Politiche sociali e della famiglia (2018/2019)

Codice insegnamento
4S000948
Crediti
12
Coordinatore
Paola Di Nicola
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA 6 SPS/08-SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI Sem. 1A Paola Di Nicola
POLITICA SOCIALE 6 SPS/07-SOCIOLOGIA GENERALE Sem. 1B Sergio Cecchi

Obiettivi formativi

Il corso si articola in due moduli di insegnamenti Politiche sociali e Sociologia della famiglia.
Il corso si pone l'obiettivo di dare agli studenti conoscenze e competenze atte ad analizzare le dinamiche di cambiamento di due istituzioni redistributive: i sistemi di welfare e la famiglia come agenzia di mediazione tra bisogni (domanda) e servizi (offerta):
Primo Modulo: Politiche sociali
L’insegnamento si propone di fornire le basi concettuali, metodologiche e culturali necessarie per analizzare ed interpretare la genesi e la modificazione dei sistemi di Welfare e di cittadinanza, con particolare riferimento ai fattori di crisi che pesano sulle politiche sociali e sui sistemi di inclusione sociale. L'obiettivo del corso è di contribuire a leggere criticamente il ruolo del servizio sociale professionale nell'ambito del sistema di Welfare italiano, nei suoi livelli centrali e periferici, e di aumentare le conoscenze e le competenze degli studenti nel leggere i rapporti tra i diversi settori pubblici di Welfare (sanità, previdenza, assistenza sociale) e tra il settore pubblico e quello del privato sociale (associazionismo e cooperativismo).
Secondo modulo: Sociologia della famiglia
Il corso si pone l'obiettivo di dare alle studentesse/agli studenti strumenti critici di lettura ed interpretazione del rapporto tra famiglie e politiche sociali, assumendo come prospettiva di analisi il ruolo delle donne. In un sistema di welfare di tipo mediterraneo, che si è ancorato ed ha fatto leva sulla famiglia come produttore privato di beni e servizi a rilevanza pubblica (con forti ricadute sul livello di benessere della collettività), le tendenze di cambiamento delle famiglie modificano il loro ruolo sociale e rendono sempre più oneroso e complesso per le famiglie continuare a svolgere le loro tradizionali funzioni sociali

Programma

Primo Modulo
Il programma è centrato sui seguenti punti:
1. La nascita e lo sviluppo dei sistemi pubblici di Welfare: fattori e dinamiche sociali e interpretazioni sociologiche;
2. La crisi dei sistemi pubblici di Welfare: fattori e dinamiche sociali.
3. il passaggio dal capitalismo Keynesiano a quello neo liberale e conseguenze sulle politiche sociali;2b. la crisi delle politiche sociali é anche crisi della legittimazione dei sistemi democratici. .
3. Verso nuove configurazioni dei sistemi di Welfare?
4. I nuovi attori delle politiche sociali (associazionismo, cooperativismo, mercato).
Secondo modulo
Programma: Nell'ambito delle lezioni, si svilupperà un’analisi dei fattori economici, sociali, culturali, demografici e politici che sostengono le dinamiche di mutamento sociale. In particolare si metterà in evidenza come i più rilevanti cambiamenti della condizione delle donne hanno modificato le forme e le relazioni familiari.
Argomenti trattati:
- mutamenti strutturali della famiglia in Italia: tendenze a partire dal 1970
- cambiamenti nelle relazioni di coppia e tra le generazioni
- atteggiamenti e comportamenti relativi alla natalità, fecondità, nuzialità
- conflitto coniugale (separazioni e divorzi)
- nuove forme familiari. le famiglie di immigrati, le convivenze, le famiglie ricomposte, le famiglie adottive e le unioni con partner dello stesso sesso.
L'analisi dei mutamenti della famiglia sarà condotta attraverso una lettura ed interpretazioni dei più rilevanti dati ISTAT sui temi trattati

Modalità d'esame

Primo modulo
L’accertamento dei risultati dell'apprendimento verterà:
- su un accertamento preliminare scritto delle conoscenze acquisite e una prova orale integrativa solo su richiesta dei singoli studenti, in caso di integrazione del voto acquisito nella prova scritta.
La prova scritta è tesa ad accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità di leggere criticamente le dinamiche di evoluzione dei sistemi di Welfare.
L'eventuale prova orale integrativa consiste in un colloquio teso a sviluppare le questioni emerse nella prova scritta, con domande anche su altre parti del programma di studio.
Secondo modulo
Modalità svolgimento esame: esame orale
L'esame orale ha l'obiettivo di valutare la capacità, maturata dallo/a studente/essa, di enucleare i fattori sociali, politici e culturali che sottostanno ai cambiamenti della famiglia, i nuovi bisogni delle famiglie e l'impatto che le nuove configurazioni familiari hanno sulle politiche di welfare.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Kapezov Y., Carbone D. Che cos'è il welfare state Il Mulino 2007
Franzini Maurizio, Pianta Mario Disuguaglianze. Quante sono, come combatterle Laterza 2016 978-88-581-2378-2
Paola Di Nicola Famiglia: sostantivo plurale. Nuovi orizzonti e vecchi problemi (Edizione 2) Franco Angeli 2017 9788891759672
Susan Moller Okin La donna e la giustizia Dedalo 1999
Esping Andersen La rivoluzione incompiuta Il Mulino 2011
Ferrera M. Rotta di collisione. Euro contro welfare? Laterza 2016
Allievi S.,Dalla Zuanna G. Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione Laterza 2016
G. Esping Andersen La rivoluzione incompiuta il Mulino 2011
P. Bosisio, P. Ronfani Le famiglie omogenitoriali Carocci 2015 Solo primo capitolo di Paola Ronfani
Costanzo Ranci, Emmanuele Pavolini Le politiche di welfare il Mulino 2015 9788815252319
Allievi Stefano, Dalla Zuanna Gianpietro Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione Laterza 2016 978-88-581-2372-0