Sociologia generale (p) (2016/2017)

Codice insegnamento
4S02138
Docente
Luca Mori
Coordinatore
Luca Mori
crediti
6
Settore disciplinare
SPS/07 - SOCIOLOGIA GENERALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. IA (31.10.16 sosp.lezioni) dal 3-ott-2016 al 12-nov-2016.

Orario lezioni

Sem. IA (31.10.16 sosp.lezioni)
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 11.00 - 13.30 lezione Aula 1.6  
venerdì 11.00 - 13.30 lezione Aula 1.6  

Obiettivi formativi

Il corso intende illustrare alcune tra le principali linee d'indagine teorica della sociologia durkhiemiana.

Programma

Dopo aver introdotto i temi principali dell’opera di É Durkheim, il corso si concentrerà su due dei più originali innovatori di questa tradizione di pensiero, ovvero Erving Goffman e Pierre Bourdieu. Di Goffman saranno discussi i lavori sui processi di costruzione sociale dell’individualità e quelli dedicati all’ordine rituale dell’interazione. Di Bourdieu si prenderanno invece in considerazione le analisi riguardanti i temi dell’habitus, dei campi, delle diverse forme di capitale e della violenza simbolica.


PREREQUISITI:

La comprensione degli argomenti trattati a lezione non necessita di specifiche conoscenze pregresse fatte salve alcune nozioni generali di storia della filosofia moderna e contemporanea.


CONTENUTI:

Durkhiem
Che cos'è la sociologia? La risposta di Durkheim;
le sanzioni morali e sanzioni naturali;
la natura coercitiva dei fatti sociali e il ruolo dell'emozioni in rapporto alla solidarietà sociale;
società civile, Stato e solidarietà sociale;
religione, ritualità e solidarietà sociale.

Goffman
l'individualità come fatto sociale;
la costruzione rituale dell'individualità: i giochi di faccia;
i linguaggi rituali della deferenza e del contegno come forme di costruzione sociale del sé;
linguaggi rituali e costruzione sociale della realtà;
l'ordine dell'interazione come ordine sociale sui generis.

Bourdieu
il dilemma oggettivismo/soggettivismo;
l'interiorizzazione del sociale: l'habitus;
l'esteriorizzazione del sociale: i campi;
le forme del capitale: cultura, economia, società e simboli;
ordine sociale, ingiustizie e violenza simbolica.


METODOLOGIA DIDATTICA

Il corso si svolgerà tramite una serie di lezioni frontali tese ad approfondire i testi d'esame, a mostrarne connessioni e differenze, ad indicare le questioni problematiche risolte e quelle invece lasciate aperte dai diversi apparati concettuali che li animano. Durante il corso, saranno previsti specifici momenti di discussione e confronto cui gli studenti saranno chiamati a partecipare attivamente.


TESTI D'ESAME

Durkheim É. (1895/1996). Le regole del metodo sociologico. Sociologia e Filosofia, Roma: Edizioni di Comunità [SOLO pp. 23-57 e pp. 165-206].
Durkheim É. (1912/2005). Le forme elementari della vita religiosa. Roma: Meltemi [SOLO pp. 243-297].
Durkheim É. (1973). Lezioni di sociologia. Milano: Etas [SOLO pp. 91-100].
Goffman E. (1959/1997). La vita quotidiana come rappresentazione. Bologna Il Mulino [SOLO pp. 95-164]
Goffman E. (1967/1988). Il rituale dell’interazione. Bologna: Il Mulino [SOLO pp. 7-122].
Goffman E. (1998). L’ordine dell’interazione, Roma: Armando.
Bourdieu P. (1998). Meditazioni pascaliane. Milano: Feltrinelli [SOLO pp. 135-216]
Bourdieu (2002). Campo del potere e campo intellettuale. Roma: Manifestolibri [SOLO pp. 51-82].
Bourdieu, P. (1986). The forms of capital. In J. Richardson, (ed.) Handbook of Theory and Research for the Sociology of Education. New York: Greenwood.
Bourdieu P., Wacquant L. J. D. (1992). Risposte. Per un’antropologia riflessiva. Torino: Bollati Boringhieri [SOLO pp. 66-135].

Modalità d'esame

L'esame si svolgerà in forma scritta. Lo studente sarà chiamato, nell'arco di due ore, a rispondere a 4 domande aperte inerenti il programma d'esame. Nello specifico, i quesiti saranno organizzati come segue: i primi tre, indirizzati a valutare la preparazione dei candidati, verteranno su temi presenti nei testi e ampiamente discussi a lezione; il quarto quesito mirerà invece a valutare l'autonoma capacità di analisi critica dei candidati e richiederà agli studenti di elaborare una riflessione personale sugli argomenti del corso (un confronto, un commento, un'esemplificazione, ecc.).

I criteri di valutazione impiegati saranno:
- Il grado di comprensione dell'oggetto della disciplina.
- Il grado di comprensione dei singoli concetti.
- La correttezza e la chiarezza espositiva dei problemi teorici.
- La padronanza del lessico disciplinare.
- La capacità di collegare gli argomenti.
- La capacità di indicare corrette ed efficaci esemplificazioni empiriche dei concetti teorici trattati.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017