Filosofia teoretica (2008/2009)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00754
Docente
Antonino La Russa
crediti
4
Settore disciplinare
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. II A dal 23-feb-2009 al 9-apr-2009.

Orario lezioni

Sem. II A
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 15.40 - 17.20 lezione Aula 2.3  
martedì 15.40 - 17.20 lezione Aula 2.3  
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula 2.3  

Obiettivi formativi

La filosofia teoretica si caratterizza per il modo radicale di affrontare la ricerca sul valore e sul significato della realtà nella dimensione umana e naturale. In tale prospettiva, ricerca scientifica e ricerca della verità possono assumere un senso divergente, se la prima si limita ad una conoscenza specifica, così come si determina nei diversi settori scientifici, e la seconda, invece, aspira a una comprensione del senso complessivo dell'esistenza.
Inoltre, fra scienza e filosofia si può instaurare, così come sta avvenendo nel nostro tempo, una tensione dialettica attorno ai mutamenti che investono l'uomo. Infatti sotto l'avanzare della nuova società tecnologica sembra che le configurazioni caratterizzanti dell'essere umano, considerate immutabili dalla filosofia tradizionale, possano cambiare anche in taluni aspetti costitutivi. Per esempio, nascita e morte sono divenuti campi di discussioni e di scontri, oppure, visti gli effetti delle nuove tecnologie sull'ambiente, si tende a concepire il tempo futuro sotto una luce di incertezza che pone nuovi doveri etici nei confronti della natura e dell'umanità. In questa situazione quale senso può avere per l'uomo una ricerca della verità che sappia rispondere al suo bisogno di una conoscenza sempre più comprensiva e “rassicurante”?

Programma

Il corso è costituito
- da una parte propedeutica in cui saranno chiariti i significati generali dei principali concetti attinenti alle problematiche del corso: i caratteri della domanda filosofica, la distinzione fra certezza e verità, la metafisica generale o ontologia, le metafisiche speciali (psicologia razionale, cosmologia razionale, teologia razionale), la gnoseologia, l’epistemologia, il fenomenismo, l’ermeneutica, la morale e l’etica, l’estetica;
- dall'analisi dei mutamenti profondi avvenuti nei rapporti fra uomo e natura, partendo dagli spunti offerti da Hans Jonas nella sua opera - Sull'orlo dell'abisso;
- dalle riflessioni critiche attorno al concetto di verità nelle sue molteplici e complesse valenze partendo dal testo di Heidegger Sull'essenza della verità. Si cercherà così di costituire un campo teoretico aperto, in cui ognuno possa dare un più chiaro inquadramento alla propria ricerca di senso.
Testi per l’esame:
- Sulla parte propedeutica: gli appunti delle lezioni o, per chi non ha frequentato, le relative voci nel Dizionario Filosofico di ABBAGNANO N., UTET.
- JONAS H., Sull'orlo dell'abisso, Einaudi, Torino 2000.
- HEIDEGGER M., Sull'essenza della verità, La Scuola, Brescia 1982.
- Dispensa del docente o testo in preparazione.

Modalità d'esame

Prova scritta (costituita da test a risposte multiple e da domande aperte) oppure orale, a scelta.

Note: Considerato che il corso si sviluppa anche con riferimenti storico-filosofici, si consiglia di associare, contemporaneamente, la frequenza del corso di Storia della filosofia.