Storia della filosofia moderna (p) (2009/2010)

Codice insegnamento
4S01363
Docente
Lucia Procuranti
Coordinatore
Lucia Procuranti
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
II semestre dal 22-feb-2010 al 5-giu-2010.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

l’obiettivo del corso è quello di rilevare l’importanza che i temi della finalità e della bellezza hanno avuto per la storia della filosofia moderna, con particolare attenzione al dibattito in corso nel Settecento. A tal fine si prenderanno in considerazione le speculazioni di Shaftesbury, di Hutcheson e di Kant.

Programma

Prerequisiti: nessuno

Contenuto del corso:
durante le lezioni saranno analizzati i seguenti testi: I Moralisti di Shaftesbury, L’origine della bellezza di Hutcheson e la Critica della facoltà di giudizio di Kant. Il corso prenderà in considerazione queste tre opere importanti per la storia della filosofia, per la filosofia morale e per l’estetica, affrontando le problematiche in esse contenute sia da un punto di vista storico, sia da un punto di vista tematico. Verranno letti e commentati i passi più significativi delle opere, ponendoli in relazione con il pensiero dell’autore e con la situazione storico-filosofica dell’epoca.

Programma per l'esame:
per studenti frequentanti:

I. Lord Shaftesbury, I Moralisti, Palermo, Aesthetica Edizioni, 2003, parte prima, sez. 1,2,3; parte seconda, sez. 1,2,3,4; parte terza, sez. 1,2,3.
II. Francis Hutcheson, L’origine della bellezza, Palermo, Aesthetica Edizioni, 1998, prefazione; capitolo 1, §§ 1-17; capitolo 2, §§ 1-14; capitolo 3, § 7; capitolo 4, §§ 1-7; capitolo 5, §§ 1,2,8,15,16,17,18,19,20,21.
III. Immanuel Kant, Critica del giudizio, a cura di A. Gargiulo, Laterza, Analitica del bello: §§ 1-22 e nota generale alla prima sezione dell’analitica.
IV. Lucia Procuranti, La percezione del bello da Descartes a Kant, Trento, Verifiche, 2009, cap. 1, §§ 1.1;1.2;3.1;3.2;3.3;3.4; cap. 2, §§ 3.1;3.2;5.3; cap. 3, §§ 3.1;3.2;3.3;3.4.
V. Appunti delle lezioni.


Per studenti NON frequentanti:

I. Lord Shaftesbury, I Moralisti, Palermo, Aesthetica Edizioni, 2003, parte prima, sez. 1,2,3; parte seconda, sez. 1,2,3,4; parte terza, sez. 1,2,3.
II. Francis Hutcheson, L’origine della bellezza, Palermo, Aesthetica Edizioni, 1998, prefazione; capitolo 1, §§ 1-17; capitolo 2, §§ 1-14; capitolo 3, § 7; capitolo 4, §§ 1-7; capitolo 5, §§ 1,2,8,15,16,17,18,19,20,21.
III. Immanuel Kant, Critica del giudizio, a cura di A. Gargiulo, Laterza, Analitica del bello: §§ 1-22 e nota generale alla prima sezione dell’analitica.
IV. Lucia Procuranti, La percezione del bello da Descartes a Kant, Trento, Verifiche, 2009, cap. 1, §§ 1.1;1.2;3.1;3.2;3.3;3.4; cap. 2, §§ 3.1;3.2;5.3; cap. 3, §§ 3.1;3.2;3.3;3.4.
V. Massimo Mori, Storia della filosofia moderna, Bari, Laterza, 2005, capitoli: 5 (Cartesio), 10 (Leibniz), 12 (La filosofia inglese del ‘700); 13 (Hume e la filosofia scozzese nel ‘700); 14 (L’illuminismo francese); 15 (L’illuminismo tedesco e italiano); 16 (Kant). È possibile sostituire il presente testo con il secondo volume di un manuale di storia della filosofia in uso nei licei.


Metodi didattici:
lezioni frontali con discussione. È vivamente consigliata la frequenza alle lezioni.

Modalità d'esame

l’esame sarà costituito da un colloquio orale di discussione e commento ai libri indicati come testi di riferimento.