Letteratura per l'infanzia (2013/2014)

Codice insegnamento
4S00989
Docente
Silvia Blezza
Coordinatore
Silvia Blezza
crediti
6
Settore disciplinare
M-PED/02 - STORIA DELLA PEDAGOGIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem IB dal 18-nov-2013 al 19-gen-2014.

Orario lezioni

Sem IB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 15.40 - 18.10 lezione Aula 2.3  
mercoledì 15.40 - 18.10 lezione Aula 2.3  

Obiettivi formativi

La Letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, definita in alcuni casi anche “giovanile” o “per ragazzi”, è un settore di ricerca e un ambito editoriale che riguarda i diversi generi rivolti ai bambini, ai ragazzi, ai preadolescenti e agli adolescenti e giovani adulti, ivi comprese le opere di divulgazione, quelle teatrali, gli albi e i libri illustrati, i fumetti, ecc. Questa letteratura riveste un ruolo educativo importante, in quanto, proprio come la letteratura tout court, assolve ad una funzione conoscitiva. Essa, soprattutto se di qualità, consente in modo del tutto peculiare, sia attraverso la scrittura che l’immagine, di conoscere se stessi ed il mondo, cioè di penetrare nella complessità dell’animo umano e dei diversi contesti socio-culturali.
Durante il Corso ci si prefigge di fornire una conoscenza di base della disciplina nel suo assetto epistemologico in un quadro interdisciplinare (soprattutto rapporto tra letteratura e pedagogia) e, dopo un’essenziale ma necessaria premessa di carattere storico, di far conoscere la migliore produzione contemporanea italiana e straniera, compresi gli albi (picturebooks) e i libri illustrati per le diverse fasce d’età (anche adolescenti e giovani adulti). Ci si prefigge inoltre di affrontare criticamente alcuni “classici” per ragazzi e di sviluppare una sufficiente capacità di analisi critica delle opere contemporanee.

Programma

Definizione, ambiti, generi della Letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, con particolare riguardo ai generi fiaba, avventura, fantasy e generi contaminati. L’uso dei simboli narrativi come strumento di comunicazione e di riflessione.
Lo sviluppo della Letteratura per l’infanzia in Italia. Gli aspetti innovativi e qualificanti della letteratura contemporanea italiana e straniera: tendenze, tematiche, personaggi e scritture. Rinnovata funzione della Letteratura per bambini e ragazzi. L’importanza della qualità stilistica (verbale e iconica). L’editoria per ragazzi oggi: cambiamenti inattesi, aspetti positivi e problematici. Relazioni tra la Letteratura per l’infanzia e i Media narrativi (cenni).
Albi e libri illustrati per le diverse età. Cenni di rilettura critica di alcuni “classici” (Pinocchio di Collodi, Gianni Rodari, Astrid Lindgren). Presentazione di criteri per la scelta delle migliori opere di letteratura adatte alle diverse fasce d’età.
Testi d’esame
Saranno indicati all’inizio del Corso e pubblicati subito tra gli avvisi studenti e rimarranno validi fino alla sessione d'esame di gennaio-febbraio 2015.

Modalità didattiche: Lezioni frontali. Lettura a voce alta di brani. Proiezione di slide, illustrazioni, trailer, filmati da youtube. Discussioni anche su argomenti di interesse degli studenti. Durante le lezioni non verranno riassunti integralmente i testi d’esame, bensì ci si soffermerà soltanto sugli argomenti ed i concetti più significativi in essi trattati. Nel corso delle lezioni la docente presenterà anche tematiche, autori, libri, immagini e problemi relativi alla letteratura per l’infanzia che non saranno oggetto di prova d’esame, ma la cui conoscenza consente di acquisire una specifica competenza operativa e la conseguente capacità di analizzare, valutare e scegliere i libri in funzione delle diverse età e della qualità. Si consiglia quindi la frequenza (perlomeno parziale) delle lezioni, onde acquisire una buona conoscenza teorico-prassica.
Durante lo svolgimento del corso la docente comunicherà, anche tramite avviso on line, eventuali proposte ed iniziative ad integrazione del corso (ad esempio, seminari, conferenze, incontri con l’autore, ecc.).

Modalità d'esame

Prova scritta in forma aperta (in genere 5 domande), più una relazione critica su un’opera di narrativa da scegliere da un elenco suggerito dalla docente. I criteri di analisi saranno forniti dalla docente durante le lezione e con avviso on line.