Sociologia e ricerca sociale - SOCIOLOGIA (2017/2018)

Codice insegnamento
4S003175
Docente
Luca Mori
crediti
6
Settore disciplinare
SPS/07 - SOCIOLOGIA GENERALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. IA dal 25-set-2017 al 11-nov-2017.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Il corso ha l'obiettivo di trasmettere ai futuri assistenti sociali le competenze necessarie a comprendere come i problemi che il senso comune definisce "personali" abbiano in realtà radici sociali molto profonde e chiamino in causa complessi meccanismi di produzione e di esclusione della diversità e della devianza.

Programma

Il corso, dal deciso orientamento monografico, sarà quasi interamente dedicato alla figura del sociologo canadese Erving Goffman. Dopo aver illustrato le radici strutturaliste della sua opera, si prenderanno in considerazione i lavori che quest'autore ha dedicato all'analisi della natura del sé individuale. Esaminandoli, si metteranno in luce come il decoro e la dignità delle identità personali, nonché la loro stessa esistenza, dipendano dalla capacità dei soggetti di conformarsi a precise norme sociali la cui mancata osservanza attiva processi di marginalizzazione e stigmatizzazione.

PREREQUISITI:
La comprensione degli argomenti trattati a lezione non necessita di specifiche conoscenze pregresse.

CONTENUTI:
I fatti sociali
la costruzione rituale dell'individualità: i giochi di faccia;
i linguaggi rituali della deferenza e del contegno;
équipe e costruzione sociale della realtà;
Ribalta e il retroscena;
le tre forme dell'identità individuale: virtuale, attuale e personale;
lo stigma come forma di incongruenza identitaria;
screditati e screditabili
stigma e carriera morale
l'accettazione dello stigma come forma di marginalizzazione ed esclusione sociale.
l'ordine dell'interazione come ordine sociale sui generis

METODOLOGIA DIDATTICA
Il corso si svolgerà tramite una serie di lezioni frontali tese ad approfondire i testi d'esame, a spiegarne i contenuti, a mostrarne connessioni e differenze, ad indicare i problemi che essi risolvono e quelli che invece lasciano aperti. Durante il corso, saranno previsti specifici momenti di discussione e confronto che richiederanno l'attiva partecipazione degli studenti.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Goffman E. Il rituale dell'interazione Il Mulino 1988 SOLO pp. 7-122
Goffman E. La vita quotidiana come rappresentazione Il Mulino 1997 SOLO pp. 95-164
Durkheim É. Le forme elementari della vita religiosa Meltemi 2005 SOLO pp. 243-297
Durkheim É. Le regole del metodo sociologico. Sociologia e Filosofia Edizioni di Comunità 1996 SOLO pp. 23-57 e pp. 165-206
Goffman E. L'ordine dell'interazione Armando 1998
Goffman E. Stigma Ombre Corte 2003

Modalità d'esame

L'esame si svolgerà in forma scritta. Lo studente sarà chiamato, nell'arco di due ore, a rispondere a 3 domande aperte inerenti il programma d'esame. Nello specifico, i quesiti saranno organizzati come segue: i primi due, indirizzati a valutare la preparazione dei candidati, verteranno su temi presenti nei testi e ampiamente discussi a lezione; il terzo quesito mirerà invece a valutare l'autonoma capacità di analisi critica dei candidati e richiederà loro di elaborare una riflessione personale sugli argomenti del corso (un confronto, un commento, un'esemplificazione, ecc.).

I criteri di valutazione impiegati saranno:
- Il grado di comprensione dell'oggetto della disciplina.
- Il grado di comprensione dei singoli concetti.
- La correttezza e la chiarezza espositiva dei problemi teorici.
- La padronanza del lessico disciplinare.
- La capacità di collegare gli argomenti.
- La capacità di indicare corrette ed efficaci esemplificazioni empiriche dei concetti teorici trattati.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018