Storia della filosofia A (i) (2013/2014)

Codice insegnamento
4S02151
Crediti
12
Coordinatore
Guido Cusinato
Altri corsi di studio in cui è offerto
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
II MODULO PARTE (II) 6 M-FIL/06-STORIA DELLA FILOSOFIA Sem IIB Tommaso Tuppini
I MODULO PARTE (I) 6 M-FIL/06-STORIA DELLA FILOSOFIA Sem IIA Guido Cusinato

Obiettivi formativi

Modulo: II MODULO PARTE (II)
-------
Questo modulo del corso s'interroga sulla soglia costitutiva della filosofia contemporanea, occupata in modo essenziale dalla speculazione sull'arte del giovane Nietzsche e di Schopenhauer. A lezione verranno aperti anche degli squarci sulla "filosofia tragica" del Novecento, facendo riferimento in modo privilegiato al pensiero di Simmel, Benjamin e Lukàcs.


Modulo: I MODULO PARTE (I)
-------
L'insegnamento si propone di stimolare nello studente una capacità di lettura e di analisi critica su di uno dei temi centrali della storia della filosofia.

Programma

Modulo: II MODULO PARTE (II)
-------
LA RINASCITA DELLA TRAGEDIA (Prima lezione: lunedì 28 aprile)

Nel 1872 il giovane professore di filologia classica Friedrich Nietzsche pubblica "La nascita della tragedia dallo spirito della musica", un saggio destinato a cambiare la storia della filosofia, che inaugura un nuovo stile di ricerca "genealogico". Lo scopo dichiarato del saggio è di congiurare "le forze che sembrano poter garantire una rinascita della tragedia - e quante altre speranze di felicità per lo spirito tedesco". Tornare a interrogarsi genealogicamente sull'origine della tragedia attica non è dunque un'indagine erudita, ma serve per configurare quel futuro di cui la Germania può già fare esperienza concreta nella musica di Richard Wagner.
"La nascita della tragedia" è il gambo di un fiore che mette in collegamento le radici tragiche e schopenhaueriane della filosofia con la corolla della musica wagneriana. La nostra domanda dunque è: perché mai, ancor oggi, una comunità tragica, se mai nascerà, dovrà nascere "aus dem Geiste der Musik"? Qual è il contributo che la filosofia può dare a questa rinascita?


BIBLIOGRAFIA:

- F. NIETZSCHE, La nascita della tragedia, Adelphi, Milano (varie ristampe).
- A. SCHOPENHAUER, L'arte della musica, Clinamen, Firenze 2003.
- R. WAGNER, L'arte e la rivoluzione (seguito da: Sul principio del comunismo), Fahrenheit 451, Roma 2003.
- G. GARELLI, Filosofie del tragico, Bruno Mondadori, Milano 2001.

Lo studente deve procurarsi in anticipo e portare con sé a lezione i testi di Nietzsche, Schopenhauer e Wagner, che saranno di volta in volta fatti oggetto di commento.

Gli STUDENTI NON FREQUENTANTI dovranno dimostrare di essersi familiarizzati autonomamente con il pensiero del giovane Nietzsche e di Schopenhauer. Questo è un requisito obbligatorio per poter sostenere l'esame. I modi per soddisfare il requisito sono rimessi alla scelta di ciascuno. A semplice titolo d'esempio si consigliano alcune letture.
Per una primissima introduzione:

- i volumi "Nietzsche" e "Schopenhauer" a cura di T. TUPPINI nella collana "Grandangolo", in uscita per l'editore Rizzoli-Corriere-RCS rispettivamente nei giorni 4 e 18 marzo 2014.

Per un'introduzione più approfondita:

- G. UGOLINI, Guida alla lettura della "Nascita della Tragedia" di Nietzsche, Laterza, Roma-Bari 2007.
- G. VATTIMO, Introduzione a Nietzsche, Laterza, Roma-Bari 2007.
- G. INVERNIZZI, Invito al pensiero di Schopenhauer, Mursia, Milano 2011.

Altri testi di carattere monografico potranno essere scelti liberamente dagli studenti non frequentanti. La semplice lettura di voci di manuali, enciclopedie, storie delle filosofie, ecc. NON è ritenuta adeguata per la conoscenza preliminare degli autori, quindi non permette di sostenere l'esame.


