Psicologia della formazione continua (2018/2019)

Codice insegnamento
4S007376
Docenti
Riccardo Sartori, Andrea Ceschi
Coordinatore
Riccardo Sartori
crediti
12
Settore disciplinare
M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Sem. 1A, Sem. 1B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso intende immergere gli/le studenti/esse nei metodi e nelle tecniche utilizzabili in aula per la formazione degli adulti. Attraverso una serie di task tratti dalla letteratura di riferimento, gli/le studenti/esse vengono coinvolti/e in discussioni e lavori di gruppo che fanno loro assumere il ruolo di formandi attivi. Inoltre, a turno, ciascuno di loro assumerà il ruolo di formatore/conduttore di attività formative.

L’insegnamento si pone i seguenti obiettivi formativi specifici:
- conoscere le teorie e i modelli relativi alla formazione continua e al lifelong learning;
- conoscere e saper applicare i metodi e le tecniche per la rilevazione dei bisogni e dei desideri formativi;
- conoscere la specificità dei metodi e delle tecniche della formazione continua;
- sapere applicare alcuni metodi e alcune tecniche specifiche per la formazione continua; - conoscere e saper cogliere i principali modelli di gestione d’aula nella formazione degli adulti;
- conoscere e sapere applicare i metodi e le tecniche di valutazione degli esiti formativi.

Programma

Il corso tratterà i seguenti argomenti:
- Formazione e formazione continua: rapporti, somiglianze e differenze;
- Formazione continua e orientamento professionale: l'apprendimento negli adulti;
- Collocazione e inserimento lavorativo: quali caratteristiche aumentano l'employability di inoccupati e disoccupati;
- Teorie dell'orientamento professionale: dai tratti al contesto all'interazione tra i due;
- Formazione e culture organizzative: quale formazione per quale organizzazione;
- Formazione psico-sociale e analisi transazionale: il gruppo e le relazioni tra individui quale metodo e fine della formazione continua.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Berne E. A che gioco giochiamo? (Edizione 1) Milano, Bompiani. 2000
Sartori R. & Ceschi A. Orientamento e crisi economica: la ricerca-intervento con le classi terze di un Istituto Tecnico per Geometri del Nord Italia ECPS Journal, 8, 173-202 2013
Bellotto M. Pensieri su la formazione psico-sociale. Dal 1984 al 2015 (Edizione 1) Verona, Thesy 2015
Guichard J. & Huteau M. Psicologia dell'orientamento professionale. Teorie e pratiche per orientare la scelta negli studi e nelle professioni (Edizione 1) Milano, Raffaello Cortina 2001 978-88-7078-804-4
Sartori R. Stage e tirocinio tra orientamento e formazione: il caso di alcune laureate in discipline umanistiche di Verona e provincia Giornale Italiano di Psicologia dell’Orientamento, 11(2), 23-33. 2010

Modalità d'esame

L'esame è scritto e verte sullo studio approfondito e assimilato dei testi. Lo scritto comprenderà un numero variabile di domande aperte e domande chiuse in modo che lo studente possa dimostrare la sua preparazione e il docente possa disporre di un campione ampio e sufficientemente rappresentativo della conoscenza sviluppata nell'ambito del corso e dello studio individuale. Non utilizzo un formato rigido e strutturato di esame scritto, nel senso che le domande chiuse a volte ci sono, a volte no. Le domande aperte invece ci sono sempre, in genere in numero di 3. A ciascuna domanda aperta attribuisco in genere 10 punti in modo che la somma faccia 30. La lode dipende dal modo con cui lo studente offre le sue risposte, dal grado di approfondimento delle stesse e dal modo con cui lo studente dimostra di sapere argomentare e sostenere eventuali suoi punti di vista personali. Durante l'insegnamento mostro in aula alcuni esempi di esame scritto in modo che gli studenti possano prenderne visione, fotografarli e divulgarli come meglio credono.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018