Storia della filosofia moderna (p) (2019/2020)

Codice insegnamento
4S01363
Docente
Giuseppe Fornari
Coordinatore
Giuseppe Fornari
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2A dal 17-feb-2020 al 28-mar-2020.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso si propone di sviluppare un percorso che, attraverso lo studio diretto dei testi, permetta la comprensione critica di un tema centrale per la storia della filosofia moderna. L’intreccio tra indagine concettuale, ricostruzione storica e analisi dei singoli testi dovrebbe infatti permettere allo studente lo sviluppo di competenze filosofiche complesse.

I risultati di apprendimento attesi sono:

- Conoscenze:
1) Conoscenza e capacità di comprensione dei contesti filosofici della modernità;
2) Conoscenza e capacità di comprensione di alcuni fra i testi più rappresentativi della filosofia moderna;
3) Conoscenza e capacità di comprensione del lessico filosofico sviluppato in età moderna.

- Abilità:
1) Applicazione delle conoscenze e della capacità di comprensione acquisite alla lettura critica e al commento dei testi filosofici della modernità, possibilmente in originale o comunque con riferimenti all’originale, con una particolare attenzione alla storia delle edizioni di uno stesso testo;
2) Applicazione delle conoscenze e della capacità di comprensione acquisite all’analisi di concetti centrali per la filosofia moderna;
3) Sviluppo di autonomia di giudizio e capacità di ragionamento indipendente;
4) Sviluppo di abilità comunicative nelle seguenti attività: partecipare a discussioni guidate, esporre le proprie idee e difenderle con argomenti, ed eventualmente presentare brevi relazioni in classe;
5) Sviluppo di capacità di apprendimento autonomo attraverso una metodologia appropriata di studio, ricostruzione storica e interpretazione dei testi.

Programma

Il problema gnoseologico da Cartesio a Kant e il dibattito interpretativo sulla Critica della ragion pura di Kant, con particolare attenzione alle differenze tra la prima edizione dell'opera (1781) e la seconda edizione (1787).
Scopo del programma è identificare la specificità del problema della conoscenza che emerge in Cartesio e nel dibattito post-cartesiano, e approfondire la maturazione di tale problema nella Critica della ragion pura di Kant. La complessa gestazione della prima Critica kantiana dà vita a un dibattito critico che si divide tra fautori della prima o della seconda edizione dell'opera, e che conosce forse il suo più grande momento nella rivisitazione che del capolavoro di Kant compie Heidegger. La questione interpretativa tuttora insoluta è quale sia il vero posto da assegnare a Kant nella filosofia moderna e quale sia il vero significato filosofico del problema gnoseologico.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Immanuel Kant Critica della ragion pura Adelphi 1976 L'edizione consigliata è quella curata da Giorgio Colli. Il testo tedesco sarà consultato dal docente durante le lezioni dove necessario.
René Descartes Discorso sul metodo Laterza   L'edizione consigliata è quella Laterza con testo francese a fronte.
Martin Heidegger Kant e il problema della metafisica Laterza 2004 Anche per questo testo l'originale tedesco sarà consultato durante le lezioni dove opportuno.
Giuseppe Fornari Mito, tragedia, filosofia. Dall'antica Grecia al Moderno Studium 2018 Del testo saranno indicate alcune parti da studiare.

Modalità d'esame

L ’esame sarà costituito da un colloquio orale di discussione e commento ai libri indicati come testi di riferimento.