.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il pensiero politico occidentale ha per lungo tempo occultato le differenze sessuali sotto il principio della presunta eguaglianza di tutti gli individui di fronte alla legge. Il corso si propone di fornire esempi di filosofie critiche che, al contrario, hanno interrogato la relazione tra politica e sessualità dal punto di vista delle cosiddette “minoranze sessuali”, e che hanno di coseguenza elaborato nuovi modelli interpretativi del soggetto, della collettività, dell’azione politica.

Programma

Titolo del corso: Uno spettro si aggira per l’Europa… sugli usi e gli abusi del concetto di “gender”

Contenuto del corso: L’intento del corso è di dar conto del dibattito teorico che si è sviluppato attorno al concetto (o meglio dispositivo concettuale) di genere in seguito alla sua diffusione nella medicina, nella psichiatria, nei saperi accademici, nella sfera pubblica, nei movimenti sociali. Punto di partenza sarà l’accesa polemica in corso in Europa e in Italia, in cui attorno al lemma si coagula l’ostilità delle gerarchie vaticane e di alcuni movimenti di ispirazione cattolica alle conquiste dei diritti delle donne femministe e delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali/transgender, queer, intersex.


Testi di riferimento*:
- Sigmund Freud, Tre saggi sulla teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino 2010: secondo saggio, La sessualità infantile, pp. 56-91; e Riepilogo, pp. 116-128.
- Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, Il Saggiatore, Milano, 1999, Libro secondo: Introduzione e Parte prima: Formazione, pp. 317-483.
- Michel Foucault, La volontà di sapere, Feltrinelli, Milano 2005, Prefazione all’edizione italiana, capitolo I Noialtri vittoriani e capitolo II L’ipotesi repressiva, pp. 7-48.
- Adrienne Rich, Eterosessualità obbligatoria ed esistenza lesbica, in «Nuova DWF», nn. 23-24, 1985.
- Monique Wittig, The Straight Mind, «Bollettino del CLI», 1990.
- Judith Butler, Questione di genere: Il femminismo e la questione dell’identità, Laterza, Roma-Bari, 2013, capitolo III Atti sovversivi del corpo e Conclusione: Dalla parodia alla politica, pp. 115-210.
- Judith Butler, Fare e disfare il genere, Mimesis, Milano 2014, capitolo III Rendere giustizia a qualcuno. Riattribuzione del sesso e allegorie della transessualità: un caso, pp. 107-129.
- Leo Bersani, Homos, Nuova Pratiche Editrice, Milano 1998: capitolo II L’assenza gay, capitolo III Il gay papà e note, pp. 37-113 e pp. 176-179.
- Jean Laplanche, Il genere, il sesso, il sexuale, in Sexuale. La sessualità allargata nel senso freudiano, la Biblioteca, Bari-Roma 2007, pp. 147-186.
- Tony Anatrella, La teoria del “gender” e l’origine dell’omosessualità, San Paolo, Cinisello Balsamo (MI), 2012, capitolo II La teoria del gender, pp. 32-51.
- Lorenzo Bernini, Uno spettro si aggira per l’Europa… Sugli usi e gli abusi del concetto di “gender”, in «Cambio», anno IV, numero 8, 2014, pp. 81-90.
*Gli estratti dei testi, con l’eccezione dei libri di Freud, Foucault e Bersani, saranno raccolti in una dispensa disponibile presso la copisteria La rapida, via dell’Artigliere 5, Verona.

Lettura consigliata:
-Lorenzo Bernini, Apocalissi queer: Elementi di teoria antisociale, Edizioni ETS, Pisa 2013.

Metodi didattici: Lezioni seminariali, discussioni sui temi in programma.

Modalità d'esame

Prova orale. Studentesse e studenti sono tenuti a portare con sé i testi d'esame.

Opinione studenti frequentanti - 2015/2016