Storia della filosofia medievale (p) (2008/2009)

Orario lezioni

Secondo semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 17.20 - 19.00 lezione Studio Studio Prof. Giuseppe Fornari dal 14-apr-2009  al 30-mag-2009
martedì 17.20 - 19.00 lezione Studio Studio Prof. Giuseppe Fornari dal 10-apr-2009  al 30-mag-2009
giovedì 17.20 - 19.00 lezione Studio Studio Prof. Giuseppe Fornari dal 14-apr-2009  al 30-mag-2009

Obiettivi formativi

conoscenza della filosofia medievale nel suo sviluppo storico (secoli V-XIV) e nella sua complessità tematica (logica, metafisica, teologia, etica, estetica, cosmologia, fisica, politica).

Programma

Parte generale: Lineamenti di storia della filosofia medievale
In questa parte del corso si affronteranno i principali “nodi” storico-tematici relativi alla storia della filosofia medievale, intendendo con questo termine soprattutto il pensiero occidentale di lingua latina. I. Caratteristiche generali della filosofia medievale. II. Gli inizi: Boezio, Eriugena. III. Il secolo XI e Anselmo. IV. Il XII secolo: Abelardo, la Scuola di Chartres, la “Rinascita.” V. La scoperta di Aristotele. VI. La Scolastica: Tommaso e Bonaventura. VII. Duns Scoto. VIII. Ockham. IX. Maestro Eckhart.

Il testo proposto è quello di Michela Pereira, La filosofia nel medioevo. Secoli VI-XV, Carocci, Roma 2008. I capitoli da preparare sono: 1 (pp. 17-19), 2 (pp. 25-29 e 33-34), 3, 4 (pp. 49-51 e 54-63), 5 (pp. 69-75 e 78-84), 7, 8, 9 (pp. 129-136), 10 (pp. 145-147 e 149-152), 11 (pp. 165-172), 12, 13, 14 (pp. 223-232), 15 (pp. 241-251), 16 (pp. 271-274).

Lo studente può anche servirsi di un altro manuale, se lo ritiene opportuno. I suggerimenti in tal caso, oltre al classico testo di Etienne Gilson (La filosofia nel Medioevo. Dalle origini patristiche alla fine del XIV secolo, La Nuova Italia, 1983 e 1997; Sansoni, Firenze 2004), sono: Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri, Storia della filosofia medievale, Laterza, Roma-Bari 2001 e 2004; e Alain de Libera, Storia della filosofia medievale, Jaca Book, Milano 1995. Chi lo volesse può anche integrare la lettura del manuali con un vademecum che affronta il Medioevo per problematiche anziché dal punto di vista storico: Alain de Libera, La filosofia medievale, Il Mulino, Bologna 1999.

Corso monografico: Il dibattito su fede e ragione nel XII secolo: Abelardo e la Scuola di Chartres.
Il corso si soffermerà su una delle tematiche più “classiche” del pensiero medievale, quella appunto del dibattito tra fede e ragione, vista però da una prospettiva meno studiata, quale è quella del pensiero del XII secolo. Il grande nome che viene in mente è quello di Abelardo, di cui si leggerà il Dialogo tra un filosofo, un giudeo e un cristiano. Le sue posizioni, che oggi definiremmo di tipo gnoseologico – fondate cioè su una teoria della conoscenza, che si interroghi anzitutto sui compiti e i limiti della ragione prima che questa proceda nella sua opera teoretica –, verranno confrontate con l’approccio diverso, più razionalistico ma certo non meno interessante, degli autori della Scuola di Chartres, in particolare Guglielmo di Conches, Gilberto di Poitiers e Alano di Lilla.

Testi:
- Abelardo, Dialogo tra un filosofo, un giudeo e un cristiano, BUR, Milano 20064.
- Antologia di testi fornita a lezione.

Testi critici ritenuti utili:
- M.T. Fumagalli Beonio Brocchieri, Introduzione a Abelardo, Laterza, Roma-Bari 2006.
- T. Gregory, «L’idea di natura nella filosofia medievale prima dell’ingresso della Fisica di Aristotele», in Mundana sapientia. Forme di conoscenza nella cultura medievale, Edizioni di Storia e letteratura, Roma 1992, pp. 77-114.
- C. Chiurco, Alano di Lilla. Dalla metafisica alla prassi, Vita & Pensiero, Milano 2005, pp. 101-151 (in part. le pp. 141-151).

Modalità d'esame

La prova d’esame consisterà di:

- una prova scritta che verterà su uno dei nove momenti salienti nella storia della filosofia medievale, quali sono stati indicati nel programma, e cioè: I. Caratteristiche generali della filosofia medievale. II. Gli inizi: Boezio, Eriugena. III. Il secolo XI e Anselmo. IV. Il XII secolo: Abelardo, la Scuola di Chartres, la “Rinascita.” V. La scoperta di Aristotele. VI. La Scolastica: Tommaso e Bonaventura. VII. Duns Scoto. VIII. Ockham. IX. Maestro Eckhart.

Verranno proposti in tutto tre temi, due guidati (che saranno scelti tra i nove sopra citati) ed uno che sarà libero, a scelta dello studente, ma da scegliersi SEMPRE all'interno dei nove.

Gli studenti avranno tre ore di tempo per completare l’elaborato scritto. La correzione e la pubblicazione dei risultati avverranno normalmente entro una settimana dallo svolgimento della prova, ma questo limite di tempo potrebbe variare a seconda del numero dei partecipanti alla prova stessa. I risultati verranno affissi sulla porta dello studio nonché pubblicati sulla pagina personale del docente.

- una prova orale che verterà sul corso monografico. La prova orale si svolgerà sempre dopo la pubblicazione dei risultati della prova scritta.