Storia della filosofia medievale (p) (2016/2017)

Codice insegnamento
4S01316
Docente
Carlo Chiurco
Coordinatore
Carlo Chiurco
crediti
6
Settore disciplinare
M-FIL/08 - STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. IIB dal 24-apr-2017 al 10-giu-2017.

Orario lezioni

Sem. IIB
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 15.10 - 17.40 lezione Aula Lorenzi dal 15-mag-2017  al 15-mag-2017
lunedì 15.10 - 17.40 lezione Aula Lorenzi dal 5-giu-2017  al 5-giu-2017
martedì 15.10 - 16.50 lezione Aula 2.2 dal 9-mag-2017  al 10-giu-2017
mercoledì 15.10 - 16.50 lezione Aula 2.2 dal 9-mag-2017  al 10-giu-2017
giovedì 15.10 - 17.40 lezione Aula 2.2 dal 9-mag-2017  al 10-giu-2017

Obiettivi formativi

L’insegnamento di Storia della filosofia medievale intende fornire allo studente una visione dettagliata di alcune delle tematiche più importanti del pensiero del Medio Evo, cercando sempre di approfondirle in dialogo con alcuni aspetti o autori del pensiero e del mondo di oggi.
Alla fine del corso lo studente dovrà possedere una sufficiente capacità di comprensione delle tematiche trattate a lezione, una sufficiente capacità di lettura critica dei testi, nonché la sufficiente abilità comunicativa per padroneggiare ed esprimere i concetti appresi ed elaborati, utilizzando un linguaggio filosofico corretto e sofisticato.

Programma

Desiderio, felicità, bene nel Medioevo
Il corso approfondirà il legame tra queste tre figure fondamentali dell’etica medievale così come vengono trattate in tre grandi autori medievali – Agostino, Tommaso e Boezio – partendo da un’ottica “in prospettiva”, ossia mostrando differenze e identità con quanto il pensiero contemporaneo, in particolare quello di Lacan, ha saputo finora elaborare intorno a questi temi. In particolare, si mostrerà la centralità del rapporto tra la figura del desiderio e quella della relazione, vero spartiacque che rende l’etica pensabile o no.

Modalità didattiche
Per gli studenti frequentanti, le modalità didattiche consistono in lezioni frontali dedicate all’approfondimento dei temi del corso. L’utilizzo del manuale non è previsto, pertanto si assume che lo studente possieda le competenze di base intorno al pensiero medievale fornite nel II modulo dell’esame di Storia della filosofia I. Tale approfondimento verrà effettuato attraverso la lettura analitica dei testi, anche in lingua originale, ed il loro commento in aula. A tale scopo, il corso si avvale della piattaforma e-learning di Ateneo, sulla quale sono caricati i file audio delle lezioni – i quali costituiscono parte integrante dei testi d’esame – nonché tutti gli altri materiali didattici. Infine, il corso utilizzerà anche la visione di opere cinematografiche. Gli studenti sono invitati ad elaborare dei testi su alcune delle tematiche trattate durante il corso, a leggerli e a discuterli in aula.
Durante tutto l’anno accademico, inoltre, è disponibile il servizio di ricevimento individuale gestito dal docente, negli orari indicati sulle pagine web (senza necessità di fissare uno specifico appuntamento) e costantemente aggiornati. Il docente fornisce il calendario completo delle attività didattiche con le date e gli argomenti trattati nelle lezioni prima dell’inizio del corso; ogni eventuale modifica o sospensione sarà tempestivamente comunicata attraverso delle note pubblicate nella sezione Avvisi della pagina personale del docente.
Per quanto riguarda gli studenti non frequentanti, vi è la possibilità di concordare col docente un percorso personalizzato per venire incontro a particolari esigenze (es. lavorative, familiari, ecc.), integrando l’attività di studio con la lettura di ulteriori testi a scelta. Il docente è sempre disponibile, anche al di fuori degli orari di ricevimento, a fornire tutto il supporto che si dovesse rendere necessario.
Per tutti gli studenti, il contenuto dei libri di testo, nonché delle lezioni ed eventuali esercitazioni tenute in aula è aderente al programma. L’eventuale ulteriore materiale didattico sarà reso disponibile sulla piattaforma e-learning dell’insegnamento.

Calendario presuntivo delle lezioni
9/5 – Introduzione alle tematiche del corso
10/5 – Agostino e le forme del desiderio
11/5 – Naufragio con spettatore – La legge del desiderio
15/6 – Il godimento come chiusura (omicida) della scissione del desiderio: “Il silenzio degli innocenti”, di Jonathan Demme.
17/6 – Lacan: godimento e legge, 1
18/6 – Lacan: godimento e legge, 2 - La trascendentalità del desiderio nella storia della metafisica: Platone
23/5 – La trascendentalità del desiderio nel Convivio di Platone
24/5 – Dal Convivio di Platone all'homo capax Dei di Agostino
25/5 – La trascendentalità del desiderio in Agostino: il significato della nozione di Dio come summum bonum
30/5 – La felicità in Agostino: il De beata vita
31/5 – Le aporie della felicità in Agostino
5/6 – L’etica della virtù in Aristotele e Tommaso – Tommaso: Bene ed essere, il bene e Dio
6/6 – Tommaso: l’agire ed il fine – In cosa consiste la felicità
7/6 – Boezio: felicità desiderio e scoperta di sé, 1
8/6 – Boezio: felicità desiderio e scoperta di sé, 2

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Agostino La Città di Dio Rusconi 1998
Boezio La consolazione di Filosofia Einaudi 2010
Agostino La felicità. La libertà (Edizione 2) Rizzoli 1997
Jacques Lacan Scritti Einaudi 1974
Tommaso Summa Theologiae Edizioni Studio Domenicano 1985

Modalità d'esame

Per superare l’esame gli studenti dovranno dimostrare di:

- possedere una conoscenza approfondita degli autori e degli argomenti trattati a lezione;
- saper leggere e commentare un testo relativo al pensiero medievale in modo autonomo ed utilizzando un linguaggio filosofico appropriato e preciso.
L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede per tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, il superamento di una prova orale, che verterà sull’intero programma. La valutazione finale è espressa in trentesimi.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017