Seminario collegato al modulo

NIETZSCHE CON WAGNER (Primo incontro: mercoledì 30 aprile)

Per questo modulo del corso il mercoledì di ogni settimana alle 17,20, nella stessa aula della lezione, ci sarà un seminario a partecipazione facoltativa in cui si leggeranno e commenteranno gli scritti di Nietzsche dedicati a Wagner. I partecipanti devono essersi procurati gli "Scritti su Wagner" di Nietzsche pubblicati da Adelphi e averne già fatto almeno una prima lettura di sorvolo. Oltre a questo testo a lezione verranno letti e commentati altri saggi su Wagner che vengono messi a disposizione degli studenti come files PDF scaricabili da questa pagina web.
Il programma - che verrà aggiornato - degli incontri è il seguente:

30 aprile: Tommaso Tuppini su Wagner e Nietzsche ("Richard Wagner a Bayreuth" e "Il caso Wagner")
7 maggio: Tommaso Tuppini su Wagner e Nietzsche ("Richard Wagner a Bayreuth" e "Il caso Wagner")
14 maggio: Giorgio Franck su Wagner e Baudelaire
20 maggio: Markus Ophaelders su Wagner e Thomas Mann
28 maggio: Michele Bertolini su Wagner e Adorno
4 giugno: Francesco Ceraolo su Wagner e la "comunità etica"
5 giugno: Discussione comune


Modulo: I MODULO PARTE (I)
-------
Tema: Fenomenologia della cura: formazione come trasformazione
Questo modulo del corso si propone di affrontare il tema dell’aver cura, intesa come un processo di tras-formazione («Bildung als Umbildung» per riprendere un’espressione di Goethe) facendo riferimento in particolare a Platone, Aristotele, Kant, Schelling, Schopenhauer, Husserl, Scheler, Plessner, Gehlen, Foucault, Sloterdijk (di tutti questi autori è richiesta una buona conoscenza manualistica).


Testi
M. Erler, Platone. Un’introduzione, Torino 2008
P. Hadot, Esercizi spirituali e filosofia antica, Torino 2005
M. Scheler, Formare l’uomo, Milano 2009 (comprese introduzioni)
P. Sloterdijk, Stato di morte apparente, Milano 2011

Ai non frequentanti è richiesta, in aggiunta, la lettura di due contributi a scelta presenti nel primo numero della rivista "Thaumàzein" sul tema "Cura sui e autotrascendimento", scaricabile dal seguente link: http://www.thaumazein.it/

A tutti si consiglia la lettura del file sul concetto della meraviglia, scaricabile in:
https://www.academia.edu/6253477/Ridestamenti_e_meraviglia_il_concetto_di_Thaumazein_in_Platone_e_Aristotele_2014_

Modalità d'esame

Modulo: II MODULO PARTE (II)
-------
Colloquio orale sui testi indicati in bibliografia, che lo studente dovrà avere con sé al momento dell'esame.


Modulo: I MODULO PARTE (I)
-------
L'esame è in forma di colloquio orale e mirerà a verificare il grado di conoscenza di tutti i testi in programma.

Per accedere all'esame è necessario presentare, per lo meno 10 giorni prima dell'esame, un elaborato scritto di circa 12 pagine complessive (di 2000 battute l'una), spedendolo in allegato all'indirizzo mail del docente con richiesta di conferma o consegnando il cartaceo durante l'orario di ricevimento.

Per ognuno dei 4 testi dell'esame, l'elaborato prevede circa 3 pagine: due di sintesi e analisi sulle parti che lo studente ritiene più interessanti e una pagina di riflessioni critiche personali con riferimento anche ad approfondimenti svolti nel corso delle lezioni.

Nella valutazione dell'elaborato verrà dato particolare peso alla significatività dei brani citati e all'accuratezza con cui sono citati. Un ulteriore criterio di valutazione è la pertinenza al tema del corso.

Per i due articoli a scelta dal primo numero della rivista Thaumàzein, che gli studenti non frequentanti devono aggiungere, non è richiesto alcun elaborato scritto.

La presentazione dell'elaborato non esonera in alcun caso lo studente da una conoscenza di tutti i testi in programma, l'esame orale prevede infatti domande specifiche su tutti i testi in programma.