Filosofia morale (2012/2013)

Codice insegnamento
4S00765
Docente
Giuliano Bergamaschi
Coordinatore
Giuliano Bergamaschi
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/03 - FILOSOFIA MORALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. IIA dal 25-feb-2013 al 21-apr-2013.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

L'insegnamento di Filosofia Morale si propone di fornire le indispensabili nozioni teoriche di base che consentano di comprendere criticamente le problematiche e i risultati delle recenti scienze umane inerenti al comportamento umano. Verrà posta particolare attenzione ai classici della morale antica e moderna al fine di mostrare la linea di sviluppo continua con le principali proposte morali fornite dalle neuroscienze etiche. L'obiettivo è di favorire un approccio educativo al tema del miglioramento dell'agire umano.

Programma

"Adesso non mi auguro più di essere felice, bensì di essere cosciente" ( A. Camus)

Qual è la ragione dell’esistenza umana? Che cosa conta veramente per l’uomo? Quali i sono i progetti a cui l’uomo tiene in particolar modo? Che cosa da valore alla vita umana? Chiaramente le risposte che si possono dare a queste domande variano da persona a persona e sono condizionate da molte variabili di varia natura: dalla cultura, all’ambiente sociale alla genetica.
Vivere non basta! Senza senso non vi è felicità. Le recenti neuroscienze spiegano e confermano l’importanza del senso nella vita umana.
Vivere una vita di senso significa dare senso al nostro credere, al nostro agire ed al nostro dialogare. Come educare il senso della nostra vita? Con il vero, il buono ed il bello. Ecco il ruolo dell’etica. Tre i punti focali del corso: 1. Il senso del Bene e del Male; 2. Il senso dell'insegnare e dell'imparare; 3. Il senso del lavoro.



Testi per l'esame: lo studente potrà scegliere per la sua preparazione tra i due seguenti saggi: G. D'Imperio, La nostalgia della compiutezza: tra fiducia e cambiamento, QuiEdit, Verona 2012 o G. Bergamaschi, Vivere motivati, vivere bene!,Scuola di Palo Alto, MIlano 2010.
Sempre per la preparazione all'esame è obbligatorio anche lo studio del seguente testo: A de La Garanderie, La critica della ragione pedagogica, a cura di G. Bergamaschi, QuiEdit, Verona 2013 ( Introduzione, capitoli I, II, III, VI, X, XIII).

Modalità d'esame

L'accertamento del profitto del corso averrà in forma orale. Per i frequentanti vi è la possibilità di accertare il profitto del corso attraverso una prova scritta di natura seminariale.